Forum Home Forum Home > Induzione Magnetica > Forum Piani Cottura ad Induzione Magnetica
  Topic Attivi Topic Attivi RSS Feed - Discussione Ufficiale Piano cottura ad Induzione
  FAQ FAQ  Ricerca nel Forum   Registrati Registrati  Login Login


IMPORTANTE: A partire dal 15 ottobre, solo gli utenti registrati potranno inserire discussioni nel forum.

Discussione Ufficiale Piano cottura ad Induzione

 Rispondi Rispondi Pagina  123 10>
Autori
Messaggio
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Argomento: Discussione Ufficiale Piano cottura ad Induzione
    Postato: 25 Mag 2010 alle 13:12

Benvenuti nel forum di PCI Review:

LE REGOLE BASE PER PARTECIPARE ALLE NOSTRE DISCUSSIONI:

1) Prima di inserire una domanda, vi preghiamo di accertarvi che la stessa non sia già stata trattata all'interno del nostro forum.
2) Evitare di inserire messaggi troppo generici, come ad esempio: 

- Quali modelli di piano cottura ad induzione mi consiglieresti tra le seguenti marche: xx,yy,zz,aa ?
- Quale piano mi consigli spendendo non più di 800 euro ?

3) E' severamente vietato inserire nei messaggi insulti di qualsiasi tipo; il destinatario può essere un utente del forum, un personaggio pubblico e/o privato o una personalità giuridica. Alla stessa stregua è vietato inserire messaggi diffamatori con a tema personaggi pubblici e/o privati, o società e/o aziende.

Al seguente indirizzo è possibile consultare l'articolo dedicato alla tecnologia dei piani cottura ad induzione magnetica: http://www.recensioni-piano-cottura-ad-induzione-magnetica.it/piano-cottura-induzione.asp

Questo topic è stato appositamente creato per consentire ai visitatori di PCI Review di discutere sulla tecnologia dei piani cottura ad induzione.

Esprimete le vostre opinioni, i vostri dubbi o le vostre esperienze dirette..

Altri Forum:
Questa sezione è dedicata a tutti gli utenti che desiderano condividere le foto della propria cucina dotata di piano cottura ad induzione, con gli altri partecipanti al forum di PCI Review.
In questa serione è possibile inserire le vostre opinioni e valutazioni riguardo al pentolame acquistato per il vostro piano cottura induzione.


Modificato da Cristiano Passeri - 22 Mar 2013 alle 12:23
Torna in cima
mirko View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (1) Grazie(1)   Quota mirko Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 17 Ago 2010 alle 12:29
ma per istallare un piano cottura ad induzione devo cambiare il contatore eletrico?
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 17 Ago 2010 alle 15:32
Non è necessario cambiare il contatore elettrico, tuttavia è consigliabile attivare un contratto da 4,5KW anzichè il classico da 3,3KW.
Torna in cima
Riccardo View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Riccardo Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 27 Ago 2010 alle 20:50
Se per qualunque motivo si rompe la bobina a induzione, dove ne trovo un'altra? posso cambiarla da me?
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 28 Ago 2010 alle 08:44
Salve Riccardo,

a questo indirizzo trovi un'immagine relativa all'interno di un piano cottura ad induzione:

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/7/73/Induction_Cooker.JPG

La possibilità di una rottura della bobina dei piani ad induzione credo che veramente remota, mentre come per tutti gli elettrodomestici sussiste la possibilità della rottura delle schede elettriche a seguito di extratenzioni (come ad esempio danno da fulmine).

Tuttavia esistono alcuni siti che vendoni le singole bobine OnLine.

Es: http://www.jmjcdg.com/en/p4-2.htm

In caso di guasti il mio consiglio è di rivolgersi all'assitenza tecnica del produttore.




Modificato da cristianofx - 28 Ago 2010 alle 08:46
Torna in cima
pucci fallica View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota pucci fallica Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 01 Ott 2010 alle 11:12
complimenti per le  spiegazioni sull'induzione... grazie 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 01 Ott 2010 alle 11:17
Grazie a lei per i complimenti e per aver visitato Gubbio Informatica.

Postato originariamente da pucci fallica pucci fallica Ha scritto:

complimenti per le  spiegazioni sull'induzione... grazie 
Torna in cima
carlo View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota carlo Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 16 Nov 2010 alle 04:17
Complimenti per l'ottima guida.

Sono un rivenditore di elettrodomestici all'ingrosso (tra cui Siemens e Bosch), chiedevo il permesso di stampare la vostra guida e usarla come "dispesa" per dei corsi che intendo tenere  ai rivenditori di mobili e architetti ( sono la tipologia dei miei clienti) presso il nostro show room , dove ho appositamente allestito una cucina attiva con piano induzione funzionante sia a 380 (trifase) che a 220 monofase (il classico contatore domestico). Sul collegamente a 220 volt ho messo anche un Wattmetro di potenza per poter avere la lettura del consumo in tempo reale e quindi dimostrare che con un uso adeguato e sensato si puo' cucinare con i 3 Kw.

Ps:
Essendo anche appassionato di informatica.... mi sorge un'altra domanda....  come mai avete redatto una guida sui piani di cottura? :-)

Saluti e Grazie
Carlop Erba
www.erel.it


Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 16 Nov 2010 alle 07:45
Gentile Sig. Carlo,

innanzi tutto la ringrazio per i complimenti,

le faccio a mia volta le congratulazioni per il suo showroom e soprattutto per essere uno dei pochissimi commercianti che empiricamente testa i prodotti che commercializza, fornendo alla clientela un importantissimo servizio aggiuntivo nella fase d'acquisto.

Riguardo al materiale relativo alla recensione dei piani cottura, le confermo la mia autorizzazione nel stampare e utilizzare il materiale presente nel mio sito web.
L'unica "richiesta" che le faccio, è di inserire questa dicitura all'interno della dispensa: Articolo redatto da Gubbio Informatica (www.gubbioinformatica.it)

Riguardo alla domanda: come mai avete redatto una guida sui piani di cottura?

E' nata dal fatto che nella piccola frazione dove abito "Branca di Gubbio", non sono raggiunto dal metanodotto, quindi per necessità ho iniziato una lunga ricerca per capire come sopperire a questo inconveniente. In internet non ho trovato informazioni o recensioni approfondite sull'argomento dei piani cottura ad induzione e quindi ho deciso di comprare un piccolo fornello ad induzione da circa 70€ per eseguire i dovuti test e capire se l'induzione fosse una valida alternativa.
Il risultato è stato eclatante e non ho più avuto dubbi su questa tecnologia.

Ho quindi ordinato il piano cottura Bosch da incassare nella mia cucina (modello impiegato per realizzare la recensione).

A questo punto, facendo tesoro di quanto avevo appreso durante la mia estenuante ricerca per capire se l'induzione fosse un sistema valido o meno, ho scelto di effettuare questa guida, in modo che altre persone che si trovassero difronte ad una scelta come la mia, avessero attraverso i motori di ricerca web la risposta ai propri interrogativi in pochi secondi.

E' chiaro che se avessi avuto un rivenditore di zona come lei, probabilmente questa recensione non l'avrei mai fatta, in quanto le risposte alla mie domande le avrei trovate direttamente nel suo showroom. ;-)

Un cordiale saluto
Cristiano Passeri

Ps. sono sicuro che il suo investimento le frutterà molti riscontri con gli acquirenti

Postato originariamente da carlo carlo Ha scritto:

Complimenti per l'ottima guida.

Sono un rivenditore di elettrodomestici all'ingrosso (tra cui Siemens e Bosch), chiedevo il permesso di stampare la vostra guida e usarla come "dispesa" per dei corsi che intendo tenere  ai rivenditori di mobili e architetti ( sono la tipologia dei miei clienti) presso il nostro show room , dove ho appositamente allestito una cucina attiva con piano induzione funzionante sia a 380 (trifase) che a 220 monofase (il classico contatore domestico). Sul collegamente a 220 volt ho messo anche un Wattmetro di potenza per poter avere la lettura del consumo in tempo reale e quindi dimostrare che con un uso adeguato e sensato si puo' cucinare con i 3 Kw.

Ps:
Essendo anche appassionato di informatica.... mi sorge un'altra domanda....  come mai avete redatto una guida sui piani di cottura? :-)

Saluti e Grazie
Carlop Erba
www.erel.it


Torna in cima
Carlo View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Carlo Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 16 Nov 2010 alle 13:03
Grazie per la celerissima risposta..., a breve vedro' di fare un PDF con le modifiche del caso.

