PCI Review Forum

Forum Home Forum Home > Induzione Magnetica > Forum Piani Cottura ad Induzione Magnetica
  Topic Attivi Topic Attivi RSS Feed - Discussione Ufficiale Piano cottura ad Induzione
  FAQ FAQ  Ricerca nel Forum   Registrati Registrati  Login Login





Topic ChiusoDiscussione Ufficiale Piano cottura ad Induzione

 Rispondi Rispondi Pagina  <1234 10>
Autori
gio2gio View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 02 Nov 2011 alle 20:13
Allora, mi sarei deciso, anche grazie ai preziosi consigli di  Cristiano.
Comprerò un Bosch PIB 651 N 14.
Non si trova nè sul sito bosch .it nè su quello .de ma ho scaricato le istruzioni sul sito .de: https://portal.bsh-partner.com/portal%28bD1kZSZjPTAwOQ==%29/PORTALFRAME.HTM
(grazie, ancora, cristiano: scaricare le istruzioni è essenziale per non perdersi nelle spesso incomplete o errate tabelle dei siti).
Quindi, le caratteristiche che mi hanno interessato: fuoco da diam.21; doppio fuoco per pesciera; comandi singoli (per ogni fuoco) con barra inferiore per i livelli di cottura (17); timer e suoneria; power-management; design tutto vetro.
Vi terrò informati quando farò il mio primo tè ad induzione ;-)
Grazie ancora.
giorgio


Torna in cima
Liuba View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 04 Nov 2011 alle 13:51

Salve Sig. Cristiano,

non sa quanto è utile il suo forum, e soprattutto la recensione sul piano cottura ad induzione! Grazie infinite!
Ho un grossissimo dubbio sul tipo di piano da acquistare. Sicuramente metteremo il contatore da 4,5kw e ci è stato consigliato il piano cottura  AEG HK 634201 quello in pratica con il limitatore da 2,8kw. Sinceramente questo prodotto non mi convince perchè credo che con il limitatore si allunghino un po'  i tempi di cottura, nel senso che se io accendo 2/3 fuochi di cui 2 devono andare al massimo, suppongo che con il limitatore ciò non avvenga....e visto che sono una persona che utilizza molto la cucina, vorrei acquistare un prodotto sicuro....
Ho cercato di informarmi di più, leggendo anche le istruzioni sul sito della AEG per capire quali sono le differenze di questo piano rispetto ad un altro senza limitatore, ma non riesco a capire nella pratica cosa succede, cioè se vale la pena acquistare quello consigliatomi o prendere magari uno senza limitatore che mi permette di avere maggiori prestazioni...se di maggiori prestazioni si parla....
Lei riesce a darmi qualche delucidazione in più? a breve dovrò fare l'ordine della cucina e non so veramente cosa scegliere e soprattutto con quale criterio...
 
Grazie mille.
 
Liuba
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 04 Nov 2011 alle 14:50
La ringrazio per l'apprezzamento.
In effetti nel manuale del modello AEG HK 634201, la funzione di limitazione non sembra modificabile o disattivatile.
Disporre di 2,8KW non dovrebbe creare grossissimi problemi.. tuttavia (in particolari casi) per non dover sacrificare i tempi di cottura, è sicuramente preferibile disporre di un limitatore impostato a 3,5KW.

Ipotizzando di cuocere della carne (assorbimento circa 400W), bollire il sugo (circa 150/200W) e far bollire l'acqua (1800W senza funzione booster): totale 2400W.

E' naturale che disponendo di 2.8KW non sarà possibile impostare più zone di cottura alla massima potenza o sfruttare la funzione booster per portare in ebollizione l'acqua in 3 minuti in concomitanza di altre zone di cottura attive (pertanto il tempo necessario per l'ebollizione verrà prolungato di circa 1 minuto e mezzo).

Dato che nella vostra abitazione verrà attivato un contratto da 4,5Kw, il mio consiglio è di orientarsi su un modello senza limitatore "fisso", a favore di un prodotto dotato di limitatore configurabile o eventualmente sprovvisto di questa caratteristica.

Spero di esserle stato utile.
Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Liuba Liuba Ha scritto:

Salve Sig. Cristiano,

non sa quanto è utile il suo forum, e soprattutto la recensione sul piano cottura ad induzione! Grazie infinite!
Ho un grossissimo dubbio sul tipo di piano da acquistare. Sicuramente metteremo il contatore da 4,5kw e ci è stato consigliato il piano cottura  AEG HK 634201 quello in pratica con il limitatore da 2,8kw. Sinceramente questo prodotto non mi convince perchè credo che con il limitatore si allunghino un po'  i tempi di cottura, nel senso che se io accendo 2/3 fuochi di cui 2 devono andare al massimo, suppongo che con il limitatore ciò non avvenga....e visto che sono una persona che utilizza molto la cucina, vorrei acquistare un prodotto sicuro....
Ho cercato di informarmi di più, leggendo anche le istruzioni sul sito della AEG per capire quali sono le differenze di questo piano rispetto ad un altro senza limitatore, ma non riesco a capire nella pratica cosa succede, cioè se vale la pena acquistare quello consigliatomi o prendere magari uno senza limitatore che mi permette di avere maggiori prestazioni...se di maggiori prestazioni si parla....
Lei riesce a darmi qualche delucidazione in più? a breve dovrò fare l'ordine della cucina e non so veramente cosa scegliere e soprattutto con quale criterio...
 
Grazie mille.
 
Liuba
Torna in cima
Liuba View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 04 Nov 2011 alle 15:28
Sig. Cristiano è stato velocissimo ma sprattutto utilissimo!
Grazie infinite!
Allora approfitto ancora della sua grande disponibilità per chiederle un'altra cosa: esiste un piano cottura della SIEMENS, (non so il codice) che ha un regolatore di potenza, cioè che si può decidere quanta energia far assorbire al piano induzione partendo da 1kw fino a 7,2kw, diciamo senza un limitatore vero e proprio. Le risulta? Se sì, è un buon prodotto?
ho letto sempre qui nel suo forum che è consigliabile acquistare un prodotto dotato di 17 livelli di cottura + funzione booster...ma tra quelli che ci sono sul mercato lei ritiene che la Bosch sia una delle migliori?
Non sa quanto siano preziosi i suoi consigli...entro fine mese faremo definitivamente l'ordine della cucina con piano cottura incluso...e siamo completamente nel pallone!
 
grazie ancora!
Liuba
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 04 Nov 2011 alle 16:59
Salve Liuba,

Riguardo ai prodotti Siemens, come per Bosch, tutti i prodotti destinati al mercato italiano dispongo di funzione "powerManagement", la quale consente di impostare a proprio piacimento il livello di assorbimento a partire da 1KW o 2KW in base al modello e marca (Bosch o Siemens).
Ad esempio il modello recensito della Bosch nonostante non più "giovanissimo" dispone di tale caratteristica.
Riguardo alle migliori marche presenti nel mercato (naturalmente relativamente ai piani cottura ad induzione), personalmente ritengo che Bosch, Siemens e Neff siano le marche con il miglior rapporto prezzo/prestazioni/caratteristiche/qualità, principalmente grazie alla possibilità di selezionare 17 livelli di cottura anziché 9 della maggior parte dei prodotti presenti nel mercato (come detto nei precedenti post, 17 livelli di potenza consentono di effettuare cotture più precise).
Tuttavia altri potrebbero non condividere la mia stessa opinione.

Saluti e in bocca al lupo per l'acquisto.
Cristiano Passeri
Gubbio Informatica

Postato originariamente da Liuba Liuba Ha scritto:

Sig. Cristiano è stato velocissimo ma sprattutto utilissimo!
Grazie infinite!
Allora approfitto ancora della sua grande disponibilità per chiederle un'altra cosa: esiste un piano cottura della SIEMENS, (non so il codice) che ha un regolatore di potenza, cioè che si può decidere quanta energia far assorbire al piano induzione partendo da 1kw fino a 7,2kw, diciamo senza un limitatore vero e proprio. Le risulta? Se sì, è un buon prodotto?
ho letto sempre qui nel suo forum che è consigliabile acquistare un prodotto dotato di 17 livelli di cottura + funzione booster...ma tra quelli che ci sono sul mercato lei ritiene che la Bosch sia una delle migliori?
Non sa quanto siano preziosi i suoi consigli...entro fine mese faremo definitivamente l'ordine della cucina con piano cottura incluso...e siamo completamente nel pallone!
 
grazie ancora!
Liuba


Modificato da Cristiano Passeri - 27 Nov 2011 alle 10:11
Torna in cima
Gianfranco View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 04 Nov 2011 alle 21:43
salve, neanche a dirlo... complimenti per l'esemplificazione dell'argomento.
ho però una domanda:
i piani cottura a induzione esistono solo a 220 volt o anche a 380?

ho un contratto enel da 6,6 kw/h a 380 v con due delle tre fasi a 220 volt.
ovviamente queste fasi hanno solo 2,2 kw/h ciascuna.
per cui non sarebbe mai in grado di reggere un piano a induzione. 
per poter usare il resto della potenza dovrei usare tutte e 3 le fasi (visto che non se ne possono usare 2. solo 1 o 3. così mi hanno spiegato). 
usando tutte e tre le fasi però non avrei più le 220 volt ma le 380.

mi sapete aiutare???

grazie in anticipo
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 07 Nov 2011 alle 07:29
La ringrazio per i complimenti.
Sinceramente non ho mai visto piani cottura ad induzione per uso domestico a 380V.
Credo che questi tipi di prodotti vengano venduti esclusivamente per l'uso industriale con costi d'acquisto piuttosto elevati (4000/5000€ per due fuochi).

Riguardo alla trifase, purtroppo non so darle consigli, se non quello di aumentare la potenza a 12kw in modo da avere 4KW/h per fase.

Nel caso riesca a trovare una soluzione, le sarei grato se la segnalasse nel nostro forum.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Gianfranco Gianfranco Ha scritto:

salve, neanche a dirlo... complimenti per l'esemplificazione dell'argomento.
ho però una domanda:
i piani cottura a induzione esistono solo a 220 volt o anche a 380?

ho un contratto enel da 6,6 kw/h a 380 v con due delle tre fasi a 220 volt.
ovviamente queste fasi hanno solo 2,2 kw/h ciascuna.
per cui non sarebbe mai in grado di reggere un piano a induzione. 
per poter usare il resto della potenza dovrei usare tutte e 3 le fasi (visto che non se ne possono usare 2. solo 1 o 3. così mi hanno spiegato). 
usando tutte e tre le fasi però non avrei più le 220 volt ma le 380.

mi sapete aiutare???

grazie in anticipo
Torna in cima
alby View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 07 Nov 2011 alle 15:56
Sto acquistando un piano cottura ad induzione Siemens e sono incerto tra EH675MN11E e EH675ME11E. Vorrei mantenere se possibile il contatore a 3,3 kW. Quale dei consuma di più e rischia di far saltare il contatore nella fase di accensione a parità di superficie della pentola usata? Mi spiego meglio: nel modello MN quando metto una piccola pentola nella zona rettangolare devo stare attento a dove la posiziono per evitare che si attivino due o più bobine di induzione cosa che non avviene nel modello ME dove la bobina è una sola. E' corretta questa interpretazione?

In attesa di un vostro gradito sollecito riscontro

Cordiali saluti

Alberto
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 07 Nov 2011 alle 16:16
Salve Sig. Alberto,

entrambe i piani cottura dispongono di funzione powerManagement per limitare l'assorbimento elettrico a partire da 1kW, pertanto con entrambe i piani, settando un valore adeguato al proprio profilo elettrico non incorrerà nel classico problema del distacco temporaneo della corrente.

Riguardo al modello MN:

Personalmente non ho ancora avuto modo di testare il funzionamento delle nuovo zone "freeinduction", tuttavia stando a quanto dichiarato da Siemes, i consumi delle zone freeInduction dovrebbero essere i medesimi delle classiche zone "circolari", in quando il piano si adegua al diametro del pentolame.

Dichiarazione Siemens:

"Arrosto, sugo, zuppa... pentole e padelle sono tanto diverse quanto le ricette che vi permettono di preparare. Da oggi, con Siemens, la superficie di cottura si adatta alle pentole che volete utilizzare. Nel nuovo piano “freeInduction”, accanto alle due zone tradizionali circolari, Siemens ha inserito una superficie di cottura flessibile: un grande rettangolo nel quale trovano spazio tutte le vostre pentole. Le due diverse aree ad induzione che lo compongono possono essere comandate singolarmente oppure combinate in un’unica grande zona di cottura. Ogni volta sarete liberi di occupare tutta la superficie disponibile. Le zone flessibili, infatti, riescono a riconoscere automaticamente la dimensione e la posizione di ogni pentola, per riscaldarle tutte sempre al meglio."

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da alby alby Ha scritto:

Sto acquistando un piano cottura ad induzione Siemens e sono incerto tra EH675MN11E e EH675ME11E. Vorrei mantenere se possibile il contatore a 3,3 kW. Quale dei consuma di più e rischia di far saltare il contatore nella fase di accensione a parità di superficie della pentola usata? Mi spiego meglio: nel modello MN quando metto una piccola pentola nella zona rettangolare devo stare attento a dove la posiziono per evitare che si attivino due o più bobine di induzione cosa che non avviene nel modello ME dove la bobina è una sola. E' corretta questa interpretazione?