Appena pronto Le inviero' un allegato per poterlo visionare.
Magari inseriro' qualche piccola modifica. e sicuramente il ringraziamento DI DOVERE a lei ed il link al suo sito.

ps :
settimana scorsa ho trovato  un link che magari potrebbe servire sempre per informazione in merito all'induzione.

http://www.topten.ch/italiano/consigli/consigli_piani_di_cottura.html

e qui puo' scaricare il nuovo catalogo Siemens relativo ai piani Induzione

http://www.megaupload.com/?d=1QKQUUCC

Saluti
Carlo Erba

Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 16 Nov 2010 alle 16:28
La ringrazio per i link e soprattutto per l'estrema correttezza e serietà dimostrata nell'utilizzo del materiale presente nel mio sito web.

Sicuramente in pochi si sarebbero comportati come lei.

Buon Lavoro e Buona Serata.

Postato originariamente da Carlo Carlo Ha scritto:

Grazie per la celerissima risposta..., a breve vedro' di fare un PDF con le modifiche del caso.

Appena pronto Le inviero' un allegato per poterlo visionare.
Magari inseriro' qualche piccola modifica. e sicuramente il ringraziamento DI DOVERE a lei ed il link al suo sito.

ps :
settimana scorsa ho trovato  un link che magari potrebbe servire sempre per informazione in merito all'induzione.

http://www.topten.ch/italiano/consigli/consigli_piani_di_cottura.html

e qui puo' scaricare il nuovo catalogo Siemens relativo ai piani Induzione

http://www.megaupload.com/?d=1QKQUUCC

Saluti
Carlo Erba

Torna in cima
Orfeo View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Orfeo Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 04 Feb 2011 alle 16:55
Beh, che dire... complimenti davvero per la recensione, proprio quello che cercavo.

Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 05 Feb 2011 alle 10:15
Grazie mille per i complimenti.

Postato originariamente da Orfeo Orfeo Ha scritto:

Beh, che dire... complimenti davvero per la recensione, proprio quello che cercavo.



Modificato da cristianofx - 05 Feb 2011 alle 10:15
Torna in cima
Filippo Schillaci View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Filippo Schillaci Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 07 Feb 2011 alle 17:19
Ci sono pericoli dovuti alla presenza di campi elettromagnetici, che immagino siano di entità non trascurabile?
Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 07 Feb 2011 alle 17:46
Postato originariamente da Filippo Schillaci Filippo Schillaci Ha scritto:

Ci sono pericoli dovuti alla presenza di campi elettromagnetici, che immagino siano di entità non trascurabile?
Grazie


Si sconsiglia l'utilizzo dei piani cottura ad induzione (a scopo precauzionale) a tutte le persone colpite da infarto dotate di pace-maker.

Riguardo ai pericoli derivanti dai campi magnetici prodotti dai piani ad induzione, attualmente non è dimostrato scientificamente che arrechino problemi alla salute dell'uomo.

"Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) [6] per i campi magnetici di media frequenza non vi sono indicazioni convincenti relative agli effetti a lungo termine sulla salute."

Per approfondire in maniera molto accurata la sua domanda, la invito a visitare i seguenti links:

http://www.fea.ch/de/download/def_i_Merkblatt_zum_Kochen_mit_Induktion_080215.pdf
http://www.bag.admin.ch/themen/strahlung/00053/00673/03156/index.html?lang=it




Modificato da cristianofx - 07 Feb 2011 alle 17:51
Torna in cima
marcello corsi View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota marcello corsi Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Feb 2011 alle 20:02

Non avevo idea della differenza dei due sistemi vetroceramica e induzione ,ora mi è chiaro ,avrei comprato un piano cottura in vetrocertamica ma grazie a gubbioinformatica mi sono salvato in (calciodangolo). sicuramente induzione

Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 09 Feb 2011 alle 10:53
Grazie mille per il suo commento.

Saluti
Cristiano Passeri.

Postato originariamente da marcello corsi marcello corsi Ha scritto:

Non avevo idea della differenza dei due sistemi vetroceramica e induzione ,ora mi è chiaro ,avrei comprato un piano cottura in vetrocertamica ma grazie a gubbioinformatica mi sono salvato in (calciodangolo). sicuramente induzione

Grazie
Torna in cima
maurizio View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota maurizio Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 23 Feb 2011 alle 15:33
Buon giorno una domanda tecnica.....leggevo che bisogna usare delle pentole studiate appositamente...siccome io ho anche numerosissime altre pentole anche di terracotta mi chiedevo se esistesse per caso una specie di sottopentola apposito da interporre tra il piano cottura e la pentola. Grazie mille
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 23 Feb 2011 alle 16:28
Postato originariamente da maurizio maurizio Ha scritto:

Buon giorno una domanda tecnica.....leggevo che bisogna usare delle pentole studiate appositamente...siccome io ho anche numerosissime altre pentole anche di terracotta mi chiedevo se esistesse per caso una specie di sottopentola apposito da interporre tra il piano cottura e la pentola. Grazie mille


Salve Maurizio,
esistono dei dischi adattatori come questo che può osservare al seguente indirizzo: http://www.whirlpool.co.uk/-%5BIDI003%5D-100531/480181700064/

tuttavia ne eviterei l'uso, in quanto l'impiego di tale accessorio comporterebbe (inevitabilmente) una riduzione significativa del rendimento del piano cottura, perdendo di fatto i vantaggi offerti da questa tecnologia.

In questo caso le consiglierei di acquistare un piano cottura "misto", dotato sia di zone di cottura ad induzione che radianti.

Come ad esempio il Bosch PIF645R14E.
Torna in cima
Pasquale View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Pasquale Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 13 Mar 2011 alle 15:32
Salve,
devo comprare la cucina nuova e sono orientato decisamente al sistema dell'induzione.
Mi chiedo però se il risparmio di energia elettrica consumata e dei conseguenti  costi verrà azzerato dall'aumento del contratto di energia elettrica da 3,3 a 4,5 KW (che mi sembra di capire sarebbe quasi necessario) e quindi della "quota fissa" in bolletta.
grazie mille
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 14 Mar 2011 alle 15:16
Postato originariamente da Pasquale Pasquale Ha scritto:

Salve,
devo comprare la cucina nuova e sono orientato decisamente al sistema dell'induzione.
Mi chiedo però se il risparmio di energia elettrica consumata e dei conseguenti  costi verrà azzerato dall'aumento del contratto di energia elettrica da 3,3 a 4,5 KW (che mi sembra di capire sarebbe quasi necessario) e quindi della "quota fissa" in bolletta.
grazie mille


Per non avere problemi le consiglio sicuramente di applicare 4,5KW.

Come ha correttamente precisato lei, l'attivazione di un contratto da 4,5KW o 6KW comporta il pagamento di un canone fisso (quota fissa) più elevato rispetto ai 3KW standard, ma allo stesso tempo il costo orario dell'energia elettrica sarà inferiore rispetto al piano tariffario da 3KW, facendo recuperare in parte o totalmente (in base al consumo bimestrale) il costo del canone stesso.

Personalmente dispongo di un contratto residenziale da 6KW e grazie al costo del KW/h inferiore e al consumo bimestrale di corrente, riesco a colmare quasi totalmente la differenza di prezzo del canone rispetto al piano classico da 3KW.
 
Lei a bimestre quanta corrente consuma ?


Modificato da cristianofx - 14 Mar 2011 alle 15:18
Torna in cima
balsal View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 29 Mar 2011
Stato: Offline
Points: 3
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota balsal Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 29 Mar 2011 alle 16:24
Postato originariamente da cristianofx cristianofx Ha scritto:


Gubbio Informatica ha realizzato un nuovo articolo, dedicato ai Piani cottura ad induzione.

Leggi articolo: http://www.gubbioinformatica.it/consigli/piano-cottura-induzione.asp

Questo topic è stato appositamente creato per consentire ai visitatori di Gubbio Informatica di discutere sulla tecnologia dei piani cottura ad induzione.

Esprimete le vostre opinioni, i vostri dubbi o le vostre esperienze dirette..
Torna in cima
Nando View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Nando Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 04 Apr 2011 alle 12:15
...che accade se un infartuato o un portatore di pace-maker adopera il piano-induzione?
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 04 Apr 2011 alle 13:38
Normalmente i portatori di un pace-maker o defibrillatore sono a conoscenza del fatto che la maggior parte degli elettrodomestici genera campi magnetici.