In attesa di un vostro gradito sollecito riscontro

Cordiali saluti

Alberto


Modificato da Cristiano Passeri - 07 Nov 2011 alle 16:22
Torna in cima
Alby View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 08 Nov 2011 alle 11:58
Altra domanda a chi sa darmi una risposta quanto più tecnica possibile (il centro assistenza Siemens o non risponde o risponde in modo generico senza chiarire il mio dubbio):
tutti i modelli in catalogo Siemens hanno il PowerManagement che limita la corrente a partire da 1 kW; fa eccezione il modello EH651TA16E che limita la potenza a partire da 2,3 kW. Significa che per un contatore da 3,3 kW sono preferibili gli altri modelli (es EH645TE11E) in quanto c'è un maggior margine di controllo per evitare che il contatore salti? Cosa vuol dire l’ultima voce nelle specifiche del modello EH651TA16E la frase “Con limitatore/ripartizione di potenza”. Questa specifica non compare in nessun altro modello. Il modello EH651TA16E ha un reale PowerManagement o si tratta di altra tecnologia tipo quella dei modelli Rex-Electrolucs (es KTI6400XE)? In cosa consiste la diferenza tra questi due modi di limitare la corrente? Quale è più adatto ad un uso domestico non impegnativo di due persone con un contatore di 3,3 kW?
Ringrazio in anticipo chi saprà darmi delle risposte a questi miei dubbi!
Alby
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 08 Nov 2011 alle 12:25
Consultando la scheda tecnica del modello EH651TA16E, risulta che la funzione PowerManagement può essere attivata a partire da 1KW.

La dicitura "limitatore/ripartitore" è l'equivalente della (singola) parola "PowerManagement".

Il limitatore di potenza è la funzione che permette di impostare il quantitativo di KW da non superare, mentre il ripartitore si occupa di suddividere la potenza imposta (ad esempio 2KW) nelle varie zone di cottura.

Pertanto non vi è differenza tra "limitatore/ripartitore" e "PowerManagement".

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Alby Alby Ha scritto:

Altra domanda a chi sa darmi una risposta quanto più tecnica possibile (il centro assistenza Siemens o non risponde o risponde in modo generico senza chiarire il mio dubbio):
tutti i modelli in catalogo Siemens hanno il PowerManagement che limita la corrente a partire da 1 kW; fa eccezione il modello EH651TA16E che limita la potenza a partire da 2,3 kW. Significa che per un contatore da 3,3 kW sono preferibili gli altri modelli (es EH645TE11E) in quanto c'è un maggior margine di controllo per evitare che il contatore salti? Cosa vuol dire l’ultima voce nelle specifiche del modello EH651TA16E la frase “Con limitatore/ripartizione di potenza”. Questa specifica non compare in nessun altro modello. Il modello EH651TA16E ha un reale PowerManagement o si tratta di altra tecnologia tipo quella dei modelli Rex-Electrolucs (es KTI6400XE)? In cosa consiste la diferenza tra questi due modi di limitare la corrente? Quale è più adatto ad un uso domestico non impegnativo di due persone con un contatore di 3,3 kW?
Ringrazio in anticipo chi saprà darmi delle risposte a questi miei dubbi!
Alby
Torna in cima
Antonio View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 09 Nov 2011 alle 11:00
Salve Cristiano, ancora grazie e complimenti per il forum.
Vorrei chiederti meglio come regolarmi sulle pentole. 
Come si diceva il mio Bosch ha due spazi cottura da 18cm e 2 da 12cm se non erro.
Se ho una pentola da 15 cm dove la devo posizionare? Se non intendo male su quello da 18 non funzionerebbe, su quello da 12 funzionerebbe con efficacia ridotta, giusto?

A.

Torna in cima
Antonio View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 09 Nov 2011 alle 11:01
Chiaramente si parla del diametro di base d'appoggio non di diametro della pentola...Giusto?

A.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 09 Nov 2011 alle 11:29
Salve Antonio,
il tuo piano ha 2 zone da 18 e 2 zone da 14,5cm (non da 12cm).

Normalmente le zone di cottura, sono in grado di rilevare pentole con diametro del fondo inferiore al 20/25% rispetto al diametro della zona stessa. Se il diametro è troppo inferiore, la zona non si attiva, per impedire la dispersione di campi magnetici.

Ad esempio una zona da 21cm sarà in grado di riconoscere correttamente una pentola da 20CM con fondo dal diametro di 17cm.

La stessa Bosch ad esempio, riporta la seguente indicazione all'interno dei libretti di istruzione relativi ai piani cottura ad induzione:

"Ogni zona di cottura ha un limite minimo di rilevamento del
recipiente che varia in funzione del materiale del recipiente che
si sta utilizzando. Per questo motivo, si deve utilizzare la zona di
cottura più adeguata al diametro del recipiente."

Postato originariamente da Antonio Antonio Ha scritto:

Salve Cristiano, ancora grazie e complimenti per il forum.
Vorrei chiederti meglio come regolarmi sulle pentole. 
Come si diceva il mio Bosch ha due spazi cottura da 18cm e 2 da 12cm se non erro.
Se ho una pentola da 15 cm dove la devo posizionare? Se non intendo male su quello da 18 non funzionerebbe, su quello da 12 funzionerebbe con efficacia ridotta, giusto?

A.

Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 09 Nov 2011 alle 11:30
Esattamente, si parla del diametro del fondo della pentola.

Postato originariamente da Antonio Antonio Ha scritto:

Chiaramente si parla del diametro di base d'appoggio non di diametro della pentola...Giusto?

A.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 09 Nov 2011 alle 11:39
Su richiesta di molti visitatori, è stata attivata una sottosezione della recensione dei piani cottura ad induzione, nella quale verranno pubblicati articoli relativi a prodotti per piani cottura ad induzione magnetica, come padelle, tegami, casseruole, caffettiere e pentole.

I prodotti recensiti verranno sottoposti ad alcuni test per analizzarne qualità costruttiva, efficacia nella cottura, tempi di cottura, indeformabilità del fondo, rumore generato. Al termine della recensione, verrà espressa una valutazione riguardante il rapporto prezzo / prestazioni, indicando inoltre se il prodotto sia effettivamente un valido acquisto.


La sezione è consultabile al seguente indirizzo: http://www.gubbioinformatica.it/consigli/pentole-casseruole-padelle-ad-induzione-magnetica.asp

NB: Gli aggiornamenti delle recensioni non saranno continui, ma avverranno in base al nostro tempo libero e alla reperibilità dei prodotti da recensire.



Modificato da Cristiano Passeri - 09 Nov 2011 alle 11:40
Torna in cima
Gianfranco View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 09 Nov 2011 alle 13:10
portare la fornitura di corrente a 12 kw/h sarebbe un salasso.

comunque ci sono i piani cottura a induzione che sono predisposti per la trifase (380 volt).

ho cercato sul sito Ariston HotPoint. nelle varie schede non viene indicato ma se si scarica il libretto di installazione troverete come collegare i cavi sia nel caso di 220v che 380.

per esempio 
http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIO_633_T_X/pid_52926IT.do - http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIO_633_T_X/pid_52926IT.do
questo è un piano cottura a 3 zone. in basso alla pagina trovate il link per scaricare il libretto di istruzioni. alla pagina n. 3 trovate gli schemi di collegamento.

ho trovato anche altri piani su ebay che hanno assorbimenti fino a 7,6 kw/h che sono predisposti per la 380v, anzi sembrerebbe sia meglio che con la 220v.

ma non tutti sono predisposti. per esempio ho trovato un piano a 2 zone cottura ad induzione con assorbimento totale 3,1 kw/h che è predisposto solo per la 220v.

mi verrebbe da pensare, ma è una supposizione, che i piani che superano i5 kw/h di assorbimento totale massimo siano tutti predisposti per la 380 volt. sarebbe comunque opportuno chiedere prima dell'acquisto.

il tutto senza necessità di acquistare piani di cottura industriali, con gli immaginabili incrementi di costo.


Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 09 Nov 2011 alle 13:52
Salve Gianfranco,
per maggiori informazioni provi a contattare direttamente i centri assistenza:

Ariston: http://assistenza.hotpoint-ariston.it/hotpoint/servizio-clienti

Bosch: http://www.bosch-home.com/it/filo-diretto-con-bosch/contattaci.html

Non appena riceverà informazioni in merito, le sarei grato se le condividesse nel nostro forum.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Gianfranco Gianfranco Ha scritto:

portare la fornitura di corrente a 12 kw/h sarebbe un salasso.

comunque ci sono i piani cottura a induzione che sono predisposti per la trifase (380 volt).

ho cercato sul sito Ariston HotPoint. nelle varie schede non viene indicato ma se si scarica il libretto di installazione troverete come collegare i cavi sia nel caso di 220v che 380.

per esempio 
http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIO_633_T_X/pid_52926IT.do - http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIO_633_T_X/pid_52926IT.do
questo è un piano cottura a 3 zone. in basso alla pagina trovate il link per scaricare il libretto di istruzioni. alla pagina n. 3 trovate gli schemi di collegamento.

ho trovato anche altri piani su ebay che hanno assorbimenti fino a 7,6 kw/h che sono predisposti per la 380v, anzi sembrerebbe sia meglio che con la 220v.

ma non tutti sono predisposti. per esempio ho trovato un piano a 2 zone cottura ad induzione con assorbimento totale 3,1 kw/h che è predisposto solo per la 220v.

mi verrebbe da pensare, ma è una supposizione, che i piani che superano i5 kw/h di assorbimento totale massimo siano tutti predisposti per la 380 volt. sarebbe comunque opportuno chiedere prima dell'acquisto.

il tutto senza necessità di acquistare piani di cottura industriali, con gli immaginabili incrementi di costo.


Torna in cima
Pd86 View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 23 Nov 2011 alle 15:03
Ormai ho girato mezzo web e per fortuna ho trovato questo post! Mi ha tolto molti dubbi ma purtroppo il mio problema è il seguente..
Tra qualche mese avrò un figlio e io e il mio ragazzo siamo costretti ad andare nella mansarda.. dove non c'è il gas ma solo acqua calda e fredda e cottente. Metteremo una cucina piccola, giusto il necessario per essere autosufficienti e sto cercando un piano cottura a induzione con solo 2 piastre ma il budget è molto limitato! Pensavo di prendere quello della Caso che a poco prezzo si trova ma com'è questo prodotto? Purtoppo non sono riuscita a trovare niente per le nostre tasche e senza fornello non possiamoo stare.. tra un paio di anni dovremmo riuscire a sistemare un appartamento e vorremmo poi usare queste piastre su un'isola da mettere in cucina quindi dovrebbe durare nel tempo.. può darmi un consiglio?
Grazie mille in anticipo e complimenti per il forum.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 23 Nov 2011 alle 18:03
Innanzi tutto grazie per i complimenti.

Il piano cottura ad induzione Caso con 2 zone non l'ho personalmente testato, a differenza del modello con zona singola, quindi posso limitarmi a descrivere le pecche di quest'ultimo.

Come detto nei precedenti post, la pecca principale del modello a singola zona è relativa alla  difficoltà nell'eseguire cotture a "fuoco basso", in quanto i programmi inferiori al numero 6 sono molto poco precisi e si rischia di bruciare le pietanze più delicate o di non cuocerle come si vorrebbe ( d'altronde visto il costo di acquisto "irrisorio" è comprensibile che il prodotto presenti alcune limitazioni rispetto ai piani da incasso )

Tuttavia il modello a due zone potrebbe non presentare tale inconveniente e cuocere le pietanze in maniera corretta.

Purtroppo non posso dirle altro in merito.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Pd86 Pd86 Ha scritto:

Ormai ho girato mezzo web e per fortuna ho trovato questo post! Mi ha tolto molti dubbi ma purtroppo il mio problema è il seguente..
Tra qualche mese avrò un figlio e io e il mio ragazzo siamo costretti ad andare nella mansarda.. dove non c'è il gas ma solo acqua calda e fredda e cottente. Metteremo una cucina piccola, giusto il necessario per essere autosufficienti e sto cercando un piano cottura a induzione con solo 2 piastre ma il budget è molto limitato! Pensavo di prendere quello della Caso che a poco prezzo si trova ma com'è questo prodotto? Purtoppo non sono riuscita a trovare niente per le nostre tasche e senza fornello non possiamoo stare.. tra un paio di anni dovremmo riuscire a sistemare un appartamento e vorremmo poi usare queste piastre su un'isola da mettere in cucina quindi dovrebbe durare nel tempo.. può darmi un consiglio?
Grazie mille in anticipo e complimenti per il forum.
Torna in cima
pd86 View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 23 Nov 2011 alle 18:13
Grazie mille per l'aiuto! :)
Ho trovato anche bompani ma non ho proprio idea di chi siano.. proverò a cercare altre recensioni
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 23 Nov 2011 alle 18:39
Si figuri, è sempre un piacere aiutare gente educata, anche se in questo caso non posso esserle di grande aiuto.

Postato originariamente da pd86 pd86 Ha scritto:

Grazie mille per l'aiuto! :)
Ho trovato anche bompani ma non ho proprio idea di chi siano.. proverò a cercare altre recensioni
Torna in cima
pd86 View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 23 Nov 2011 alle 18:49
Ho trovato una soluzione (forse).
Un foster a 300 euro con 2 piastre
Torna in cima
erika View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 25 Nov 2011 alle 21:35
Ma la smeg è una buona marca per l'induzione?
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 27 Nov 2011 alle 11:12
Smeg produce ottimi piani cottura ad induzione.

La differenza principale con il piano impiegato nella recensione sta nel fatto di disporre di 9 livelli di cottura anziché 17. Come detto nei post precedenti, disporre di 9 livelli di potenza, rende i piani  meno precisi nelle cotture delle pietanze, ma per il resto i prodotti sono davvero ottimi.

Postato originariamente da erika erika Ha scritto:

Ma la smeg è una buona marca per l'induzione?


Modificato da Cristiano Passeri - 27 Nov 2011 alle 11:54
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 27 Nov 2011 alle 11:38
Differenza tra 9 e 17 livelli di cottura:

A partire dalla data di pubblicazione della recensione relativa ai piani cottura ad induzione sino ad oggi, molti visitatori non hanno ben compreso la differenza tra 9 e 17 livelli di cottura.
Viste le numerose richieste di approfondimento pervenute, ho pensato di inserire nel forum questo piccolo ma utile post.