" In ambiente domestico, le principali fonti di campi elettromagnetici a bassa frequenza sono gli elettrodomestici. Tale effetto è potente ma a breve distanza, per cui, la loro azione si attenua moltissimo allontanandosi anche pochi centimetri dalla fonte.
E’ necessario pertanto stare lontani almeno un metro dal televisore a colori; non rimanere a lungo con il pacemaker o il defibrillatore posteriormente o ai lati del computer; usare le coperte elettriche solo per scaldare il letto, staccare la spina prima di coricarsi; eliminare orologi elettrici, sveglie elettriche, e segreterie telefoniche vicino al letto dove si dorme; non stazionare a lungo accanto agli elettrodomestici in funzione (lavatrice in fase di centrifuga, tritatutto, gelatiera, ecc.); non usare spazzolino elettrico, giocattoli con telecomando; evitare di utilizzare piccoli utensili a motore come il tagliaerba.
Per quanto riguarda i sistemi elettronici di apertura dei cancelli e di forni a microonde non sono stati segnalati disturbi collegati al loro uso.
Anche in ambiente lavorativo le misure precauzionali sono importanti poichè possono essere presenti intensi campi elettromagnetici capaci di interagire con i pacemaker o i defibrillatori impiantabili.
Vanno pertanto utilizzati con prudenza alcuni sistemi tra cui: altoparlanti, forti magneti (come quelli usati nei Luna Park per le giostre), generatori di corrente, saldatrici industriali ad arco e motori, utensili a batteria come i cacciavite e i trapani, linee di potenza ad alta tensione, forni fusori, stazioni radar, antenne di trasmettitori.
In particolare, i trasmettitori Radio/TV e radar ad alta potenza possono creare dei danni circuitali, pertanto, è bene non avvicinarsi agli impianti ed antenne a meno di 100 metri.
È anche importante evitare di chinarsi sui motori elettrici in funzione, come l’alternatore dell’automobile, poiché tali motori contengono spesso magneti.
Per evitare piccole noie durante un viaggio basterebbe cogliere qualche utile suggerimento. Viaggiare in aereo, treno, nave o macchina non rappresenta un problema per chi ha un pacemaker o un defibrillatore.
Negli aereoporti sia il pacemaker che il defibrillatore attivano il metal detector, importante sistema di sicurezza, per cui è utile portare sempre con sè la tessera di identificazione.
Si consiglia di non sostare a lungo in prossimità di varchi e sistemi antiteft, diffusi oggi anche in banche, supermercati, autogrill, e negozi con sistemi antifurto, e di non poggiarsi alle barre del varco.
"

Fonte articolo:
http://www.sicardiologia.it/index.php?option=com_content&task=view&id=162&Itemid=454

Pertanto è buona regola (come normalmente indicato in tutti i manuali forniti a corredo dei piani cottura ad induzione), consultare il proprio medico per accertare che il dispositivo non venga disturbato dal campo magnetico generato dal piano cottura ad induzione.

Purtroppo non essendo un dottore, non posso dirle con esattezza cosa possa accadere in caso di interferenza con il dispositivo, tuttavia posso immaginare che le conseguenze possano essere molto rilevanti.
Torna in cima
balsal View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 29 Mar 2011
Stato: Offline
Points: 3
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota balsal Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 07 Apr 2011 alle 15:21

Salve, a proposito dei contratti da 4,5-6 Kw, potrebbe descrivere con qualche esempio come si recupera (in parte o totalmente) il costo del canone fisso, in base al consumo bimestrale? Si realizza con consumi bassi, medi o elevati?

Passando al sistema ad induzione, vorrei chiedere se le prestazioni tra un piano cottura in cui intervengono le funzioni "Powermanagement" (o similari), rispetto ad un piano cottura senza limitazione all'assorbimento (diciamo, un po' più tedesco, per intenderci) sono paragonabili?
Cioè, la ovvia differenza di prestazioni, può essere definita accettabile o sono proprio prodotti non confrontabili tra loro?
Mi sembra fondamentale individuare la giusta fornitura di potenza disponibile, sia per le esigenze della cottura ad induzione, che per gli altri utilizzi.
 
Grazie, e complimenti. 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 07 Apr 2011 alle 17:19
Innanzi tutto la ringrazio per i complimenti.

Inizierei rispondendole direttamente con un esempio: basandomi sul profilo da 6KW installato nella mia abitazione, con un consumo annuo di 3500KW dovrei pagare ogni bimestre circa 140,00 euro, mentre con un profilo da 3KW il costo si aggirerebbe sui 130,00 euro.

Con consumo annuo inferiore, pari a 2200KW:

6 KW = circa 100,00 euro
3 KW = circa 80,00 euro

In sintesi più si consuma e più si recupera il costo fisso del canone, grazie al costo inferiore dell'energia elettrica del contratto da 6 KW.

La funzione "Powermanagement" almeno nel caso del piano cottura recensito, non crea alcuna limitazione, in quanto il quantitativo di energia assorbita può essere impostata a partire da 1KW sino a ben 9,5KW, permettendo di fatto un utilizzo senza limiti, al pari dei piani non dotati di tale funzione.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da balsal balsal Ha scritto:

Salve, a proposito dei contratti da 4,5-6 Kw, potrebbe descrivere con qualche esempio come si recupera (in parte o totalmente) il costo del canone fisso, in base al consumo bimestrale? Si realizza con consumi bassi, medi o elevati?

Passando al sistema ad induzione, vorrei chiedere se le prestazioni tra un piano cottura in cui intervengono le funzioni "Powermanagement" (o similari), rispetto ad un piano cottura senza limitazione all'assorbimento (diciamo, un po' più tedesco, per intenderci) sono paragonabili?
Cioè, la ovvia differenza di prestazioni, può essere definita accettabile o sono proprio prodotti non confrontabili tra loro?
Mi sembra fondamentale individuare la giusta fornitura di potenza disponibile, sia per le esigenze della cottura ad induzione, che per gli altri utilizzi.
 
Grazie, e complimenti. 
Torna in cima
balsal View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 29 Mar 2011
Stato: Offline
Points: 3
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota balsal Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Apr 2011 alle 10:06
[QUOTE=cristianofx] Innanzi tutto la ringrazio per i complimenti.

Inizierei rispondendole direttamente con un esempio: basandomi sul profilo da 6KW installato nella mia abitazione, con un consumo annuo di 3500KW dovrei pagare ogni bimestre circa 140,00 euro, mentre con un profilo da 3KW il costo si aggirerebbe sui 130,00 euro.

Con consumo annuo inferiore, pari a 2200KW:

6 KW = circa 100,00 euro
3 KW = circa 80,00 euro

In sintesi più si consuma e più si recupera il costo fisso del canone, grazie al costo inferiore dell'energia elettrica del contratto da 6 KW.

La funzione "Powermanagement" almeno nel caso del piano cottura recensito, non crea alcuna limitazione, in quanto il quantitativo di energia assorbita può essere impostata a partire da 1KW sino a ben 9,5KW, permettendo di fatto un utilizzo senza limiti, al pari dei piani non dotati di tale funzione.

Saluti
Cristiano Passeri________________________________________________________________

La ringrazio per l'immediata risposta. Sono facilmente calcolabili le differenze dei costi fissi fra diverse potenze impegnate, un po' meno le differenze dei costi variabili legati al consumo. Il suo esempio è molto esplicativo, avendone già valutato direttamente le diverse situazioni.
 
Per quanto riguarda i piani ad induzione con funzione "Powermanagement", mi riferivo ovviamente a situazioni tipiche con contratti da 3Kw, e con la funzione che interviene a limitarne l'assorbimento per evitare che salti il contatore. Ecco, un piano che funziona in queste condizioni è un "vero" piano ad induzione, o le prestazioni sono troppo inferiori rispetto, diciamo, allo stesso piano con il doppio di potenza disponibile?
Le chiedevo questo in quanto non ho avuto ancora una esperienza diretta del funzionamento di un piano ad induzione. Dovendo procedere alla sostituzione di un piano a gas, dalle ricerche sul web mi sono convinto che, posti gli innegabili vantaggi del sistema ad induzione rispetto al gas, sarebbe più razionale procedere anche all'aumento della potenza in contratto (tanto meglio a 6 Kw piuttosto che a 4,5), per poterne sfruttare appieno le capacità. Mi è sembrato di capire che le  cosiddette "Powermanagement" e similari siano funzioni quasi studiate ad hoc per la commercializzazione in Italia, paese tradizionalmente restìo ad impegnare potenze superiori ai classici 3Kw. In pratica possiamo dire che, se facciamo 30, a questo punto facciamo pure 31.
Lei ha prima acquistato il piano Bosch e poi è passato ai 6 Kw, o aveva già questa potenza prima dell'acquisto?
Saluti ed ancora complimenti.
Salvatore.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Apr 2011 alle 16:38
L'utilizzo di un piano cottura ad induzione con contratti da 3Kw risulta sicuramente problematico se nell'abitazione nello stesso tempo si utilizzano altri elettrodomestici.