Cosa cambia all'atto pratico tra 9 e  17 livelli di cottura ?
Prendiamo come riferimento una zona di cottura con diametro 18cm.

17 livelli: consentono di selezionare i seguenti livelli di cottura

1    63W
1.   90W
2    117W
2.   144W
3    171W
3.   225W
4    279W
4.   324W
5    369W
5.   409W
6    450W
6.   648W
7    846W
7.   1080W
8    1296W
8.   1548W
9    1800W


9 livelli: con 9 livelli si perdono 8 livelli di regolazione intermedia (sopra indicati in grassetto)

1    63W
2    117W
3    171W
4    279W
5    369W
6    450W
7    846W
8    1296W
9    1800W

di seguito un grafico che mostra la differenza tra 17 livelli e 9 livelli




Osservando il grafico, si nota immediatamente che la linea relativa ai 17 livelli di potenza, sia nettamente più lineare ed omogenea della linea relativa ai 9 livelli di potenza.
Tutto ciò in fase di cottura delle pietanze, si traduce in una cottura più precisa, rispetto a quanto offerto dai 9 livelli di potenza.


Modificato da Cristiano Passeri - 10 Mar 2012 alle 14:32
Torna in cima
Antonia73 View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 01 Dic 2011 alle 11:41
Buon giorno Cristiano, inultile dirle che il suo sito è prezioso..lo hanno già fatto tutti..
Ho bisogno di un consiglio spassionato.
Io e il mio compagno abbiamo preso una casa in Classe energetica A. Questo significa che non abbiamo bisogno di allacciare il gas. ci siamo orientati anche noi sul piano ad induzione (o bosch o smeg).
Oltre al piano, abbiamo anche un motore che richiede almeno un contatore a 4.5 kw. Aggiungendo il piano ad induzione ci hanno consigliato un contatore a 6kw.
La domanda è: ma è necessario a questo punto avere il power-management (ovviamente  modificabile) o è inultile? il prezzo varia con op senza?
La ringarzio
Antonia
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 01 Dic 2011 alle 12:13
Salve Antonia,
innanzi tutto la ringrazio per i sui complimenti.

Per esperienza diretta, dato che nella nostra abitazione disponiamo di contratto elettrico da 6KW, posso dirle che ad oggi non abbiamo mai avuto la necessità di utilizzare la funzione "Energy Tutor" o "power-management", tuttavia nel Vs. caso specifico, è bene informarsi sui watt assorbiti dal motore installato nella Vs. abitazione.

Riguardo al costo, la funzione "Energy Tutor" è presente in tutti i prodotti della linea Bosch (destinati al mercato Italiano), quindi almeno nel caso di bosch non comporta aumenti del costo di acquisto.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Antonia73 Antonia73 Ha scritto:

Buon giorno Cristiano, inultile dirle che il suo sito è prezioso..lo hanno già fatto tutti..
Ho bisogno di un consiglio spassionato.
Io e il mio compagno abbiamo preso una casa in Classe energetica A. Questo significa che non abbiamo bisogno di allacciare il gas. ci siamo orientati anche noi sul piano ad induzione (o bosch o smeg).
Oltre al piano, abbiamo anche un motore che richiede almeno un contatore a 4.5 kw. Aggiungendo il piano ad induzione ci hanno consigliato un contatore a 6kw.
La domanda è: ma è necessario a questo punto avere il power-management (ovviamente  modificabile) o è inultile? il prezzo varia con op senza?
La ringarzio
Antonia
Torna in cima
Antonia73 View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 01 Dic 2011 alle 14:24
Grazie mille per la risposta immediata!
Mi hanno proposto la NEFF MOD.  T43E20NI  come valida alternativa a BOSCH (è una loro affiliata). Cosa ne pensa?
Nel modello della Smeg non c'è la possibilità di decidere quanta energia "assorbire"  cosa invece che BOSCH permette e di fare e anche Neff da quanto ho capito...
Grazie ancora
 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 01 Dic 2011 alle 14:31
Neff effettivamente è una validissima alternativa a Bosch.

Riguardo al modello  T43E20NI posso solamente dirle che non dispone di zona di cottura da 21cm.

Dimensioni del 1°elemento scaldante 145 (mm) potenza 1,4 Kw
Dimensioni del 2°elemento scaldante 180 (mm) potenza 1,8 Kw
Dimensioni del 3°elemento scaldante 145 (mm) potenza 1,4 Kw
Dimensioni del 4°elemento scaldante 180 (mm) potenza 1,8 Kw

Come già detto ad altri visitatori nei post precedenti, la zona cottura da 21cm potrebbe risultare utile con pentole/padelle di dimensioni generose.

Saluti
Cristiano Passeri


Postato originariamente da Antonia73 Antonia73 Ha scritto:

Grazie mille per la risposta immediata!
Mi hanno proposto la NEFF MOD.  T43E20NI  come valida alternativa a BOSCH (è una loro affiliata). Cosa ne pensa?
Nel modello della Smeg non c'è la possibilità di decidere quanta energia "assorbire"  cosa invece che BOSCH permette e di fare e anche Neff da quanto ho capito...
Grazie ancora
 
Torna in cima
Cry999 View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 06 Dic 2011 alle 14:36
Salve a tutti... ho anche io una domandina....m a quale sarà il tempo medio di durata di ste benedettissimi piani a induzione? perchè per esempio uno fa un "sacrificio" spendendo di + rispetto ad un pc a gas....ma poi trovandosi a piedi dopo 4-5 anni....
 
avendo gia disponibile il gas... è una stupidata fare un piano cottura misto? esempio 2gas+2 a induttanza?...così se poi scopro che di corrente spendo una cifra...per cotture lunghe prediligerei i fornelli a gas...mentre quelli a induttanza per cibi fast...
Avendo casa ancora da arredare...son davanti al primo bivio.....Approve
Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 09 Dic 2011 alle 21:42
Salve, un ultima domanda.
Se la zona più piccola è di 90 mm  e la caffettiera risulta avere un diametro di fondo più piccolo, viene rilevata oppure no?Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 09 Dic 2011 alle 23:11
Sinceramente non so darle indicazioni riguardo la "vita" media dei piani ad induzione.
Riguardo al piano misto, disponendo di piano cottura ad induzione, non opterei per questa soluzione.
Normalmente le cotture lunghe avvengono impiegando livelli di cottura medio/bassi e quindi con un consumo di corrente molto ridotto.
Ad esempio cuocere una pietanza nella zona da 18cm per 1 ora al livello 5 comporta un consumo di circa 370W (per fare un paragone, un PC di fascia medio alta, può consumare tra i 250/350W orari).

Postato originariamente da Cry999 Cry999 Ha scritto:

Salve a tutti... ho anche io una domandina....m a quale sarà il tempo medio di durata di ste benedettissimi piani a induzione? perché per esempio uno fa un "sacrificio" spendendo di + rispetto ad un pc a gas....ma poi trovandosi a piedi dopo 4-5 anni....
 
avendo gia disponibile il gas... è una stupidata fare un piano cottura misto? esempio 2gas+2 a induttanza?...così se poi scopro che di corrente spendo una cifra...per cotture lunghe prediligerei i fornelli a gas...mentre quelli a induttanza per cibi fast...
Avendo casa ancora da arredare...son davanti al primo bivio.....Approve
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 10 Dic 2011 alle 09:40
Salve Erika,
come indicato nei post precedenti:

"Normalmente le zone di cottura, sono in grado di rilevare pentole con diametro del fondo inferiore al 20/25% rispetto al diametro della zona stessa. Se il diametro è troppo inferiore, la zona non si attiva, per impedire la dispersione di campi magnetici.

Ad esempio una zona da 21cm sarà in grado di riconoscere correttamente una pentola da 20CM con fondo dal diametro di 17cm."

Postato originariamente da Erika Erika Ha scritto:

Salve, un ultima domanda.
Se la zona più piccola è di 90 mm  e la caffettiera risulta avere un diametro di fondo più piccolo, viene rilevata oppure no?Grazie
Torna in cima
laura View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 12 Dic 2011 alle 12:15
Salve, mi dareste un consiglio su quale piano cottura ad indizione, ad oggi, potrei comprare.
Considerando che ho 3 figli e quindi spesso cucino!!!!

Torna in cima
karamuta View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 16 Dic 2011
zona: Puglia
Stato: Offline
Points: 1
Link diretto a questo post Postato: 16 Dic 2011 alle 18:08
caro Cristiano,

ti scrivo come si fa con un amico perchè per me sei tale!
I tuoi consigli, le tue prove i tuoi "numeri" sono affissi nel retro di ogni anta della mia cucina;
io e mia moglie senza di te non saremmo così in salute da un punto di vista alimentare.
Avevo già comprato il tuo stesso piano cottura prima di conoscerti, quindi suppongo fosse una cosa già scritta.
Ti chieo solo una cosa in merito al discorso 3 - 4,5 kw: io ho quest'ultima soluzione, ho ricevuto le prime bollette ed i consumi sono certamente contenuti; però non mi trovo con il fatto che il costo del kw è inferiore rispetto all'impegnativa da 3 e quindi, alla lunga, si recupererebbero i maggiori costi di quota fissa.
Credo che il costo sia lo stesso se non addirittura superiore; ho letto attentamente i seguenti prospetti e mi sembra che sia così.

Bioraria D2 Transitoria Per contratti fino a 3 kW Residenti

http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_servizio_elettrico/tariffe_per_la_casa/biorarie_transitorie/d2_transitorie.aspx?it=0

Bioraria D3 Transitoria Per contratti oltre 3 kW e Non Residenti fino a 3 kW

http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_servizio_elettrico/tariffe_per_la_casa/biorarie_transitorie/d3_transitoria.aspx?it=0


Gradirei un tuo parere

ti abbraccio caramente

antonio caramuta
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 17 Dic 2011 alle 11:38
Salve Antonio,
grazie infinite per gli apprezzamenti.

Riguardo alle tariffe hai perfettamente ragione, purtroppo il discorso del recupero della quota fissa era valido al momento della realizzazione della recensione, nel tempo Enel ha continuamente ritoccato i prezzi relativi ai contratti da 6KW, portandoli ad un costo equivalente ai contratti da 3KW per il 3° e 4° scaglione e addirittura superiore per il 1° e 2° scaglione.
Pertanto ad oggi non è più possibile abbattere i costi relativi alle quote fisse.

Diciamo che Enel ha effettuato ciò che sta avvenendo per i carburanti (benzina / diesel).

Ringraziandoti ancora per i complimenti,
porgo i miei più cordiali saluti,
augurando un felice natale a te e famiglia.

Cristiano

Postato originariamente da karamuta karamuta Ha scritto:

caro Cristiano,

ti scrivo come si fa con un amico perchè per me sei tale!
I tuoi consigli, le tue prove i tuoi "numeri" sono affissi nel retro di ogni anta della mia cucina;
io e mia moglie senza di te non saremmo così in salute da un punto di vista alimentare.
Avevo già comprato il tuo stesso piano cottura prima di conoscerti, quindi suppongo fosse una cosa già scritta.
Ti chieo solo una cosa in merito al discorso 3 - 4,5 kw: io ho quest'ultima soluzione, ho ricevuto le prime bollette ed i consumi sono certamente contenuti; però non mi trovo con il fatto che il costo del kw è inferiore rispetto all'impegnativa da 3 e quindi, alla lunga, si recupererebbero i maggiori costi di quota fissa.
Credo che il costo sia lo stesso se non addirittura superiore; ho letto attentamente i seguenti prospetti e mi sembra che sia così.

Bioraria D2 Transitoria Per contratti fino a 3 kW Residenti

http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_servizio_elettrico/tariffe_per_la_casa/biorarie_transitorie/d2_transitorie.aspx?it=0

Bioraria D3 Transitoria Per contratti oltre 3 kW e Non Residenti fino a 3 kW

http://www.enel.it/it-IT/clienti/enel_servizio_elettrico/tariffe_per_la_casa/biorarie_transitorie/d3_transitoria.aspx?it=0


Gradirei un tuo parere

ti abbraccio caramente

antonio caramuta
Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 21 Dic 2011 alle 21:24
Karamuta è ciò che dicevo pure io in precedenza.. non vedo dove si possano recuperare i costi fissi.
Ma tu spendi molto con il piano ad induzione?
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 22 Dic 2011 alle 07:41
Salve Erika, come riferivo al sig. Karamuta,
purtroppo con i continui rincari GAS / Energia Elettrica, non sussiste più la possibilità di recuperare i costi fissi.

Al momento della realizzazione della recensione, le tariffe dei contratti da 6KW erano inferiori rispetto ai contratti standard da 3KW, e permettevano di recuperare parte dei costi fissi (in caso di consumi elevati di recuperarli interamente).

Naturalmente la maggior parte dei piani ad induzione dispone di limitatore, in modo da funzionare senza problemi con contratti da 3KW.
E' scontato, che al momento della cottura, bisognerà prestare attenzione a non accendere altri elettrodomestici, come forni elettrici, microonde, ecc.. per non superare la soglia di 3,3KW.

Il vantaggio di avere 6KW è esclusivamente quello di non preoccuparsi di nulla, utilizzando il piano cottura ad induzione e  nello stesso momento (ad esempio)  il forno elettrico per cuocere le "patate arrosto".

Prima di effettuare l'estensione a 4,5KW o 6KW, potrebbe provare a vedere se con 3KW è in grado di cucinare senza problemi, seguendo le indicazioni sopra riportare. Successivamente in caso di problemi, può richiedere l'estensione del contratto, il quale normalmente avviene in tempi brevissimi (1 o 2 giorni).