Ad esempio:

Come indicato nell'articolo, ipotizzando di cuocere contemporaneamente della pasta, del sugo e delle polpette, i consumi del nostro piano cottura ad induzione, andranno da un minimo di 1100w sino ad un massimo di circa 1500w. Quindi anche limitando l'assorbimento a 3KW non avremmo nessun problema.
Ma se durante la nostra cottura, volessimo utilizzare il Forno Elettrico per cuoce ad esempio dell'arrosto, andremmo sicuramente incontro a dei problemi.

Ipotizzando che il Forno Elettrico assorba 2800W durante la fase di riscaldamento (che normalmente dura circa 10 minuti) e che ci sia un PC acceso in casa (ipotizziamo circa 300W di assorbimento), il nostro consumo totale sarebbe pari a 4600W.
Con un profilo da 3KW dopo 2 minuti il contatore salterebbe.

Quindi in sintesi, ad eccezione delle fasi di Boost che assorbono molta energia elettrica,  l'utilizzo di un piano ad induzione limitato a 3KW creerebbe pochi problemi, in quanto capita rarissimamente di assorbire nello stesso momento 3KW.

Il problema nasce dal fatto che nell'abitazione durante l'uso del piano cottura ad induzione, è molto probabile che ci siano in funzione altri elettrodomestici, come TV, Computer, Lavatrice, Forno a Microonde, Aspirapolvere, ecc...
In questo caso per evitare problemi dovremmo limitare il piano ad induzione a 2KW per garantire almeno 1,3 KW ad altri elettrodomestici in casa.

Basandomi sulla mia esperienza diretta, il mio consiglio è sicuramente di attivare un profilo da 6KW, in modo da cucinare serenamente e in tutta tranquillità.

In questo modo potremmo tranquillamente cuocere con il Forno Elettrico (2800w fase iniziale), utilizzare un forno a Microonde (1400W) e nello stesso tempo cuocere la nostra pasta, sugo e polpette (1500W) = Totale 5700W.

Nel caso dei contratti da 4,5KW è naturale che sia necessario prestare maggiore attenzione rispetto ai contratti da 6KW, soprattutto nell'utilizzo del Forno Elettrico insieme al piano cottura ad induzione.

Saluti
Cristiano

Postato originariamente da balsal balsal Ha scritto:

[QUOTE=cristianofx]

La ringrazio per l'immediata risposta. Sono facilmente calcolabili le differenze dei costi fissi fra diverse potenze impegnate, un po' meno le differenze dei costi variabili legati al consumo. Il suo esempio è molto esplicativo, avendone già valutato direttamente le diverse situazioni.
 
Per quanto riguarda i piani ad induzione con funzione "Powermanagement", mi riferivo ovviamente a situazioni tipiche con contratti da 3Kw, e con la funzione che interviene a limitarne l'assorbimento per evitare che salti il contatore. Ecco, un piano che funziona in queste condizioni è un "vero" piano ad induzione, o le prestazioni sono troppo inferiori rispetto, diciamo, allo stesso piano con il doppio di potenza disponibile?
Le chiedevo questo in quanto non ho avuto ancora una esperienza diretta del funzionamento di un piano ad induzione. Dovendo procedere alla sostituzione di un piano a gas, dalle ricerche sul web mi sono convinto che, posti gli innegabili vantaggi del sistema ad induzione rispetto al gas, sarebbe più razionale procedere anche all'aumento della potenza in contratto (tanto meglio a 6 Kw piuttosto che a 4,5), per poterne sfruttare appieno le capacità. Mi è sembrato di capire che le  cosiddette "Powermanagement" e similari siano funzioni quasi studiate ad hoc per la commercializzazione in Italia, paese tradizionalmente restìo ad impegnare potenze superiori ai classici 3Kw. In pratica possiamo dire che, se facciamo 30, a questo punto facciamo pure 31.
Lei ha prima acquistato il piano Bosch e poi è passato ai 6 Kw, o aveva già questa potenza prima dell'acquisto?
Saluti ed ancora complimenti.
Salvatore.
Torna in cima
balsal View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota balsal Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 11 Apr 2011 alle 12:39
Ok, tutto chiaro.
grazie, a risentirci per nuovi approfondimenti.
Torna in cima
balsal View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (1) Grazie(1)   Quota balsal Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 20 Apr 2011 alle 10:16

Salve, potrei chiederle che modello economico ha acquistato per fare le sue prime prove con i fornelli ad induzione? sono forse questi UNOLD reperibili su negozi online a 50-60 €?

Mi sembra una ottima idea provare prima con un modello economico, che poi può avere sempre svariati utilizzi, prima di spendere una cifra senz'altro ragguardevole per un buon piano cottura.
Ho provato a chiedere qualche prezzo dei modelli NEFF, che poi mi sembra uno dei marchi che più investono nel sistema ad induzione. Bellissimi, ma, ovviamente, piuttosto cari.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 20 Apr 2011 alle 12:06
Per effettuare le prime prove, ho utilizzato il seguente prodotto:

http://www.caso-shop.com/Caso-Blue-TWO-induction-cooker/details_040_4038437020359.htm

Chiaramente la qualità e la precisione di questo prodotto sono ben lontane dal piano bosch impiegato nella recensione. 

Ad esempio con il "Caso Blue TWO" è molto difficile eseguire cotture a "fuoco basso", in quanto i programmi inferiori al numero 6 sono molto poco precisi.

Riguardo ai prodotti Neff, posso dirle che qualitativamente sono alla pari di Bosch e Siemens.




Postato originariamente da balsal balsal Ha scritto:

Salve, potrei chiederle che modello economico ha acquistato per fare le sue prime prove con i fornelli ad induzione? sono forse questi UNOLD reperibili su negozi online a 50-60 €?

Mi sembra una ottima idea provare prima con un modello economico, che poi può avere sempre svariati utilizzi, prima di spendere una cifra senz'altro ragguardevole per un buon piano cottura.
Ho provato a chiedere qualche prezzo dei modelli NEFF, che poi mi sembra uno dei marchi che più investono nel sistema ad induzione. Bellissimi, ma, ovviamente, piuttosto cari.
Torna in cima
MaxBalla View Drop Down
Newbie
Newbie
Avatar

registrato: 27 Apr 2011
Stato: Offline
Points: 2
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota MaxBalla Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 27 Apr 2011 alle 11:05
Per cominciare faccio anche io i complimenti per la guida! Mi ci è voluto un bel po' per trovare qualcosa che fosse comprensibile e trasportabile nella vita di tutti i giorni!
Ricapitolando... mi pare di capire che il costo di esercizio, rispetto al metano, è più basso solo per i piani ad induzione. Ho capito bene?!? Smile
Ho un'altra domanda... nella guida non sono state prese in considerazione le più classiche piastre elettriche, quelle senza vetroceramica. Che però sono ancora parecchio in uso... In teoria, non avendo il vetroceramica che fa da schermo hanno una resa maggiore. Dico giusto?
Io sto valutando l'acquisto di un piano cottura con tre fuochi e una di queste piastre elettriche. In questo modo non devo cambiare tutto il pentolame, posso sfruttare un po' il mio impianto fotovoltaico, e quando questo non produce posso sfruttare il minor costo di esercizio del metano.
Vi pare un'idea sensata?? Confused

Grazie mille!
Massimo
MaxBalla
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 27 Apr 2011 alle 15:47
Innanzi tutto grazie per i complimenti.

"Per cominciare faccio anche io i complimenti per la guida! Mi ci è voluto un bel po' per trovare qualcosa che fosse comprensibile e trasportabile nella vita di tutti i giorni!
Ricapitolando... mi pare di capire che il costo di esercizio, rispetto al metano, è più basso solo per i piani ad induzione. Ho capito bene?!?"


Esatto, solo la tecnologia dei piani ad induzione offre costi paragonabili o in alcuni casi inferiori al metano. Questo avviene perché il rendimento offerto dell'induzione magnetica è enormemente superiore a qualsiasi altro sistema di cottura.

Ho un'altra domanda... nella guida non sono state prese in considerazione le più classiche piastre elettriche, quelle senza vetroceramica. Che però sono ancora parecchio in uso... In teoria, non avendo il vetroceramica che fa da schermo hanno una resa maggiore. Dico giusto?


Se ricordo correttamente, le piastre elettriche classiche offrono un rendimento del 55% circa contro il 95% circa dell'induzione e il 45% circa delle piastre elettriche con vetroceramica.