Riguardo al costo della bolletta, posso dirle, che noi, disponendo di scaldabagno elettrico (non siamo raggiunti da metanodotto), forno elettrico che utilizziamo spesso, lavastoviglie, PC, TV 42" Plasma, Frigo, microonde, Lavatrice, Acquario con filtro esterno, Piano ad induzione e stufa al pellet (mi sembra di non dimenticare nulla), abbiamo pagato l'ultima bolletta bimestrale elettrica € 86,00 (pari a €43,00 al mese). Lei attualmente quanto paga ?

Postato originariamente da Erika Erika Ha scritto:

Karamuta è ciò che dicevo pure io in precedenza.. non vedo dove si possano recuperare i costi fissi.
Ma tu spendi molto con il piano ad induzione?


Modificato da Cristiano Passeri - 22 Dic 2011 alle 07:49
Torna in cima
antonio View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 22 Dic 2011 alle 08:49
buongiorno Erika,

io non ho il metano quindi è tutto elettrico: pompa di calore aria-acqua ed integrazione al serbatoio di accumulo del solare termico; ho un contratto da 4,5 kw ed una valutazione seria dei consumi potrò farla in primavera.

In settembre ad un mio cliente, che ha il metano, ho fatto mettere il mio stesso piano induzione con un'impegnativa da 3kw: si trova benissimo; prova, al massimo poi l'aumenti.

buone feste

ciao

antonio caramuta
Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 23 Dic 2011 alle 20:29
Io attualmente spendo sui 40 euro a bimestre ma un piano cottura a gas, riscaldamento a metano, frigorifero con freezer sopra, 2 vecchie tv , pc, lavatrice,forno,  acquario con filtro interno. Nel nuovo alloggio avrò in più la lavastoviglie ed il piano cottura ad induzione della smeg con limitatore a 3 Kw. A parte il sabato e la domenica sono a casa solo la sera.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 24 Dic 2011 alle 09:15
Innanzi tutto approfitto per fare gli AUGURI DI UN FELICE E SERENO NATALE A TUTTI I VISITATORI!

Noi invece siamo a casa sia per il pranzo che per la cena.
Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Erika Erika Ha scritto:

Io attualmente spendo sui 40 euro a bimestre ma un piano cottura a gas, riscaldamento a metano, frigorifero con freezer sopra, 2 vecchie tv , pc, lavatrice,forno,  acquario con filtro interno. Nel nuovo alloggio avrò in più la lavastoviglie ed il piano cottura ad induzione della smeg con limitatore a 3 Kw. A parte il sabato e la domenica sono a casa solo la sera.
Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 26 Dic 2011 alle 14:17
Ciao,
ultima domanda urgente dato che mi hanno regalato una pentola per piano ad induzione che al momento non ho ancora e quindi non posso provare. Avrei urgenza perchè sono parenti francese e se la pentola non è adatta devo dargliela entro domani
. Se la mia zona  ha un diametro max di 200 mm e quello minimo di 120 mm ed io ho una pentola con fondo da 240 mm cosa succede?


Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 27 Dic 2011 alle 07:34
Normalmente il piano ad induzione rileva senza problemi una pentola con diametro maggiore rispetto alla zona di cottura.
Gli unici inconvenienti che potrebbero presentarsi, dato che il 20% del fondo della pentola risiede fuori dalla zona di cottura sono:

- allungamento dei tempi di cottura, ad esempio per portare in ebollizione l'acqua, con conseguente spreco di energia elettrica

- la cottura di alcune pietanze potrebbe non essere perfettamente omogenea nelle zone perimetrali della pentola


Postato originariamente da Erika Erika Ha scritto:

Ciao,
ultima domanda urgente dato che mi hanno regalato una pentola per piano ad induzione che al momento non ho ancora e quindi non posso provare. Avrei urgenza perchè sono parenti francese e se la pentola non è adatta devo dargliela entro domani
. Se la mia zona  ha un diametro max di 200 mm e quello minimo di 120 mm ed io ho una pentola con fondo da 240 mm cosa succede?


Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 28 Dic 2011 alle 20:24
Grazie Cristinao.
Appena proverò le pentole della tefal francesi vi farò sapere come vanno
Torna in cima
francesco View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 07 Gen 2012 alle 22:32
Ciao Cristiano,
innanzitutto vivissimi complimenti per come stai gestando il forum e per la competenza dimostrata!! sono Francesco dalla provincia di Ancona...sonon capitato qui in questo forum, come tanti altri, dopo un pò di peregrinare qua e la per capirne un pò di più sui piani cottura induzione. Ti dico subito che fino a qualche settimana fa non ne capivo assolutamente nulla e adesso, leggendo i post su questo forum, le risposte competenti che fornisci, comincio ad avere una visione più chiara di tutto quanto..Ti dico subito che a casa ho i fornelli e forno a gas pensa tu!!! Ma voglio cambiare e proprio per questo sono capitato qui..vorrei acquistare un piano cottura ad induzione...fino a ieri pensavo di prenderne uno singolo, di quelli economici, poi ho capito che non mi converrebbe per una serie di motivi... Premesso che ho installato a casa due impianti fotovoltaici da 3 Kwp l'uno e che di conseguenza non dovrei avere problemi di rimanere al buio Tongue durante l'utilizzo dei fornelli, a questo punto ti chiedo il classico consiglio per l'acquisto...da buon marchigiano, tirchio, non vorrei spendere troppo ma ho capito che i prodotti migliori, e più costosi, sono quelli ke poi rendono di più e danno meno problemi...bosch, smeg mi par di vedere, sono di qualità superiore con prezzi comunque importanti...girando qua e la ho trovato un Siemens (Piano Cottura 60cm a Induzione Vetroceramica EH651TA16E) a 615 euro e un Candy PVI 640 CBA a 390,00 euro e ancoraun AEG http://www.piano-cottura-induzione.itegozio/index.php?main_page=product_info&cPath=71&products_id=262 - HK 634200 XB  a 690 euro. Vista la tua esperienza, cosa mi consigli?? Meglio spendere qualcosa in più e andare sul sicuro o tentare la fortuna con prodotti meno conosciuti e di marche "inferiori"? grazie per la tua cortese risposta e il tuo prezioso aiuto che fornisci a tutti...
ps. ovviamente dovrò acquistare il nuovo pentolame e ti seguo anche nel relativo forum!!!TongueTongue
ciao,
francesco


Torna in cima
Stefano View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 08 Gen 2012 alle 16:09
Salve Marco,
Sto per ristrutturare casa, e come lei sono intenzionato a "fare a meno" del metano. Che sistema utilizza x scaldare l'acqua, da dastinare al riscaldamento e uso sanitario?
 
Grazie mille
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 09 Gen 2012 alle 07:39
Innanzi tutto ti ringrazio per i complimenti.

Personalmente tra quelli indicati, acquisterei sicuramente il modello EH651TA16E prodotto da Siemens, il quale dispone di 17 livelli di cottura e quindi di una maggiore precisione nella cottura delle pietanze.

Riguardo al costo di acquisto, ti sconsiglio di orientarti su marche economiche o poco conosciute, correresti il rischio di "spendere due volte"... in questo campo la frase "chi più spende meno spende" è sicuramente da considerare.

Saluti e buon acquisto
Cristiano Passeri

Ps. attendiamo tue opinioni non appena avrai effettuato l'acquisto

Postato originariamente da francesco francesco Ha scritto:

Ciao Cristiano,
innanzitutto vivissimi complimenti per come stai gestando il forum e per la competenza dimostrata!! sono Francesco dalla provincia di Ancona...sonon capitato qui in questo forum, come tanti altri, dopo un pò di peregrinare qua e la per capirne un pò di più sui piani cottura induzione. Ti dico subito che fino a qualche settimana fa non ne capivo assolutamente nulla e adesso, leggendo i post su questo forum, le risposte competenti che fornisci, comincio ad avere una visione più chiara di tutto quanto..Ti dico subito che a casa ho i fornelli e forno a gas pensa tu!!! Ma voglio cambiare e proprio per questo sono capitato qui..vorrei acquistare un piano cottura ad induzione...fino a ieri pensavo di prenderne uno singolo, di quelli economici, poi ho capito che non mi converrebbe per una serie di motivi... Premesso che ho installato a casa due impianti fotovoltaici da 3 Kwp l'uno e che di conseguenza non dovrei avere problemi di rimanere al buio Tongue durante l'utilizzo dei fornelli, a questo punto ti chiedo il classico consiglio per l'acquisto...da buon marchigiano, tirchio, non vorrei spendere troppo ma ho capito che i prodotti migliori, e più costosi, sono quelli ke poi rendono di più e danno meno problemi...bosch, smeg mi par di vedere, sono di qualità superiore con prezzi comunque importanti...girando qua e la ho trovato un Siemens (Piano Cottura 60cm a Induzione Vetroceramica EH651TA16E) a 615 euro e un Candy PVI 640 CBA a 390,00 euro e ancoraun AEG http://www.piano-cottura-induzione.itegozio/index.php?main_page=product_info&cPath=71&products_id=262 - HK 634200 XB  a 690 euro. Vista la tua esperienza, cosa mi consigli?? Meglio spendere qualcosa in più e andare sul sicuro o tentare la fortuna con prodotti meno conosciuti e di marche "inferiori"? grazie per la tua cortese risposta e il tuo prezioso aiuto che fornisci a tutti...
ps. ovviamente dovrò acquistare il nuovo pentolame e ti seguo anche nel relativo forum!!!TongueTongue
ciao,
francesco


Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 09 Gen 2012 alle 07:42
Al momento utilizzo uno scaldabagno da 30LT per scaldare l'acqua e una stufa al pellet per il riscaldamento domestico.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Stefano Stefano Ha scritto:

Salve Marco,
Sto per ristrutturare casa, e come lei sono intenzionato a "fare a meno" del metano. Che sistema utilizza x scaldare l'acqua, da dastinare al riscaldamento e uso sanitario?
 
Grazie mille
Torna in cima
enzo View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 11 Gen 2012 alle 17:49
Buonasera Cristiano  e tantissimi complimenti.  grazie a te ho deciso di passare da gas a induzione.
sono orientato sul bosch da te testato,(visto i prezzi abbordabili on line che si aggirano intorno ai 600 €)  ma ho notato sulle specifiche tecniche che è monofase 2 fasi, posso collegarlo al contatore
monofase da 3.3 kw.  volevo anche sapere se in mancanza di corrente, il limitatore di assorbimento  si azzera.
Grazie.
Saluti. Enzo
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 11 Gen 2012 alle 18:28
I piani cottura ad induzione prodotti per l'Italia sono adatti ad impianti elettrici standard da 3,3KW monofase, pertanto non avrai alcun problema in termini di connessione alla rete elettrica.

Tuttavia come indicato nei post precedenti è importante far verificare da un elettricista qualificato i cablaggi elettrici presenti nell'abitazione, per accertarsi se siano o meno adeguati all'assorbimento dei piani cottura ad induzione, onde evitare il danneggiamento o (nei casi peggiori) la fusione degli stessi.

Riguardo al limitatore, in mancanza di corrente le impostazioni rimangono correttamente memorizzate.

Una curiosità (se non sono indiscreto), quali sono i fattori che ti hanno spinto a passare all'induzione?

Saluti e buona serata.

Postato originariamente da enzo enzo Ha scritto:

Buonasera Cristiano  e tantissimi complimenti.  grazie a te ho deciso di passare da gas a induzione.
sono orientato sul bosch da te testato,(visto i prezzi abbordabili on line che si aggirano intorno ai 600 €)  ma ho notato sulle specifiche tecniche che è monofase 2 fasi, posso collegarlo al contatore
monofase da 3.3 kw.  volevo anche sapere se in mancanza di corrente, il limitatore di assorbimento  si azzera.
Grazie.
Saluti. Enzo
Torna in cima
Elisabetta View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 15 Gen 2012 alle 21:55
Buonasera,
sono nuova del forum. Innanzitutto complimenti per essere l'unico ad aver spiegato nel migliore dei modi le differenze dei piani a cottura anche a persone non competenti in materia, come me.
Ho acquistato un appartamento in Francia e dovrò scegliere un piano a induzione. I costi "oltrefrontiera" sembrano inferiori anche se online si ha una scelta di modelli più varia.
Posso chiederle una consulenza per marche e modelli?
La mia scelta per ora si sposta sul SIEMENS  EH675MN11E
Mi hanno parlato molto bene anche di Bosh e Neff ma dai forum semra ci sia la kueppersbusch(marca tedesca) impareggiabile a tutti!
Cosa ne dice?
Inoltre, per problemi di spazio dovrò installare il piano sopra al forno secondo lei è un problema per il calore prodotto in basso al piano e quindi a contatto con la macchina forno?
Grazie molte
 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 16 Gen 2012 alle 07:56
La ringrazio per i complimenti.
Siemens fa parte del gruppo BHS, di cui fanno parte anche Bosch e Neff.
I prodotti commercializzati da Siemens sono pertanto qualitativamente e tecnicamente equivalenti ai prodotti Bosch e Neff.

Riguardo al modello Siemens EH675MN11E, dalle specifiche è sicuramente un ottimo prodotto.
Grazie alla zona freeInduction si posso impiegare contenitori molto grandi o posizionare più pentole contemporaneamente, a proprio piacimento.

Sinceramente non ero a conoscenza del marchio kueppersbusch, tuttavia dalle specifiche tecniche pubblicate nel loro sito web, i piani cottura  kueppersbusch dispongono di 9 o max 12 livelli cottura.
Quindi esclusivamente in termini di precisione nella cottura, il gruppo BHS risulta "almeno su carta" più efficace, grazie ai 17 livelli di cottura disponibili nei loro prodotti.