Io sto valutando l'acquisto di un piano cottura con tre fuochi e una di queste piastre elettriche. In questo modo non devo cambiare tutto il pentolame, posso sfruttare un po' il mio impianto fotovoltaico, e quando questo non produce posso sfruttare il minor costo di esercizio del metano.
Vi pare un'idea sensata??


Avendo a disposizione un impianto fotovoltaico, penso che possa essere una buona idea acquistare un piano cottura misto, con 3 punti ad induzione e 1 punto elettrico.
In fin dei conti, con il fotovoltaico, i costi di gestione si abbattono quasi interamente.

Riguardo al piano cottura misto, è importante verificare che il prodotto abbia due caratteristiche essenziali:

1) che disponga di 1 zona di cottura da 14,5cm, 1 da 18cm e una da 21cm, altrimenti si potrebbe andare incontro ad inconvenienti con pentolame di ridotte dimensioni  (ad esempio caffettiere) o di grandi dimensioni (ad esempio padelle medio grandi).

2) che disponga di 17 livelli di temperatura (o cottura) e di funzione booster

Saluti
Cristiano Passeri
Torna in cima
MaxBalla View Drop Down
Newbie
Newbie
Avatar

registrato: 27 Apr 2011
Stato: Offline
Points: 2
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota MaxBalla Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 28 Apr 2011 alle 10:24
Grazie per le info aggiuntive!
Per quanto riguarda i costi di gestione, secondo me, è vero che si abbattono quasi interamente avendo l'impianto fotovoltaico, ma solo nelle belle giornate di sole (quando l'impianto arriva a produrre circa 2kW) in tutti gli altri momenti la corrente consumata deve essere acquista comunque, con i relativi costi. Mi pare improponibile cucinare di più o di meno a seconda della produzione...
Mi pare che il piano misto che tu proponi (a parte il prezzo di acquisto piuttosto alto) sia un'ottima soluzione per chi "mette su casa" e quindi deve comprare ex-novo anche tutto il pentolame. Per chi, come nel mio caso, ha già tutto comprare il piano ad induzione comporta un'esborso notevolissimo (piano cottura + parco pentole). Per questo con mia mamma si pensava al misto metano-vetroceramica/induzione, non dobbiamo rifare il parco pentole e quando il fotovoltaico "pompa" possiamo cucinare praticamente gratis... Big smile

Ciao,
Massimo

MaxBalla
Torna in cima
Guests View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Guests Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Mag 2011 alle 19:17
Sono Anna, nuova del forum.
Ringrazio anch'io tanto Cristianofx sia per il forum che per l'iniziativa generosa sull'argomento, da pioniere
Preciso che ho appena acquistato 3 piani ad induzione (whirpool)
Proprio ieri sono andata per acquistare delle pentole.
Un'incompetenza assoluta ed una litigata con un venditore di piani ad induzione, alla mia richiesta che per svolgere meglio il suo lavoro,potrebbe informarsi anche sulle pentole.
Detto con delicatezza, gentilmente, risposta inviperita e di mettermi al suo posto...
In Francia esistono da anni, in Italia li vendono già da un pò ma l'ignoranza è totale sia sul consumo, sia sulle pentole e sulla non fiducia, compresa mia figlia che non capisce la mia scelta dell'induzione.
Sono qui in mezzo a 100 pentole, anche della Barazzini, ho intuito della calamita,si attacca ai lati ma ahimè non sul fondo.
Ho imparato da lei anche il simbolo che credevo fosse diverso.
Grazie, mi piacciono le persone creative, intelligenti e curiose come è lei. A presto
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Mag 2011 alle 19:28
Grazie mille per i complimenti e per aver apprezzato il mio lavoro.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da pinotnero pinotnero Ha scritto:

Sono Anna, nuova del forum.
Ringrazio anch'io tanto Cristianofx sia per il forum che per l'iniziativa generosa sull'argomento, da pioniere
Preciso che ho appena acquistato 3 piani ad induzione (whirpool)
Proprio ieri sono andata per acquistare delle pentole.
Un'incompetenza assoluta ed una litigata con un venditore di piani ad induzione, alla mia richiesta che per svolgere meglio il suo lavoro,potrebbe informarsi anche sulle pentole.
Detto con delicatezza, gentilmente, risposta inviperita e di mettermi al suo posto...
In Francia esistono da anni, in Italia li vendono già da un pò ma l'ignoranza è totale sia sul consumo, sia sulle pentole e sulla non fiducia, compresa mia figlia che non capisce la mia scelta dell'induzione.
Sono qui in mezzo a 100 pentole, anche della Barazzini, ho intuito della calamita,si attacca ai lati ma ahimè non sul fondo.
Ho imparato da lei anche il simbolo che credevo fosse diverso.
Grazie, mi piacciono le persone creative, intelligenti e curiose come è lei. A presto
Torna in cima
pier gaspare View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota pier gaspare Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 14 Mag 2011 alle 21:55

Sinceri complimenti al forum,sono un mobiliere,ho compreso di piu dal forum che da vari e noiosi corsi,tenuti da tecnici bravi solo a parlare in modo non comprensibile.Spero solo di riuscire a farmi capire dai miei clienti,visto che nella mia zona,CHIETI,stiamo avendo l'avvento(finalmente)del fotovoltaico.Grazie ancora

Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 16 Mag 2011 alle 19:28
Grazie mille per i complimenti.
Anche nella provincia di Perugia finalmente il fotovoltaico sta prendendo piede.
Purtroppo la maggior parte dei mobilieri presenti nelle mie zone (territorio Eugubino Gualdese) non sanno nemmeno cosa sia un piano cottura ad induzione.

Saluti
Cristiano Passeri


Postato originariamente da pier gaspare pier gaspare Ha scritto:

Sinceri complimenti al forum,sono un mobiliere,ho compreso di piu dal forum che da vari e noiosi corsi,tenuti da tecnici bravi solo a parlare in modo non comprensibile.Spero solo di riuscire a farmi capire dai miei clienti,visto che nella mia zona,CHIETI,stiamo avendo l'avvento(finalmente)del fotovoltaico.Grazie ancora

Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Erika Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 23 Mag 2011 alle 21:19
Buon giorno,
siccome sto cambiando casa, avrei intenzione di acquistare il piano ad induzione della Smeg, in particolar modo il SE641ID1.
Nella scheda tecnica di questo piano è scritta questa frase "

Piano di cottura indicato per abitazioni con potenza

installata di 3,0 kW. Le potenze impostate sulle zone

vengono automaticamente regolate per garantire un

assorbimento totale non superiore ai 2,8 kW. Con la

regolazione di potenza limitata a 2.8 kW non è possibile

accendere le 4 zone contemporaneamente.

Ciò significa che al max potrò accendere tre zone ed arrivare a 2.8 Kw.

Se ho un pc ed un televisore acceso e qualche luce il contatore scatterà avendo solo il 3Kw?
Chiamando l'enel , sono venuta a conoscenza del fatto che , con i consumi attuali di 1600 Kw/anno, installando un contatore da 4,5 Kw verrò a pagare di più ed anche abbastanza. Vi risulta?
 
Di quanto potrà aumentare il consumo di energia annuo se il piano ad induzione viene utilizzato per 5 giorni la settimana solo la sera ed il mattino, mentre il sabato e la domenica per tutti i pasti.
In casa siamo 2 persone.
 
Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 24 Mag 2011 alle 08:08
Salve Erika,

nel sito del produttore è indicata la seguente informazione:

"Le potenze impostate sulle zone vengono automaticamente regolate per garantire un assorbimento totale non superiore ai 2,8 kW. Con la regolazione di potenza limitata a 2.8 kW non è possibile
accendere le 4 zone contemporaneamente."

Quindi credo che effettivamente SMEG non permetta l'uso di 4 zone contemporaneamente.

Il piano cottura della bosch con cui è stato realizzato l'articolo, consente di utilizzare tutte e 4 le zone di cottura in contemporanea, anche avendo impostando un potenza limitata a 2,5 KW.
Naturalmente l'assorbimento complessivo delle 4 zone non deve superare i 2,5KW.

Le problematiche legate al contatore a 3KW sono già state trattate nel forum. L'invito a leggere i post precedenti.

Riguardo al costo annuale della bolletta, con un consumo di circa 2200KW/anno, con un profilo Enel da 6KW il costo della bolletta sarà di circa 120,00€ più alto rispetto al 3KW.

Come specificato nei post precedenti, più si consuma e più si recupera il costo fisso del canone, grazie al costo inferiore dell'energia elettrica del contratto da 6 KW.

Riguardo all'aumento del consumo annuo, è molto difficile stabilire una cifra, in quanto dipende molto dalle abitudini alimentari e quindi dalle pietanze cucinate.

Ad esempio, noi personalmente al mattino non utilizziamo mai in piano cottura ad induzione..

Direi che il consumo possa andare da 300 KW a 400KW annui, a seconda delle abitudini alimentari.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Erika Erika Ha scritto:

Buon giorno,
siccome sto cambiando casa, avrei intenzione di acquistare il piano ad induzione della Smeg, in particolar modo il SE641ID1.
Nella scheda tecnica di questo piano è scritta questa frase "

Piano di cottura indicato per abitazioni con potenza

installata di 3,0 kW. Le potenze impostate sulle zone

vengono automaticamente regolate per garantire un

assorbimento totale non superiore ai 2,8 kW. Con la

regolazione di potenza limitata a 2.8 kW non è possibile

accendere le 4 zone contemporaneamente.

Ciò significa che al max potrò accendere tre zone ed arrivare a 2.8 Kw.

Se ho un pc ed un televisore acceso e qualche luce il contatore scatterà avendo solo il 3Kw?
Chiamando l'enel , sono venuta a conoscenza del fatto che , con i consumi attuali di 1600 Kw/anno, installando un contatore da 4,5 Kw verrò a pagare di più ed anche abbastanza. Vi risulta?
 
Di quanto potrà aumentare il consumo di energia annuo se il piano ad induzione viene utilizzato per 5 giorni la settimana solo la sera ed il mattino, mentre il sabato e la domenica per tutti i pasti.
In casa siamo 2 persone.
 
Grazie
Torna in cima
erika View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota erika Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Mag 2011 alle 21:05
In sostanza dai miei 1600 potrei passare ai 2000 kW all'anno.
Ma avendo una potenza installata da 4,5 Kw rispetto ai 3 Kw si ha un aumento della spesa no?
Grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 01 Giu 2011 alle 10:29
Salve Erika,

Per un consumo di 2000KW annui, credo all'incirca dovrebbe pagare annualmente circa 110€ in più  con un contratto da 4,5KW rispetto al 3KW, mentre con un 6KW circa 130€.

Per l'attivazione del contratto a 4,5 KW se non erro è previsto un costo di € 200,00.
Per l'attivazione del contratto a 6 KW è previsto un costo di € 325,00.

In ogni caso le consiglio di contattare il suo fornitore di energia elettrica e richiedere un preventivo effettivo dell'aumento dei costi, in relazione ad un ipotetico consumo annuale di 2000KW.

Le sarei estremamente grato se dopo aver ricevuto il preventivo, comunichi nel forum i costi indicati dal suo fornitore, in modo da effettuare un confronto con i miei calcoli teorici.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da erika erika Ha scritto:

In sostanza dai miei 1600 potrei passare ai 2000 kW all'anno.
Ma avendo una potenza installata da 4,5 Kw rispetto ai 3 Kw si ha un aumento della spesa no?
Grazie
Torna in cima
Barbara View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Barbara Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 05 Lug 2011 alle 10:00
Salve, ho letto con attenzione quanto scritto sul piano cottura ad induzione. Sto ristrutturando casa e cambiando la cucina, ho optato al piano cottura ad induzione, in famiglia siamo in 5, pertanto tante padelle sul fuoco....che piano mi consigliate, avevo optato per un bosch...ma quale modello? Grazie infinite
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 05 Lug 2011 alle 11:31
Salve Barbara,

se dispone di cucina capiente, può prendere in esame il modello Bosch PID975L24E da 90CM.
E' piuttosto costoso ma molto spazioso, inoltre dispone di una zona cottura a triplo circuito, la quale consente l'impiego di pentole sino ad un diametro di ben 32CM.
Nel caso lo spazio sia limitato, può prendere in esame il Siemens EH675MN11E da 60CM, dotato di zona freeInduction.

FreeInduction: "Nel piano freeInduction, accanto alle zone tradizionali circolari, Siemens ha inserito una superficie di cottura flessibile: un grande rettangolo nel quale trovano spazio tutte le vostre pentole. Le due diverse aree ad induzione che la compongono possono essere comandate singolarmente oppure combinate in un’unica grande zona di cottura. Ogni volta sarete liberi di occupare tutta la superficie disponibile. Le zone flessibili, infatti, riescono a riconoscere automaticamente la dimensione e la posizione di ogni pentola, per riscaldarle tutte sempre al meglio."
Testo estratto da http://www.piano-cottura-induzione.it/blog/2010/12/29/il-glossario-dellinduzione-tutti-i-termini-che-devi-conoscere-per-capire-linduzione/

Spero di esserle stato utile.

Saluti
Cristiano Passeri
Gubbio Informatica

Postato originariamente da Barbara Barbara Ha scritto:

Salve, ho letto con attenzione quanto scritto sul piano cottura ad induzione. Sto ristrutturando casa e cambiando la cucina, ho optato al piano cottura ad induzione, in famiglia siamo in 5, pertanto tante padelle sul fuoco....che piano mi consigliate, avevo optato per un bosch...ma quale modello? Grazie infinite
Torna in cima
BARBARA View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota BARBARA Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 05 Lug 2011 alle 12:22
Grazie Cristiano, la tua recensione è stata molto utile e chiara, in effetti il modello che tu indichi della BOSCH è carissimo... e forse troppo grande, interessante invece il Siemens, ho acquistato tutti gli elettrodomestici BOSCH e cambiare....Conosci altri modelli BOSCH magari di dimensioni inferiori?
 
Postato originariamente da cristianofx cristianofx Ha scritto:

Salve Barbara,

se dispone di cucina capiente, può prendere in esame il modello Bosch PID975L24E da 90CM.
E' piuttosto costoso ma molto spazioso, inoltre dispone di una zona cottura a triplo circuito, la quale consente l'impiego di pentole sino ad un diametro di ben 32CM.
Nel caso lo spazio sia limitato, può prendere in esame il Siemens EH675MN11E da 60CM, dotato di zona freeInduction.

FreeInduction: "Nel piano freeInduction, accanto alle zone tradizionali circolari, Siemens ha inserito una superficie di cottura flessibile: un grande rettangolo nel quale trovano spazio tutte le vostre pentole. Le due diverse aree ad induzione che la compongono possono essere comandate singolarmente oppure combinate in un’unica grande zona di cottura. Ogni volta sarete liberi di occupare tutta la superficie disponibile. Le zone flessibili, infatti, riescono a riconoscere automaticamente la dimensione e la posizione di ogni pentola, per riscaldarle tutte sempre al meglio."
Testo estratto da http://www.piano-cottura-induzione.it/blog/2010/12/29/il-glossario-dellinduzione-tutti-i-termini-che-devi-conoscere-per-capire-linduzione/

Spero di esserle stato utile.

Saluti
Cristiano Passeri
Gubbio Informatica

Postato originariamente da Barbara Barbara Ha scritto:

Salve, ho letto con attenzione quanto scritto sul piano cottura ad induzione. Sto ristrutturando casa e cambiando la cucina, ho optato al piano cottura ad induzione, in famiglia siamo in 5, pertanto tante padelle sul fuoco....che piano mi consigliate, avevo optato per un bosch...ma quale modello? Grazie infinite
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 05 Lug 2011 alle 14:04
Da 60CM ci sono i seguenti modelli:

PIE645Q14E (che è il modello recensito)
PIE675N24E (ha alcune funzioni in più rispetto al PIE645Q14E)

a breve anche Bosch dovrebbe introdurre modelli con freeInduction, dato che Bosch fa parte del gruppo BHS, di cui fanno parte anche Siemens e Neff.

I piani cottura Bosch o Siemens qualitativamente sono identici, l'unica differenza sta nell'estetica.

Esempio: il modello Siemens EH975MD21E è praticamente identico al Bosch PID975L24E (le differenze sono puramente estetiche, come ad esempio il pannello comandi, mentre l'elettronica è praticamente la stessa).

Postato originariamente da BARBARA BARBARA Ha scritto:

Grazie Cristiano, la tua recensione è stata molto utile e chiara, in effetti il modello che tu indichi della BOSCH è carissimo... e forse troppo grande, interessante invece il Siemens, ho acquistato tutti gli elettrodomestici BOSCH e cambiare....Conosci altri modelli BOSCH magari di dimensioni inferiori?
Torna in cima
Jack View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Jack Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 29 Lug 2011 alle 19:05
Complimenti per l'articolo che ha realizzato, che piano cottura (da 60 cm) mi consiglierebbe per una famiglia di 3 persone?
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 01 Ago 2011 alle 12:06
La ringrazio per i complimenti.