Per quanto riguarda l'installazione sopra il forno, è necessario installare il piano cottura ad induzione in modo che ci sia uno spazio sufficiente per l'areazione dello stesso (tipicamente non meno 5cm tra forno e piano)  ed eventualmente se necessario inserire un rivestimento isolante.
Alcuni dei nostri visitatori, hanno effettuato questo tipo di installazione con successo e senza alcun tipo di problema.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Elisabetta Elisabetta Ha scritto:

Buonasera,
sono nuova del forum. Innanzitutto complimenti per essere l'unico ad aver spiegato nel migliore dei modi le differenze dei piani a cottura anche a persone non competenti in materia, come me.
Ho acquistato un appartamento in Francia e dovrò scegliere un piano a induzione. I costi "oltrefrontiera" sembrano inferiori anche se online si ha una scelta di modelli più varia.
Posso chiederle una consulenza per marche e modelli?
La mia scelta per ora si sposta sul SIEMENS  EH675MN11E
Mi hanno parlato molto bene anche di Bosh e Neff ma dai forum semra ci sia la kueppersbusch(marca tedesca) impareggiabile a tutti!
Cosa ne dice?
Inoltre, per problemi di spazio dovrò installare il piano sopra al forno secondo lei è un problema per il calore prodotto in basso al piano e quindi a contatto con la macchina forno?
Grazie molte
 


Modificato da Cristiano Passeri - 16 Gen 2012 alle 07:57
Torna in cima
Mario Bloise View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 16 Gen 2012 alle 09:11
Carissimo Cristiano,
innanzitutto come tutti gli altri ti faccio i complimenti, i tuoi consigli sono davvero utili. Io ho appena acquistato un piano ad induzione della Nardi, il modello PVF6HT48, in questi giorni sto facendo qualche esperimento, ma voglio paragonarli ai tuoi pertanto oggi proverò a portare ad ebollizione 1 litro d'acqua. Ancora non ho acquistato una pentola con fondo ad induzione, anche se ho una wok con coperchio, eventualmente potrei provarci con questa, comunque farò le prove con le mie pentole mondial casa con la piastra adattatore sottostante (acquistata presso la Rotex Italia), so che ci sarà perdita di potenza, ma credo che i risultati saranno comunque utili per coloro che non vogliono o non possono cambiare (per il momento) il loro pentolame. La piastra è dotata di 9 livelli di potenza e di funzione Booster per 10 minuti, dopodiché passa a potenza 9 in automatico. Ha 2 piani di cottura da 21.5 e due da 14.5. Controlli touch, blocco di sicurezza e timer. Ho anche io un impianto da 6 kw ed in attesa di completare il fotovoltaico (entro fine mese). Il piano ad induzione ha 4 settaggi, 2800w, 3500w, 6000w e 7200w.
Quando terminerò i miei test ti dirò com'è andata!
Ciao
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 16 Gen 2012 alle 09:30
Grazie mille per i complimenti e soprattutto per aver condiviso con il nostro forum le tue preziose informazioni.

Sono molto interessato al test relativo alla "piastra disco ad induzione di Rotex Italia".

Lo scorso novembre contattai Rotex Italia per richiedere un campione di questo prodotto per effettuare una recensione ed in particolare per verificare la differenza di tempo per portare in ebollizione 1lt di acqua con e senza l'ausilio di tale piastra.
Sfortunatamente ad oggi Rotex Italia non ha risposto alla richiesta..
proverò a contattarli nuovamente, forse a seguito di qualche disattenzione la mia richiesta venne cancellata senza essere processata..

In attesa di conoscere i tuoi risultati,
porgo i miei più cordiali saluti

Cristiano Passeri


Postato originariamente da Mario Bloise Mario Bloise Ha scritto:

Carissimo Cristiano,
innanzitutto come tutti gli altri ti faccio i complimenti, i tuoi consigli sono davvero utili. Io ho appena acquistato un piano ad induzione della Nardi, il modello PVF6HT48, in questi giorni sto facendo qualche esperimento, ma voglio paragonarli ai tuoi pertanto oggi proverò a portare ad ebollizione 1 litro d'acqua. Ancora non ho acquistato una pentola con fondo ad induzione, anche se ho una wok con coperchio, eventualmente potrei provarci con questa, comunque farò le prove con le mie pentole mondial casa con la piastra adattatore sottostante (acquistata presso la Rotex Italia), so che ci sarà perdita di potenza, ma credo che i risultati saranno comunque utili per coloro che non vogliono o non possono cambiare (per il momento) il loro pentolame. La piastra è dotata di 9 livelli di potenza e di funzione Booster per 10 minuti, dopodiché passa a potenza 9 in automatico. Ha 2 piani di cottura da 21.5 e due da 14.5. Controlli touch, blocco di sicurezza e timer. Ho anche io un impianto da 6 kw ed in attesa di completare il fotovoltaico (entro fine mese). Il piano ad induzione ha 4 settaggi, 2800w, 3500w, 6000w e 7200w.
Quando terminerò i miei test ti dirò com'è andata!
Ciao


Modificato da Cristiano Passeri - 16 Gen 2012 alle 09:31
Torna in cima
Mario Bloise View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 16 Gen 2012 alle 16:03
Allora prime prove effettuate. Con la piastra rotex ed una pentola mondial casa da 3/4 litri (non so di preciso) 1 lt d'acqua ha impiegato 10:30 minuti per arrivare ad ebollizione (quindi un eternità) a potenza booster. Per quanto riguarda la seconda prova effettuata con una wok con coperchio ad induzione (non molto indicata, ma l'unica che al momento ho ad induzione) ha impiegato 6:30 minuti.
Appena possibile acquisterò una pentola adatta e ti comunico i tempi di ebollizione, per il momento attendo tue considerazioni :)
Saluti
Mario

p.s.: Considera che con la piastra rotex, una pentola con 3 litri ha impiegato 23 minuti per arrivare al punto di ebollizione.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 16 Gen 2012 alle 16:31
Davvero un'eternità...
Viste le tempistiche, posso semplicemente constatare che questo accessorio va utilizzato solo e soltanto in casi di estrema necessità, altrimenti è totalmente antieconomico.

Riguardo al wok, non ho mai testato questa tipologia di pentolame.
Il fondo del wok che diametro ha ? E in quale zona di cottura è stata posizionata 21,5 o 14.5 ?

In attesa di conoscere i tuoi risultati relativi alla piastra rotex abbinata ad una pentola ad induzione classica, ti ringrazio infinitamente per le preziose informazioni.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Mario Bloise Mario Bloise Ha scritto:

Allora prime prove effettuate. Con la piastra rotex ed una pentola mondial casa da 3/4 litri (non so di preciso) 1 lt d'acqua ha impiegato 10:30 minuti per arrivare ad ebollizione (quindi un eternità) a potenza booster. Per quanto riguarda la seconda prova effettuata con una wok con coperchio ad induzione (non molto indicata, ma l'unica che al momento ho ad induzione) ha impiegato 6:30 minuti.
Appena possibile acquisterò una pentola adatta e ti comunico i tempi di ebollizione, per il momento attendo tue considerazioni :)
Saluti
Mario

p.s.: Considera che con la piastra rotex, una pentola con 3 litri ha impiegato 23 minuti per arrivare al punto di ebollizione.
Torna in cima
Mario Bloise View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 16 Gen 2012 alle 16:43
il fondo del wok è stato posizionato sulla zona da 14.5, quella da 21,5 è troppo grande e non la riconosce. 
Non appena acquisto una pentola ad induzione ti comunicherò i risultati.
Per quanto riguarda i consumi, visto che non sono molto bravo nei conteggi relativi all'energia elettrica, considerando quella prova con i 3 litri d'acqua, e cioè 23 minuti + ipotizziamo 7 minuti di cottura pasta, quando sarebbe all'incirca il consumo di energia ed il costo????
Torna in cima
Andrea View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 18 Gen 2012 alle 14:33
Buon giorno e complimenti per questo bel forum, veramente chiaro ed esplicativo.
Sono in procinto di acquistare un piano ad induzione ma mi sembra veramente difficile orientarsi nel panorama dell'offerta di modelli. Ero orientato sul modello whirlpool acm 723 ba, dotato di limitatore a 2,5 Kw, in quanto cercando sul web è il primo che ho trovato col limitatore. Sucessivamente ho trovato i modelli della bosh PIA 611 T 16 J con limitazione fino ad 1 kw e poi, leggendo i post sul forum, il PIN 651 T 14 E.
Potrebbe gentilmente aiutarmi nella scelta? cosa ne pensa dei piani della Whirlpool?
Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 20 Gen 2012 alle 08:07
La ringrazio per i complimenti.

Riguardo al modello whirlpool acm 723 ba, tale prodotto non risulta presente nel catalogo Whirlpool, tuttavia penso che sia equivalente al 703 ba, quindi dotato di limitatore a 2,5 Kw e 9 livelli di potenza.
Un consiglio, quando si ricerca un piano cottura ad induzione è consigliabile andare direttamente nel sito Italiano del produttore, in quanto attraverso i motori di ricerca o forum, vengono visualizzati prodotti destinati non solo al mercato Italiano, ma anche al mercato europeo, quindi dotati di  caratteristiche tecniche che potrebbero non soddisfare un acquirente connazionale.
Ad esempio il modello PIN651T14E compare nel catalogo Francese di Bosch  e non in quello Italiano, infatti tale modello a differenza dei prodotti destinati all'Italia, non dispone di Funzione "Energy Tutor" per limitare l'assorbimento elettrico da 1 kW.

Per il mercato Italiano prodotti equivalenti al PIN651T14E vengono commercializzati da Siemens e Neff: Siemens modello EH675MN11E e Neff modello T44T43N0 (entrambe con funzione di limitatore di assorbimento).

Riguardo alla scelta, probabilmente tra i modelli sopra elencati, sceglierei il Siemens EH675MN11E, in quanto il bosch PIN651T14E non dispone di zona di cottura da 21CM ma bensì di di N.2 zone da 18cm e N.2 da 14,5cm.
La zona da 21cm potrebbe risultare utile, come detto in precedenti post, per pentolame di dimensioni generose.

Riguardo a Whirlpool, sebbene sia un ottimo prodotto, personalmente preferisco piani ad induzione dotati di maggiore precisione nella cottura e quindi con 17 livelli.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Andrea Andrea Ha scritto:

Buon giorno e complimenti per questo bel forum, veramente chiaro ed esplicativo.
Sono in procinto di acquistare un piano ad induzione ma mi sembra veramente difficile orientarsi nel panorama dell'offerta di modelli. Ero orientato sul modello whirlpool acm 723 ba, dotato di limitatore a 2,5 Kw, in quanto cercando sul web è il primo che ho trovato col limitatore. Sucessivamente ho trovato i modelli della bosh PIA 611 T 16 J con limitazione fino ad 1 kw e poi, leggendo i post sul forum, il PIN 651 T 14 E.
Potrebbe gentilmente aiutarmi nella scelta? cosa ne pensa dei piani della Whirlpool?
Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 20 Gen 2012 alle 08:18
Salve Mario,
non avevo notato il suo secondo messaggio.
Le rispondo solamente oggi per questo motivo.

Dunque considerando circa 0,20€ il costo orario al KW

Il costo totale è di circa 0,15€

Postato originariamente da Mario Bloise Mario Bloise Ha scritto:

il fondo del wok è stato posizionato sulla zona da 14.5, quella da 21,5 è troppo grande e non la riconosce. 
Non appena acquisto una pentola ad induzione ti comunicherò i risultati.
Per quanto riguarda i consumi, visto che non sono molto bravo nei conteggi relativi all'energia elettrica, considerando quella prova con i 3 litri d'acqua, e cioè 23 minuti + ipotizziamo 7 minuti di cottura pasta, quando sarebbe all'incirca il consumo di energia ed il costo????
Torna in cima
camelot View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 07 Gen 2012
Stato: Offline
Points: 1
Link diretto a questo post Postato: 26 Gen 2012 alle 06:54
Salve, Sig. Cristiano,
torno a farle i miei complimenti per l'ottima gestione del forum e per le risposte sempre esaustive.
In attesa di procedere all'acquisto del piano ad induzione Siemens EH651TA16E, che, secondo il suo parere è un valido prodotto in virtù delle 17 regolazioni di livelli cottura, nel  frattempo volevo provvedere a sostituire il vecchio forno ad incasso, a gas metano, con uno elettrico...Le chiedo il solito consiglio per l'acquisto, essendo poco esperto del settore...girando qua e la nei negozi della mia zona, ho trovato questo Candy FPP 6021/1 X in promozione a 259 euro contro un prezzo standard di 350 euro circa... potrebbe rivelarsi un acquisto "serio"? grazie se potrà rispondermi...un saluto e buon lavoro,
francesco

Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 26 Gen 2012 alle 13:52
Salve Francesco,

Posso esclusivamente dirle che nel 2010, dopo aver valutato le varie proposte del mercato, scelsi  per la mia abitazione (basandomi sulle caratteristiche tecniche e sull'estetica del prodotto) un forno prodotto da Bosch, modello HBA36B550J, il cui costo si aggirava intorno alle 800,00€ e sino ad oggi posso dire che si è dimostrato un validissimo acquisto.

Riguardo ai consigli relativi all'acquisto di un forno, in tutta onesta ed umiltà non saprei darle indicazioni utili e oggettive, in quanto la mia esperienza è circoscritta ai piani cottura ad induzione.

Mi dispiace non poterla aiutare ulteriormente.
Saluti
Cristiano

Postato originariamente da camelot camelot Ha scritto:

Salve, Sig. Cristiano,
torno a farle i miei complimenti per l'ottima gestione del forum e per le risposte sempre esaustive.
In attesa di procedere all'acquisto del piano ad induzione Siemens EH651TA16E, che, secondo il suo parere è un valido prodotto in virtù delle 17 regolazioni di livelli cottura, nel  frattempo volevo provvedere a sostituire il vecchio forno ad incasso, a gas metano, con uno elettrico...Le chiedo il solito consiglio per l'acquisto, essendo poco esperto del settore...girando qua e la nei negozi della mia zona, ho trovato questo Candy FPP 6021/1 X in promozione a 259 euro contro un prezzo standard di 350 euro circa... potrebbe rivelarsi un acquisto "serio"? grazie se potrà rispondermi...un saluto e buon lavoro,
francesco

Torna in cima
laura View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 30 Gen 2012 alle 22:11

Buonasera,

innanzitutto complimenti per il forum.
Volevo fare una domanda, sto ristrutturando casa e volevo mettere un piano a induzione dell'ariston codice KIC740BIT, in quanto mi hanno detto che ha il limitatore di potenza, mi chiedevo però se era regolabile, in quanto sui dati tecnici non ho trovato nessuna voce al riguardo. Potete aiutarmi? grazie infinite
Laura
Torna in cima
Debora View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 31 Gen 2012 alle 21:46
Devo comprare la cucina nuova e sono troppo tentata dal piano ad induzione..sia per praticità che per costi..purtroppo,però,ho paura che poi non potrò utilizzare la mia batteria di pentole di Mondial Casa (completa...)..ho fatto la prova con la calamita ma non si attacca al fondo..questo vuol dire che la pentola non è compatibile?oppure che può essere utilizzata ma con calo delle prestazioni?spero in una vostra idea illuminante...perchè non so più cosa fare :(
Torna in cima
alessandra View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 31 Gen 2012 alle 22:22
Grazie a queste recensioni tutto mi è chiaro!!! Anche io non ho il gas metano nell'abitazione che presto dovrò occupare. Ho messo un impianto fotovoltaico da 3 kw ed un contatore da 4 e mezzo. Dovrei farcela. L'unica cosa che non sapevo è se il piano dovesse essere incassato. la mia vecchia cucina che dovrei far rimontare, aveva originariamente un piano a gas con cinque fuochi. Se volessi farmi installare un piano ad induzione bosch del modello letto dovrei sicuramente farmi rifare il top. Questo è poca cosa, comunque, rispetto ai vantaggi che, a quanto si dice, la cucina ad induzione mi offrirà. Grazie per la chiarezza e la competenza in materia! Saluti. Ale.
Torna in cima
alessandra View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 31 Gen 2012 alle 22:59
Sono stata in crisi per tanto tempo! ORA; QUESTO FORUM E'STATA UNA RIVELAZIONE!!!!Sono felice di aver fatto mezzanotte, nonostante domattina mi aspetti la sveglia per portare i bimbi a scuola!!!!Presto andrò nella mia nuova casa e il non dover pensare più a come diavolo cucinerò senza gas mi porta in Paradiso!!! Farò sogni d'oro e domani mi accingerò all'acquisto di un efficiente piano Bosch!! Grazie infinitamente Cristiano!!!Per la competenza, l'efficienza, la chiarezza, lo scrupolo e la professionalità!!!Se tutti fossero come te l'Italia non andrebbe a rotoli!!!Buonanotte! Alessandra. 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 01 Feb 2012 alle 07:00
Salve Laura, sfortunatamente non sono riuscito a trovare informazioni dettagliate relative al piano Ariston KIC740BIT. Dalle informazioni reperite sembrerebbe che il limitatore è impostato di fabbrica a 3KW senza la possibilità di essere regolato.

Per sicurezza le consiglio di contattare il servizio clienti: http://assistenza.hotpoint-ariston.it/hotpoint/servizio-clienti

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da laura laura Ha scritto:

Buonasera,

innanzitutto complimenti per il forum.
Volevo fare una domanda, sto ristrutturando casa e volevo mettere un piano a induzione dell'ariston codice KIC740BIT, in quanto mi hanno detto che ha il limitatore di potenza, mi chiedevo però se era regolabile, in quanto sui dati tecnici non ho trovato nessuna voce al riguardo. Potete aiutarmi? grazie infinite
Laura
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 01 Feb 2012 alle 07:06
Salve Debora, molto probabilmente la batteria di pentole non è compatibile. Le consiglio di contattare Mondial Casa per avere la conferma.

Postato originariamente da Debora Debora Ha scritto:

Devo comprare la cucina nuova e sono troppo tentata dal piano ad induzione..sia per praticità che per costi..purtroppo,però,ho paura che poi non potrò utilizzare la mia batteria di pentole di Mondial Casa (completa...)..ho fatto la prova con la calamita ma non si attacca al fondo..questo vuol dire che la pentola non è compatibile?oppure che può essere utilizzata ma con calo delle prestazioni?spero in una vostra idea illuminante...perchè non so più cosa fare :(
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 01 Feb 2012 alle 07:09
La ringrazio tantissimo per i gentilissimi e calorosi complimenti.
Non appena avrà la possibilità di testare il suo piano ad induzione, sarei contento se inviasse nel forum le sue impressioni.
Grazie ancora.
Cristiano

Postato originariamente da alessandra alessandra Ha scritto:

Sono stata in crisi per tanto tempo! ORA; QUESTO FORUM E'STATA UNA RIVELAZIONE!!!!Sono felice di aver fatto mezzanotte, nonostante domattina mi aspetti la sveglia per portare i bimbi a scuola!!!!Presto andrò nella mia nuova casa e il non dover pensare più a come diavolo cucinerò senza gas mi porta in Paradiso!!! Farò sogni d'oro e domani mi accingerò all'acquisto di un efficiente piano Bosch!! Grazie infinitamente Cristiano!!!Per la competenza, l'efficienza, la chiarezza, lo scrupolo e la professionalità!!!Se tutti fossero come te l'Italia non andrebbe a rotoli!!!Buonanotte! Alessandra. 
Torna in cima
Siro Menges View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 31 Gen 2012
Stato: Offline
Points: 1
Link diretto a questo post Postato: 01 Feb 2012 alle 08:45
Tra poco dovrò trasferirmi nel nuovo appartamento e anch'io vivo l'incertezza del come far da mangiare. Si tratta di un piccolo appartamento dove vivrò da single, tra l'altro in un condominio dove non arriva il gas di città per cui l'alternativa sarebbe la bombola.
Chiedo se un contratto ENEL da 3kw (e un po' di attenzione nel non attaccare più elettrodomestici assieme) possano bastare per "gestire" una piastra a induzione a 2 fuochi.
Inoltre, girando in internet ho visto che in Francia e probabilmente anche in Germania l'induzione costa assai meno che in Italia, sarei tentato di acquistare on line in uno di questi paesi. Qualcuno ha esperienze o suggerimenti da dare ?
Vi ringrazio
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 01 Feb 2012 alle 09:43
Prestando la dovuta attenzione con un piano a 2 fuochi e contratto da 3KW dovrebbe cucinare senza alcun problema. Riguardo all'acquisto OnLine da Germania o Francia, non dovrebbero esserci problemi, anche se normalmente questi tipi di prodotti di non dispongono di limitatore di assorbimento a differenza dei prodotti italiani.


Postato originariamente da Siro Menges Siro Menges Ha scritto:

Tra poco dovrò trasferirmi nel nuovo appartamento e anch'io vivo l'incertezza del come far da mangiare. Si tratta di un piccolo appartamento dove vivrò da single, tra l'altro in un condominio dove non arriva il gas di città per cui l'alternativa sarebbe la bombola.
Chiedo se un contratto ENEL da 3kw (e un po' di attenzione nel non attaccare più elettrodomestici assieme) possano bastare per "gestire" una piastra a induzione a 2 fuochi.
Inoltre, girando in internet ho visto che in Francia e probabilmente anche in Germania l'induzione costa assai meno che in Italia, sarei tentato di acquistare on line in uno di questi paesi. Qualcuno ha esperienze o suggerimenti da dare ?
Vi ringrazio
Torna in cima
antonella View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 01 Feb 2012 alle 20:45
ciao cristiano... ho acquistato il piano ad induzione della siemens EH675MN11E,  ora devo acquistare 
pentole e padelle,  mi puoi consigliare qualche marca che mi permetta di cucinare e ottimizzare i consumi? 
grazie e a presto.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 03 Feb 2012 alle 09:36
Salve Antonella,
per quanto riguarda il pentolame non c'è una marca che primeggia in questo settore, pertanto il mio consiglio è di seguire le seguenti indicazioni:

- Acquistare solo pentolame certificato per il funzionamento con piani ad induzione e quindi dotato di relativo simbolo stampato nel fondo che ne attesti l'effettiva funzionalità.
- Dai test che ho effettuato sino ad oggi è emerso che è preferibile acquistare prodotti con triplo fondo, in quanto non sono soggetti alla dilatazione o deformazione dello stesso.
- E' molto importante scegliere pentolame o padelle con diametro del fondo adeguato alla dimensione del prodotto.
Esempio: tempo fa testai una pentola da 24cm dotata di fondo da 13,5cm. Le dimensioni ridotte del fondo comportarono un aumento del tempo di cottura improponibile.
La pentola impiegò ben 5 minuti e 20 secondi per portare in ebollizione 1 litro di acqua, contro 2 minuti e 10 secondi di una pentola sempre da 24cm ma con fondo di 18,5cm.
- Scegliere pentolame con diametro del fondo adeguato alla zona di cottura dove andrà posizionato.

Restiamo in attesa di ricevere le tue impressioni d'uso non appena avrai acquistato il pentolame.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da antonella antonella Ha scritto:

ciao cristiano... ho acquistato il piano ad induzione della siemens EH675MN11E,  ora devo acquistare 
pentole e padelle,  mi puoi consigliare qualche marca che mi permetta di cucinare e ottimizzare i consumi? 
grazie e a presto.
Torna in cima
Mirco View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 03 Feb 2012
Stato: Offline
Points: 1
Link diretto a questo post Postato: 04 Feb 2012 alle 10:53
Buongiorno, innanzitutto complimenti per il forum, ho trovato informazioni davvero interessanti.
Ho visto che avete dato buoni giudizi al piano cottura siemens EH675MN11E. Leggendo il forum ho scoperto che anche Neff fa piani cottura molto simili (fanno parte dello stesso gruppo assieme a Bosch). 
In particolare, ho visto che il Neff T44T63N0 ha due zone freeinduction. 
Forse è più flessibile come utilizzo? Mi conviene prendere quello? Mi sembra di aver capito che sono dei dubbi sulla dispersione del campo magnetico, che dite?

Grazie mille.
Torna in cima
Luca View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 06 Feb 2012 alle 17:29
Buongiorno,
innanzitutto mi accodo ai complimenti davvero meritati.
Per quanto mi riguarda nell'acquistare la cucina ci sono state proposte queste 2 soluzioni per quanto riguarda la piastra: Siemens EH651TA16E e Scholtes TIP 744 DDL.
Del primo ho già letto bene sul forum, conosco la marca, ha il piano largo 60cm, 4 elementi riscaldanti di 18cm max, 17 livelli di cottura e il PowerManagment.
Del secondo non conoscevo la marca, ma sul loro sito si celebrano come gli inventori della tecnologia, è largo 70 cm (che per praticità ed estetica lo preferivamo), 4 elementi riscaldanti di cui 2 versatili (a cerchi concentrici), 16 livelli di cottura, un booster a quanto ho capito molto potente, ma non ha il Power Managment. Costa 200euro in più.
Per quanto riguarda il contratto energetico non lo abbiamo ancora stipulato essendo la casa in costruzione; da quanto letto immagino opteremo per 6KW se ciò non si rileverà troppo oneroso.
Cosa consiglierebbe? Come marca la Scholtes è affidabile?
Grazie mille,
   Luca
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 07 Feb 2012 alle 17:42
Salve Luca,
effettivamente dalle specifiche il piano Scholtes TIP 744 DDL non dispone di limitatore di corrente.
La ditta Scholtes, di origine francese, oggi fa parte del gruppo Ariston / Indesit.
Sinceramente non saprei collocare qualitativamente i prodotti Scholtes, le consiglio di effettuare una ricerca nei forum del settore e vedere cosa ne pensano i possessori.
Personalmente visto la differenza di prezzo, sceglierei Siemens, dato che oltre a costare meno dispone di limitatore di assorbimento.

Postato originariamente da Luca Luca Ha scritto:

Buongiorno,
innanzitutto mi accodo ai complimenti davvero meritati.
Per quanto mi riguarda nell'acquistare la cucina ci sono state proposte queste 2 soluzioni per quanto riguarda la piastra: Siemens EH651TA16E e Scholtes TIP 744 DDL.
Del primo ho già letto bene sul forum, conosco la marca, ha il piano largo 60cm, 4 elementi riscaldanti di 18cm max, 17 livelli di cottura e il PowerManagment.
Del secondo non conoscevo la marca, ma sul loro sito si celebrano come gli inventori della tecnologia, è largo 70 cm (che per praticità ed estetica lo preferivamo), 4 elementi riscaldanti di cui 2 versatili (a cerchi concentrici), 16 livelli di cottura, un booster a quanto ho capito molto potente, ma non ha il Power Managment. Costa 200euro in più.
Per quanto riguarda il contratto energetico non lo abbiamo ancora stipulato essendo la casa in costruzione; da quanto letto immagino opteremo per 6KW se ciò non si rileverà troppo oneroso.
Cosa consiglierebbe? Come marca la Scholtes è affidabile?
Grazie mille,
   Luca
Torna in cima
Andrea View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 15 Feb 2012 alle 12:32
rivolgo una domanda, visto l'argomento così ben trattato,
possiedo un piano ad induzione ed ho problemi relativi al funzionamento, in quanto la fornitura di energia da contratto ha un range del 10%, a volte l'abbassamento è tale (200VAC) da mandare in blocco il sistema, e non permettere il surriscaldamento della pentola (questo accade molto spesso negli orari di punta, purtroppo sempre coincidenti agli orari dei pasti).

esistono schede elettroniche/filtri capaci di generare il campo magnetico richiesto anche supportando tali abbassamenti di tensione??

premetto che, isolamento, cavi e utenza è stata adeguata per un'installazione a regola d'arte; ma nonostante tutto il piano ad induzione a qualsiasi livello (da 1 a 9) non funziona.

grazie anticipatamente
Andrea Uberti


Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 17 Feb 2012 alle 07:20
Salve Andrea,
sinceramente è la prima volta che sento parlare di un problema simile.