Riguardo alla domanda, la invito a leggere i post presenti nel forum, nei quali è stato affrontato un argomento analogo.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Jack Jack Ha scritto:

Complimenti per l'articolo che ha realizzato, che piano cottura (da 60 cm) mi consiglierebbe per una famiglia di 3 persone?
Torna in cima
Jack View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Jack Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 01 Ago 2011 alle 14:53
Grazie della risposta ma non saprei se vale la pena acquistare un piano con zona "freeInduction" o meno.

Pensavo di acquistare il piano cottura online dalla Germania considerando che costano un po' di meno. Che Lei sappia, potrei avere problemi?

Saluti,
Giacomo.
Torna in cima
Valeria View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Valeria Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 04 Ago 2011 alle 12:25
Per quanto riguarda i piani a induzione ho sentito che è sconsigliato l'utilizzo di utensili in metallo. Vorrei sapere se potrei utilizzare mestoli o forchette di metallo all'interno della pentola durante il funzionamento del fornello.
Inoltre, è vero che è pericoloso avvicinarsi alla pentola con piercing, anelli o altri oggetti metallici durante la cottura?
 
Grazie mille.
Torna in cima
valentina View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota valentina Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 06 Ago 2011 alle 15:03
complimenti per il suo forum è chiarissimo nelle risposte, l'unico dubbio riguarda il diametro max della pentola che si può utilizzare
nel piano bosch o siemens da 60 cm posso utilizzare una pentola da 28 fino a 32cm didiametro oppure no?
la ringrazio
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Ago 2011 alle 06:38
La Germania utilizza prese di corrente schuko, impiegate comunemente anche in Italia, per cui non dovrebbero esserci problemi.

Chiedo scusa se le ho risposto in ritardo, ma non avendo effettuato il login nel forum, il server non mi ha inviato segnalazione riguardanti il suo post.

Saluti
Cristiano Passeri.

Postato originariamente da Jack Jack Ha scritto:

Grazie della risposta ma non saprei se vale la pena acquistare un piano con zona "freeInduction" o meno.

Pensavo di acquistare il piano cottura online dalla Germania considerando che costano un po' di meno. Che Lei sappia, potrei avere problemi?

Saluti,
Giacomo.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Ago 2011 alle 06:55
E' preferibile non utilizzare utensili in metallo per non variare il campo magnetico all'interno del pentolame e soprattutto per evitare che le correnti derivate attraversino il corpo (seppur in quantità minimali).
Tuttavia se occasionalmente (per distrazione) capitasse di utilizzare utensili in metallo non succede assolutamente nulla...

Riguardo ai piercing o anelli sinceramente non ho mai sentito nulla a riguardo.

Postato originariamente da Valeria Valeria Ha scritto:

Per quanto riguarda i piani a induzione ho sentito che è sconsigliato l'utilizzo di utensili in metallo. Vorrei sapere se potrei utilizzare mestoli o forchette di metallo all'interno della pentola durante il funzionamento del fornello.
Inoltre, è vero che è pericoloso avvicinarsi alla pentola con piercing, anelli o altri oggetti metallici durante la cottura?
 
Grazie mille.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 08 Ago 2011 alle 07:01
Buon Giorno Valentina,

nei piani da 60cm normalmente la zona cottura più grande è pari a 21cm, pertanto è possibile impiegare una pentola non superiore a 23/24 cm. Tuttavia è meglio restare entro i 21cm/22cm di diametro, per garantire una cottura ottimale.

Postato originariamente da valentina valentina Ha scritto:

complimenti per il suo forum è chiarissimo nelle risposte, l'unico dubbio riguarda il diametro max della pentola che si può utilizzare
nel piano bosch o siemens da 60 cm posso utilizzare una pentola da 28 fino a 32cm didiametro oppure no?
la ringrazio
Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Erika Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 23 Ago 2011 alle 21:26
Salve, innanzitutto le chiedo scusa per il ritardo.
Quello che ho trovato dal fornitore lo può verificare qui:

http://www.enel.it/it-IT/reti/enel_distribuzione/venditori_tariffe/usi_domestici/d2.aspx
dai miei calcoli infatti a pari Kw/anno consumati passando da 3 Kw a 4,5 Kw il costo aumenta di parecchio, per questo chiedevo se era consigliabile acquistare quel piano della Smeg e continuare ad avare 3 Kw in casa.


Modificato da Cristiano Passeri - 31 Ago 2011 alle 17:03
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ago 2011 alle 17:08
La miglior cosa è acquistare il piano cottura ad induzione e verificare se effettivamente per la tipologia di cucina e il numero di persone presenti nell'abitazione i 3KW sono sufficienti.

Quando effettuerà l'installazione e effettuerà le prove sul campo mi faccia sapere se con 3KW è effettivamente possibile cucinare senza problemi.

Saluti
Cristiano

Postato originariamente da Erika Erika Ha scritto:

Salve, innanzitutto le chiedo scusa per il ritardo.
Quello che ho trovato dal fornitore lo può verificare qui:

http://www.enel.it/it-IT/reti/enel_distribuzione/venditori_tariffe/usi_domestici/d2.aspx
dai miei calcoli infatti a pari Kw/anno consumati passando da 3 Kw a 4,5 Kw il costo aumenta di parecchio, per questo chiedevo se era consigliabile acquistare quel piano della Smeg e continuare ad avare 3 Kw in casa.
Torna in cima
LorenzoBaldo View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota LorenzoBaldo Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 01 Set 2011 alle 11:45
Complimenti per la guida, veramente chiara ed esaustiva.
Ho installato a casa un impianto fotovoltaico di tipo "scambio sul posto" da 3kw e nel giro di un anno ho verificato che circa che i 2/3 dell'energia eletrica prodotta la cedo alla rete elettrica.
Leggendo la sua guida mi sono convinto che vale la pena senz'altro passare al piano ad induzione, sfruttando così maggiormente il fotovoltaico e limitando nello stesso tempo il consumo di gas.
Rimanendo quindi nei classici 3kw, pensavo di aquistare un fornello ad induzione non da incasso ma "mobile" con max 2 "fuochi", visto che anche lei ha fatto inizialmente questa scelta, mi saprebbe consigliare marca e/o modello ?

PS. Esistono anche caldaie per riscaldamento e acqua sanitaria ad induzione ?

Saluti, grazie, ancora complimenti.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 01 Set 2011 alle 15:56
La ringrazio per i complimenti,

come segnalato nei precedenti post, la qualità, il rumore generato e la precisione dei prodotti non da incasso entry level sono ben lontane dal piano bosch impiegato nella recensione o modelli equivalenti. 

Ad esempio con il fornello ad induzione "Caso Blue TWO" impiegato da me per effettuare le prime prove, è molto difficile eseguire cotture a "fuoco basso", in quanto i programmi inferiori al numero 6 sono molto poco precisi e si rischia di bruciare le pietanze o di non cuocerle bene.

Il numero di programmi totale è 9 o 10 nei fornelli ad induzione portatili, mentre nel caso del bosch recensito i programmi sono 17+1 (booster).
Avere più programmi significa avere più precisione nella cottura.

Per iniziare e verificare il funzionamento della cottura induzione mi orienterei su un prodotto economico: come il Caso Basic 2002 o prodotti equivalenti.

Successivamente per avere una cottura di alto livello è necessario orientarsi su prodotti professionali ad incasso, con costi da € 500/600 a salire.

Riguardo alle caldaie ad induzione, al momento non conosco l'esistenza.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da LorenzoBaldo LorenzoBaldo Ha scritto:

Complimenti per la guida, veramente chiara ed esaustiva.
Ho installato a casa un impianto fotovoltaico di tipo "scambio sul posto" da 3kw e nel giro di un anno ho verificato che circa che i 2/3 dell'energia eletrica prodotta la cedo alla rete elettrica.
Leggendo la sua guida mi sono convinto che vale la pena senz'altro passare al piano ad induzione, sfruttando così maggiormente il fotovoltaico e limitando nello stesso tempo il consumo di gas.
Rimanendo quindi nei classici 3kw, pensavo di aquistare un fornello ad induzione non da incasso ma "mobile" con max 2 "fuochi", visto che anche lei ha fatto inizialmente questa scelta, mi saprebbe consigliare marca e/o modello ?

PS. Esistono anche caldaie per riscaldamento e acqua sanitaria ad induzione ?

Saluti, grazie, ancora complimenti.
Torna in cima
Jack View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Jack Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 10 Set 2011 alle 19:19
Se dovesse acquistare il piano cottura oggi, quale sceglierebbe? Lo stesso modello acquistato oltre un anno fa?