Che tipo di piano ad induzione ha installato nella sua abitazione ?
Ha provato a contattare il produttore per segnalare l'anomalia ? Non vorrei che il piano sia difettoso.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Andrea Andrea Ha scritto:

rivolgo una domanda, visto l'argomento così ben trattato,
possiedo un piano ad induzione ed ho problemi relativi al funzionamento, in quanto la fornitura di energia da contratto ha un range del 10%, a volte l'abbassamento è tale (200VAC) da mandare in blocco il sistema, e non permettere il surriscaldamento della pentola (questo accade molto spesso negli orari di punta, purtroppo sempre coincidenti agli orari dei pasti).

esistono schede elettroniche/filtri capaci di generare il campo magnetico richiesto anche supportando tali abbassamenti di tensione??

premetto che, isolamento, cavi e utenza è stata adeguata per un'installazione a regola d'arte; ma nonostante tutto il piano ad induzione a qualsiasi livello (da 1 a 9) non funziona.

grazie anticipatamente
Andrea Uberti


Torna in cima
gabri60 View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 17 Feb 2012
Stato: Offline
Points: 3
Link diretto a questo post Postato: 17 Feb 2012 alle 18:36
Salve a tutti. Voglio acquistare un piano cottura ad induzione da cm.90. Sono molto confusa e non so scegliere fra Bosch e Smeg. Bosch mi prende di più per la dimensione massima della zona cottura fino a cm.32, ma vorrei fare un acquisto "perfetto". Mi può dire quale è per lei il migliore? La ringrazio e le faccio i complimenti per il tempo che concede e tutte le risposte molto professionali.
gabri60
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 18 Feb 2012 alle 10:38
La ringrazio per i complimenti.

Entrambe i prodotti Bosch PID975L24E e SMEG SI955D vantano caratteristiche eccellenti (non avendo specificato la sigla dei prodotti, penso che si riferisse a questi modelli).

Diciamo che il vantaggio principale di Bosch (come da lei indicato) sta nel fatto di disporre di una zona di cottura da 32CM e di un pannello dei comandi con display LCD , il quale offre una cottura più agevolata e immediata rispetto al pannello del modello SMEG.

I livelli di cottura offerti dai piani sono entrambe eccellenti:
per il modello bosch 17+booster mentre per il modello smeg 15+boster.

L'ultimo punto da valutare è il prezzo di acquisto, il quale sembrerebbe a favore del bosch, almeno consultando alcuni store OnLine.

Detto ciò ribadisco che entrambe sono prodotti eccellenti.

Spero di esserle stato utile.

Saluti
Cristiano Passeri.

Postato originariamente da gabri60 gabri60 Ha scritto:

Salve a tutti. Voglio acquistare un piano cottura ad induzione da cm.90. Sono molto confusa e non so scegliere fra Bosch e Smeg. Bosch mi prende di più per la dimensione massima della zona cottura fino a cm.32, ma vorrei fare un acquisto "perfetto". Mi può dire quale è per lei il migliore? La ringrazio e le faccio i complimenti per il tempo che concede e tutte le risposte molto professionali.
Torna in cima
gabri60 View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 17 Feb 2012
Stato: Offline
Points: 3
Link diretto a questo post Postato: 20 Feb 2012 alle 08:46
Mi permetto di chiedere un ulteriore chiarimento, segnalando stavolta i due modelli che mi interessano: Bosch PID975L24E e Smeg SE2951ID1. Un'altra funzione che sto valutando possa essere molto importante è quella dell'antitraboccamente presente nel piano Smeg, ma a svantaggio di questo piano c'è la non presenza della possibilità della limitazione di potenza. Cosa ne pensi? Grazie ancora.
gabri60
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 20 Feb 2012 alle 09:13
Salve Gabriella,

sinceramente non ho ben compreso dalle schede tecniche o dai manuali se Smeg per antitraboccamento intenda la stessa funzione presente nei piani Bosch.

Bosch ad esempio, nel caso fuoriesca del liquido da una pentola, e raggiunga il pannello comandi, è in grado di bloccare immediatamente il piano, spegnendo tutte le zone di cottura, in modo da arrestare la fuoriuscita del liquido e impedire che lo stesso fuoriesca al di fuori della superficie del piano.

Se la funzione antitraboccamento svolge questa funzione, allora la stessa è presente anche nei piani bosch.

Per maggiori informazioni la invito a contattare direttamente Smeg al seguente indirizzo: commerciale.incasso@smeg.it

Le sarei grato se condividesse la risposta fornita da smeg all'interno del nostro forum.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da gabri60 gabri60 Ha scritto:

Mi permetto di chiedere un ulteriore chiarimento, segnalando stavolta i due modelli che mi interessano: Bosch PID975L24E e Smeg SE2951ID1. Un'altra funzione che sto valutando possa essere molto importante è quella dell'antitraboccamente presente nel piano Smeg, ma a svantaggio di questo piano c'è la non presenza della possibilità della limitazione di potenza. Cosa ne pensi? Grazie ancora.
Torna in cima
gabri60 View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 17 Feb 2012
Stato: Offline
Points: 3
Link diretto a questo post Postato: 20 Feb 2012 alle 12:32
Il servizio assistenza Smeg mi ha risposto che per "Antitraboccamento" si intende quando; in presenza di tracimazione dei liquidi, uno speciale dispositivo spegne il piano. Quindi penso come te che sia la stessa funzione che possiede il piano Bosch. Ho deciso, acquisterò il piano Bosch.Grazie ancora.
gabri60
Torna in cima
Marcus View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 01 Mar 2012 alle 17:03
Grazie per le chiare informazioni.

Volevo sapere che grado di resistenza hanno i piani di cottura in vetro.
Si possono rigare facilmente?
Se mi sfugge una pentola e cade sul piano, questo si può rompere?

Grazie!
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 01 Mar 2012 alle 19:14
La vetroceramica è molto resistenza agli urti, ed è veramente difficile che si rompa.
Riguardo ai graffi, è bene prestare attenzione sia durante l'uso che in fase di pulizia.

Sostanzialmente per evitare graffi è buona regola accertarsi che il fondo del nostro pentolame non sia danneggiato (ad esempio a seguito di una caduta) e acquistare sempre prodotti certificati per l'uso con il piano cottura ad induzione.
Per pulire il piano cottura è sufficiente impiegare una semplicissima spugna umida (prima di parti abrasive) e successivamente ripassare la superficie con un panno asciutto o dello scottex.
Non vanno mai usate spugne abrasive o in acciaio.

Di seguito alcune informazioni prese da dei manuali Bosch e Elettrolux:

Electrolux

• Se oggetti o stoviglie cadono sul piano in
vetroceramica, la superficie può essere
danneggiata.
• Lo spostamento di pentole in ghisa, in alluminio
o con fondi danneggiati può provocare
graffi al piano in vetroceramica.

Bosch

• I fondi ruvidi di pentole e padelle graffiano la vetroceramica.
• La caduta di oggetti duri o appuntiti sul piano di cottura può provocare danni.

Postato originariamente da Marcus Marcus Ha scritto:

Grazie per le chiare informazioni.

Volevo sapere che grado di resistenza hanno i piani di cottura in vetro.
Si possono rigare facilmente?
Se mi sfugge una pentola e cade sul piano, questo si può rompere?

Grazie!
Torna in cima
unusual View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 01 Mar 2012
Stato: Offline
Points: 4
Link diretto a questo post Postato: 01 Mar 2012 alle 19:37

Salve a tutti, e grazie per i post inseriti, tutti molto utili.

Mi scuso se non apro un thread nuovo, ma vedo che postate tutti qui, al max admin sposta pure se necessario.

Ho deciso anche io per il futuro acquisto di un piano a induzione, e volevo un vostro parere su una mia riflessione.

Ho notato che alcuni PC hanno assorbimenti in watt differenti, tipo 2990 e 4600, con caratteristiche identiche di diametro e potenza sull'elemento riscaldante nonchè livelli di potenza.


Ora mi chiedo: un minor numero watt mi comporta tempi di cottura + lunghi? Meno calore prodotto?

Dato che quasi tutti, almeno penso io, faremo affidamento all'energy tutor, ha senso acquistare un 7200W e poi depotenziarlo? A quel punto comprare meno Watt a vantaggio del prezzo ha senso?

La vostra opinione?


Grazie, unusual.




Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 02 Mar 2012 alle 08:09
Gli assorbimenti di 2990W, 4600W e 7200W indicano i consumi massimi che il piano potrebbe raggiungere, accendendo contemporaneamente ogni singola zona di cottura al massimo della potenza.

Riguardo ai tempi di cottura, minor watt equivale a minore potenza calorifera (un pò come avviene per le stufette elettriche), con conseguente allungamento dei tempi di cottura.

Ipotizzando per assurdo di avere un piano cottura limitato a 2999W, non potremmo usufruire delle funzione booster o del livello 9 per portare in ebollizione contemporaneamente due pentole posizionate nelle zone da 18cm di diametro, ma saremo costretti ad usare il livello 8. (otto e mezzo) per una pentola (pari a 1548 w) e livello 8 (pari a 1296 w
) per l'altra, in modo da non "sforare" i 2999W del nostro piano.

Se avessimo avuto un piano con energy tutor, avremmo potuto variare il limitatore, portandolo ad esempio a 4000W, impiegando senza problemi livello 9 (pari a 1800W) per entrambe le pentole.

Naturalmente è scontato che per arrivare a 4000W sia necessario disporre di contratto elettrico da 4.5KW o superiore, onde evitare il distacco.

Il vantaggio dell'energy tutor sta nel fatto di impostare la potenza massima assorbita in base al profilo elettrico e alle necessità.
Se ad esempio in futuro decidessimo di passare dal profilo standard di 3,3KW a 6KW, con il piano da 2999W non potremmo comunque sfruttare i restanti 3KW del contratto, mentre con l'energy tutor non avremo alcun problema.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da unusual unusual Ha scritto:

Salve a tutti, e grazie per i post inseriti, tutti molto utili.

Mi scuso se non apro un thread nuovo, ma vedo che postate tutti qui, al max admin sposta pure se necessario.

Ho deciso anche io per il futuro acquisto di un piano a induzione, e volevo un vostro parere su una mia riflessione.

Ho notato che alcuni PC hanno assorbimenti in watt differenti, tipo 2990 e 4600, con caratteristiche identiche di diametro e potenza sull'elemento riscaldante nonchè livelli di potenza.


Ora mi chiedo: un minor numero watt mi comporta tempi di cottura + lunghi? Meno calore prodotto?

Dato che quasi tutti, almeno penso io, faremo affidamento all'energy tutor, ha senso acquistare un 7200W e poi depotenziarlo? A quel punto comprare meno Watt a vantaggio del prezzo ha senso?

La vostra opinione?


Grazie, unusual.




Torna in cima
unusual View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 01 Mar 2012
Stato: Offline
Points: 4
Link diretto a questo post Postato: 02 Mar 2012 alle 10:56

Ottimo!! ora ci sono, per cui se vale la prerogativa di passare al max a 4,5 watt di contatore è inutile un acquisto di un pc da 7200 watt....adeguandosi ovviamente ai relativi tempi di cottura...

un faro nella notte......grazie

Torna in cima
Alberto View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 29 Feb 2012
Stato: Offline
Points: 1
Link diretto a questo post Postato: 02 Mar 2012 alle 12:30
Ciao Cristiano. Mi unisco ai complimenti di molti per le chiare ed utili informazioni e ti pongo anch'io un quesito. Ho la necessità di acquistare un piano cottura della larghezza di almeno 80 cm di larghezza (essenzialmente per motivi estetici). Cercando di rispettare il budget prefissato, mi sarei orientato verso questi 2 modelli: Bosch PIE 875N24E e Neff T44T80N0. Ti chiedo un consiglio...
Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 02 Mar 2012 alle 14:40
La ringrazio per i complimenti.

Sostanzialmente i due piani cottura sono molto simili tra loro, la differenza più significativa è relativa al pannello comandi.
Bosch impiega il sistema TopControl mentre Neff impiega il Twistpad.

Riguardo alle zone di cottura, Neff dispone di 2 zone da 14.5cm, 1 da 21cm, 1 zona centrale per arrostire e 1 zona da 18cm estendibile a (L)28x(A)18.
Mentre Bosch dispone di 2 zone da 18cm, 1 da 21cm, 1 zona centrale per arrostire e 1 zona da 14.5cm (quindi a differenza di neff non ha la zona estendibile a 20x18).

Sinceramente non avendo testato entrambe i prodotti non saprei dirle quale dei due sia il più comodo da usare.

Di seguito alcuni filmati relativi ai pannelli comandi.

Sistema Bosch TopControl



Sistema Twistpad Neff:



Postato originariamente da Alberto Alberto Ha scritto:

Ciao Cristiano. Mi unisco ai complimenti di molti per le chiare ed utili informazioni e ti pongo anch'io un quesito. Ho la necessità di acquistare un piano cottura della larghezza di almeno 80 cm di larghezza (essenzialmente per motivi estetici). Cercando di rispettare il budget prefissato, mi sarei orientato verso questi 2 modelli: Bosch PIE 875N24E e Neff T44T80N0. Ti chiedo un consiglio...
Grazie


Modificato da Cristiano Passeri - 02 Mar 2012 alle 14:41
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 06 Mar 2012 alle 18:46
Differenze tempi di cottura tra livello 8 / 8. / 9 / Booster:  

Cosa cambia se al posto della funzione booster impieghiamo livelli di cottura meno potenti ?

Normalmente un possessore di piano cottura ad induzione magnetica, quando deve far bollire l'acqua per cuocere la pasta, impiega la funzione booster, grazie alla quale riduce sensibilmente i tempi utili al raggiungimento della temperatura di ebollizione.

Tuttavia esistono alcune situazioni in cui si ha la necessità di contenere l'assorbimento elettrico (in particolar modo i possessori di contratto elettrico da 3KW) per non "sforare" il tetto massimo consentito dal contratto di fornitura elettrica, in modo da non incorrere nel distacco temporaneo della corrente.

Facciamo un esempio pratico:

Ipotizziamo che nostra figlia, proprio a ridosso dell'orario del pranzo si stia asciugando i capelli con un phon da 1500W. Con un contratto da 3KW non avremmo sicuramente la possibilità di sfruttare la funzione booster e ci troveremmo difronte a due scelte: Attendere che nostra figlia finisca di asciugarsi i capelli (ma in questo caso potremmo non riuscire ad arrivare in tempo al lavoro) o portare in ebollizione l'acqua impiegando un livello di cottura inferiore. Consultando le tabelle mostrate all'interno della recensione sappiamo che il livello 8 assorbe 1296W che sommate alle 1500W del phon totalizzano un assorbimento di 2769W. Quindi per evitare di far tardi al lavoro, optiamo per la seconda opzione.

Quanto tempo sarà necessario per portare in ebollizione la nostra pentola ?

Di seguito vi mostriamo i tempi e gli assorbimenti rilevati, in base al livello di cottura impiegato.

Zona cottura impiegata (zona da 18 cm di diametro)
     
Livello di Cottura     Corrispondenza in Watt     Tempo Impiegato             Consumo Totale
                   
8                              1296W                               8 minuti e 40 secondi       187 Watt
8.                             1548W                               6 minuti e 30 secondi       168 Watt
9                              1800W                               4 minuti e 35 secondi       137 Watt
booster                    2500W                               3 minuti e 10 secondi       132 Watt
  
Risultato: contrariamente a quanto ci si possa aspettare, la funzione booster, nonostante assorba 2500 Watt consente di risparmiare energia elettrica. Infatti con il livello 8 per raggiungere il punto di ebollizione dell'acqua abbiamo impiegato ben 8 minuti e 40 secondi, consumando 187 Watt, mentre con il booster abbiamo impiegato soli 3 minuti e 10 secondi, consumando 132 Watt (risparmiando 55 Watt).      

Livelli di cottura inferiori al numero 8 allungano i tempi sensibilmente, aumentando inoltre i costi di gestione, quindi ne sconsigliamo l'uso.


Modificato da Cristiano Passeri - 29 Giu 2015 alle 13:58
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 08 Mar 2012 alle 17:57

Simulatore Consumi Piano Cottura Induzione Excel


Attraverso l'ausilio di un foglio elettronico Excel, abbiamo realizzato un simulatore in grado di calcolare i consumi di un piano cottura ad induzione.

Il simulatore permette di visualizzare i seguenti parametri:

- assorbimento istantaneo dei vari livelli di cottura per ogni singola zona
- assorbimento istantaneo complessivo, relativo alla somma di tutte e quattro le zone di cottura
- costo di ogni singola zona in funzione del tempo di cottura
- consumo in watt complessivo, relativo alla somma di tutte e quattro le zone di cottura
- costo in euro complessivo, relativo alla somma di tutte e quattro le zone di cottura     
            
Importante: il simulatore è compatibile esclusivamente con le versioni più recenti di office: Office 2007, Office 2010 o successive. Per office 2003, nel caso il file non venga aperto, è necessario scaricare l'aggiornamento Microsoft Office Compatibility Pack.      
Suite per ufficio opensource, come Openoffice o Libreoffice non riescono purtroppo a visualizzare il file correttamente.      
             
Clicca qui per scaricare il simulatore

Anteprima simulatore:




Modificato da Cristiano Passeri - 08 Mar 2012 alle 17:58
Torna in cima
Siculo View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 10 Mar 2012 alle 14:26
Buon giorno Cristiano Passeri
nonostante io sia poco pratico sull'argomento cottura ad induzione, ( magari avessi visto prima questo forum ) ho comprato in un negozio Ikea un PC NUTID HIN4T( anche alletato dal costo basso ). Aperta la misera confezione d' imballaggio ho scoperto la totale mancanza di istruzioni per l'uso quotidiano dell' elettrodomestico, la mancanza dei cavi di collegamento alla rete elettrica e la mancanza di istruzioni per poter fare da me l' impianto di collegamento alla rete. Domanda: riesco a recuperare tramite internet le istruzioni mancanti? o sarebbe un bene restituire l'elettrodomestico con tanti saluti all'Ikea.
La ringrazio per la cortese attenzione e un grazie anche più grande per una risposta
(Ho contattato il negozio Ikea telefonicamente con scarso successo)
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 10 Mar 2012 alle 14:47
Salve,

I manuali di istruzioni dei prodotti IKEA sono reperibili al seguente indirizzo:

http://www.ikea.com/ms/en_GB/customer_service/appliance_guide.html

Link ai manuali di istruzioni e installazione del modello HIN4T
http://www.ikea.com/ms/en_GB/pdf/kitchen_instructions/nutid_hin4t_ai.pdf
http://www.ikea.com/ms/en_GB/pdf/kitchen_instructions/nutid_hin4t_iu.pdf

Tuttavia i manuali dovrebbero sempre accompagnare i prodotti.

Riporto una frase tratta dal sito marcaturace:

"E’ un documento indispensabile e già da decenni negli Stati Uniti, un prodotto consegnato senza manuale viene considerato incompleto, ora anche in Europa ci siamo allineati.

Il manuale deve dare tutte le informazioni per far si che tutti coloro che con esso interagiranno, non corrano rischi inutili e soprattutto prevedibili ed evitabili.

....pretendete sempre il manuale quando acquistate un prodotto, verificate se è comprensibile, la sua assenza è un primo segnale di un prodotto scadente"

Postato originariamente da Siculo Siculo Ha scritto:

Buon giorno Cristiano Passeri
nonostante io sia poco pratico sull'argomento cottura ad induzione, ( magari avessi visto prima questo forum ) ho comprato in un negozio Ikea un PC NUTID HIN4T( anche alletato dal costo basso ). Aperta la misera confezione d' imballaggio ho scoperto la totale mancanza di istruzioni per l'uso quotidiano dell' elettrodomestico, la mancanza dei cavi di collegamento alla rete elettrica e la mancanza di istruzioni per poter fare da me l' impianto di collegamento alla rete. Domanda: riesco a recuperare tramite internet le istruzioni mancanti? o sarebbe un bene restituire l'elettrodomestico con tanti saluti all'Ikea.
La ringrazio per la cortese attenzione e un grazie anche più grande per una risposta
(Ho contattato il negozio Ikea telefonicamente con scarso successo)




Modificato da Cristiano Passeri - 10 Mar 2012 alle 14:51
Torna in cima
Siculo View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 11 Mar 2012 alle 14:09
Caro Cristiano la ringrazio per l'interessamento e la risposta pronta ed esaudiente, ho già controllato i link suggeriti ed è tutto ok. Comunque stò meditando sull' ultima riga della risposta, e da ora in avanti farò più attenzione a questo forum, mi piacciono le sue risposte sensate e mai sopra le righe, grazie di nuovo.
Torna in cima
daniele View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 18 Mar 2012 alle 10:52
buongiorno e un grazie di nuovo a Cristiano per la sua continua disponibiitá.
avrei una domanda da porre a chi come me é alla ricerca del famigerato 'pannello isolante' da montare sotto il piano.
ho acquistato online un piano a induzione smeg, e sulla scheda tecnica c'é chiaramente scritto:

"N.B.: Questo apparecchio non può essere installato sopra
forni, lavastoviglie, lavabiancheria, frigoriferi,
congelatori o cassettiere senza l’inserimento di un
pannello isolante di protezione. L’installazione sopra
a forni dotati di un proprio sistema di raffreddamento
può avvenire anche senza pannello isolante."


ho chiesto dove ho comprato la cucina e mi hanno risposto che non ne hanno mai montato uno... quindi ho chiamato smeg, e il tizio, un po confuso, mi ha detto che si dovrebbe ordinarlo con il piano, peccato che in tutti i negozi non ce n'é traccia. ho richiamato per chiedere se almeno potevano dirmi se era per forza necessario e di che materiale fosse, ma non hanno saputo rispondermi.
qualcuno sa se esistono in commercio questi 'pannelli isolanti'?
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 19 Mar 2012 alle 07:35
Salve Daniele,
ho visto che ha postato la medesima domanda anche in altri forum.

Nel nostro caso, abbiamo installato il piano ad induzione Bosch PIE645Q14E sopra ad una cassettiera senza ausilio di pannello isolante.
Naturalmente la cassettiera e il piano cottura ad induzione sono stati posizionati a circa 7 cm l'uno dall'altro, in modo da garantire una corretta l'areazione, come indicato nel manuale a corredo del prodotto.
A distanza di quasi due anni dall'acquisto non abbiamo mai riscontrato problemi di riscaldamento.

E' chiaro che ogni piano cottura è progettato in maniera differente, pertanto è possibile che altri prodotti generino un calore decisamente più elevato rispetto al nostro modello Bosch, rendendo necessaria l'installazione del pannello isolante.

Lei sopra cosa ha installato il piano ad induzione ?

Riguardo al reperimento della pannello isolante, al momento non so darle una risposta, ma cercherò di informarmi.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da daniele daniele Ha scritto:

buongiorno e un grazie di nuovo a Cristiano per la sua continua disponibiitá.
avrei una domanda da porre a chi come me é alla ricerca del famigerato 'pannello isolante' da montare sotto il piano.
ho acquistato online un piano a induzione smeg, e sulla scheda tecnica c'é chiaramente scritto:

"N.B.: Questo apparecchio non può essere installato sopra
forni, lavastoviglie, lavabiancheria, frigoriferi,
congelatori o cassettiere senza l’inserimento di un
pannello isolante di protezione. L’installazione sopra
a forni dotati di un proprio sistema di raffreddamento
può avvenire anche senza pannello isolante."


ho chiesto dove ho comprato la cucina e mi hanno risposto che non ne hanno mai montato uno... quindi ho chiamato smeg, e il tizio, un po confuso, mi ha detto che si dovrebbe ordinarlo con il piano, peccato che in tutti i negozi non ce n'é traccia. ho richiamato per chiedere se almeno potevano dirmi se era per forza necessario e di che materiale fosse, ma non hanno saputo rispondermi.
qualcuno sa se esistono in commercio questi 'pannelli isolanti'?


Modificato da Cristiano Passeri - 19 Mar 2012 alle 07:36
Torna in cima
daniele View Drop Down
Guest
Guest
Link diretto a questo post Postato: 20 Mar 2012 alle 13:48
Postato originariamente da Cristiano Passeri Cristiano Passeri Ha scritto:

Salve Daniele,
ho visto che ha postato la medesima domanda anche in altri forum.
Nel nostro caso, abbiamo installato il piano ad induzione Bosch PIE645Q14E sopra ad una cassettiera senza ausilio di pannello isolante.
Naturalmente la cassettiera e il piano cottura ad induzione sono stati posizionati a circa 7 cm l'uno dall'altro, in modo da garantire una corretta l'areazione, come indicato nel manuale a corredo del prodotto.
A distanza di quasi due anni dall'acquisto non abbiamo mai riscontrato problemi di riscaldamento.
E' chiaro che ogni piano cottura è progettato in maniera differente, pertanto è possibile che altri prodotti generino un calore decisamente più elevato rispetto al nostro modello Bosch, rendendo necessaria l'installazione del pannello isolante.
Lei sopra cosa ha installato il piano ad induzione ?
Riguardo al reperimento della pannello isolante, al momento non so darle una risposta, ma cercherò di informarmi.

Saluti
Cristiano Passeri


il mio piano, come il suo, é installato sopra una cassettiera, per questo motivo mi interessava avere qualche riscontro in merito. Lei dice che la sua cassettiera e il piano cottura sono stati posizionati a circa 7 cm l'uno dall'altro... in effetti nel 'manuale per l'installatore' l'unico accenno a questo argomento é il seguente:

"Qualora si trovino altri mobili (pareti laterali, cassetti, ecc.) sotto il piano di cottura, deve essere
installato un doppio fondo ad una distanza minima di 20 mm dal lato inferiore del piano di cottura, per evitare contatti accidentali. Il doppio fondo deve poter essere rimosso solo utilizzando appositi
attrezzi."


Il mio dubbio rimane quindi (do per scontato che i montatori sappiano montare un 'doppio fondo') solo il materiale di questo pannello.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Amministratore

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 3657
Link diretto a questo post Postato: 29 Mar 2012 alle 07:41
PROBLEMI FORUM RISOLTI:

Grazie alla segnalazione di un nostro gentilissimo visitatore "G.B.", siamo venuti a conoscenza che in questo giorni il forum presentava diversi problemi di funzionamento:

- Utilizzando Internet Explorer come browser di navigazione non era possibile visualizzare il forum
- Il forum non permetteva l'inserimento di nuovi post a causa di un errore

Al momento siamo riusciti a ripristinare il servizio.

Ci scusiamo per il disagio.

Cristiano Passeri
PCI Review


Modificato da Cristiano Passeri - 29 Mar 2012 alle 13:27
Torna in cima
 Rispondi Rispondi Pagina  <1234 10>
  Condividi Topic   

Vai al Forum Permessi Forum View Drop Down

Forum Software by Web Wiz Forums® version 12.01
Copyright ©2001-2018 Web Wiz Ltd.

Questa pagina stata generata in 2,121 secondi.