Saluti,
Giacomo.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 10 Set 2011 alle 20:12
Postato originariamente da Jack Jack Ha scritto:

Se dovesse acquistare il piano cottura oggi, quale sceglierebbe? Lo stesso modello acquistato oltre un anno fa?

Saluti,
Giacomo.


Probabilmente mi orienterei su questo modello (ma non prima di averlo testato): PIN651T14E

Dai video apparsi in rete, non ho ben capito se la zona Flexinduction è effettivamente comoda da usare attraverso il pannello touch del piano cottura.
Inoltre riguardo alla Flexinduction, ho alcune perplessità circa la dispersione dei campi magnetici , data l'assenza di zone ben delineate ( i famosi cerchi bianchi ) su cui disporre una pentola in base al proprio diametro.

Tolti i dubbi, mi orienterei su questo prodotto quindi, altrimenti acquisterei di sicuro il modello già in mio possesso o uno analogo.

Saluti
Cristiano
Torna in cima
daniele View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota daniele Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 27 Set 2011 alle 15:49
Come prima cosa complimenti per la guida! Smile
anche io, come molti, mi sto avvicinando al mondo dell'induzione e ho da poco acquistato un bilocale in cui abiterò prevalentamente da solo.
considerando la mia situazione da pendolare (quindi mai a casa di giorno) e le varie opzioni presenti sul mercato volevo gentilmente chiedere un parere sulla  'configurazione' (contratto in KW, modello piano eccetera) più adatta alle mie esigenze.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 28 Set 2011 alle 07:17
Postato originariamente da daniele daniele Ha scritto:

Come prima cosa complimenti per la guida! Smile
anche io, come molti, mi sto avvicinando al mondo dell'induzione e ho da poco acquistato un bilocale in cui abiterò prevalentamente da solo.
considerando la mia situazione da pendolare (quindi mai a casa di giorno) e le varie opzioni presenti sul mercato volevo gentilmente chiedere un parere sulla  'configurazione' (contratto in KW, modello piano eccetera) più adatta alle mie esigenze.


Innanzi tutto grazie per i complimenti.

In base alle indicazioni fornite, le consiglierei di acquistare un piano induzione da 60cm equivalente a quello impiegato nella recensione e di non modificare il contratto elettrico, mantenendo i 3KW classici.

Vivendo da solo in casa, credo che non sia necessario effettuare un aggiornamento del profilo a 4,5KW o 6KW.
Le consiglierei quindi di effettuare un periodo di prova con 3KW per valutarne l'effettiva validità.
Consideri che il passaggio a 4,5KW o 6KW avviene in tempi brevissimi.
Nel mio caso il passaggio a 6KW è stato necessario attendere 24 ore per l'attivazione.

Saluti
Cristiano
Torna in cima
daniele View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (1) Grazie(1)   Quota daniele Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 28 Set 2011 alle 09:52
a questo punto sarebbe importante capire quali siano le differenze sostanziali che distinguono i vari modelli (della stessa casa produttrice e non). a parte l'indispensabile funzione 'power management' e le dimensioni del piano, ci potrebbero essere altre considerazioni significative nella fase di acquisto?

un'ultima domanda; Big smile
dove potrei recuperare una comparativa o recensione dei produttori piu affidabili e testati? ho cercato molto in rete ma sembra che in italia l'interesse principale sia ancora capire se sia sempre piu conveniente il gas...
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 04 Ott 2011 alle 14:30
Le altri funzioni da prendere in esame sono:

- tipo di pannello touch di interfaccia: ce ne sono di molti tipi come ad esempio il classico touch o il più recente slider
- numero dei programmi di cottura (come già discusso nel forum i programmi devo essere 17)
- dimensione delle zone di cottura

Riguardo alla comparativa, sinceramente non conosco siti specifici che effettuano recensioni o prove comparative tra modelli di piani ad induzione.

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da daniele daniele Ha scritto:

a questo punto sarebbe importante capire quali siano le differenze sostanziali che distinguono i vari modelli (della stessa casa produttrice e non). a parte l'indispensabile funzione 'power management' e le dimensioni del piano, ci potrebbero essere altre considerazioni significative nella fase di acquisto?

un'ultima domanda; Big smile
dove potrei recuperare una comparativa o recensione dei produttori piu affidabili e testati? ho cercato molto in rete ma sembra che in italia l'interesse principale sia ancora capire se sia sempre piu conveniente il gas...
Torna in cima
gubbi View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 10 Ott 2011
Stato: Offline
Points: 3
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota gubbi Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 10 Ott 2011 alle 22:15
Sono nuova e spero di aver postato nella "zona" giusta.
Volendo passare dal gas al piano cottura per induzione,avrei alcune informazioni da chiedere.
Pongo queste domande...per ora:
 
- nell'articolo di questo sito si afferma che non è possibile ustionarsi col pc ad induzione,visto che questo non si surriscalda.Ho sentito dire da qualcuno che lo ha che esso non scotta moltissimo e si raffredda prima però,appena tolta la pentola,qualche ustione a causa di distrazione potrebbe capitare.
Mi spiegate un pò questo?
 
- Io cerco un piano cottura ad induzione con forno abbinato in un unico elettrodomestico a libera installazione.
Sul web ne ho trovato qualcuno di cui non cito le aziende perchè non so se si possa.
Mi potreste dare qualche informazione su questo?
 
_ Esistono solo quelli a 4 posti(fuochi)?
 
Grazie..
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 11 Ott 2011 alle 07:07
Buon giorno,
nell'articolo è indicato: "La parte di vetroceramica che circonda la nostra zona di cottura resta fredda, quindi non sussiste il rischio di scottature. Vedi immagine sopra, che mostra una pentola bollire con affianco del ghiaccio"

Ciò significa che:

- toccare la vetroceramica che circonda la pentola non causa scottature
- toccare la parte di vetroceramica che si trova sotto la pentola può causare lievi scottature, in quanto il fondo della pentola scaldandosi trasmette il calore alla vetroceramica. La temperatura massima raggiunta dalla vetroceramica si attesta intorno ai 110° C per nel caso dell'induzione e di ben 450° nei piani cottura alogeni o radianti (in questo caso c'è il rischio di gravissime ustioni)
- appena viene tolta la pentola dalla zona di cottura, il display del piano ad induzione mostra il simbolo "H" che sta ad indicare che la zona è molto calda e sussiste il pericolo di scottature. Non appena la spia si spegne, il pericolo cessa.

Riguardo ai piani abbinati ad un unico elettrodomestico a libera installazione, può tranquillamente indicare marca e modello del prodotto.
Sinceramente non conosco questa tipologia di prodotti, quindi le chiedo cortesemente di comunicarmi le specifiche.

Saluti
Cristiano Passeri


Postato originariamente da gubbi gubbi Ha scritto:

Sono nuova e spero di aver postato nella "zona" giusta.
Volendo passare dal gas al piano cottura per induzione,avrei alcune informazioni da chiedere.
Pongo queste domande...per ora:
 
- nell'articolo di questo sito si afferma che non è possibile ustionarsi col pc ad induzione,visto che questo non si surriscalda.Ho sentito dire da qualcuno che lo ha che esso non scotta moltissimo e si raffredda prima però,appena tolta la pentola,qualche ustione a causa di distrazione potrebbe capitare.
Mi spiegate un pò questo?
 
- Io cerco un piano cottura ad induzione con forno abbinato in un unico elettrodomestico a libera installazione.
Sul web ne ho trovato qualcuno di cui non cito le aziende perchè non so se si possa.
Mi potreste dare qualche informazione su questo?
 
_ Esistono solo quelli a 4 posti(fuochi)?
 
Grazie..
Torna in cima
gubbi View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 10 Ott 2011
Stato: Offline
Points: 3
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota gubbi Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 11 Ott 2011 alle 17:23
Postato originariamente da Cristiano Passeri Cristiano Passeri Ha scritto:

     
Riguardo ai piani abbinati ad un unico elettrodomestico a libera installazione, può tranquillamente indicare marca e modello del prodotto.
L'azienda è la Smeg .Il primo modello che ho trovato è nel seguente link.
Non riesco a postare il link nel modo giusto per questo html Unhappy
 
 
 
Torna in cima
gubbi View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 10 Ott 2011
Stato: Offline
Points: 3
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota gubbi Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 11 Ott 2011 alle 17:58
Ho letto da qualche parte che per tutti i pc ad induzione non è possibile cucinare con tutte le zone contemporaneamente e neanche con qualcuna di esse mentre si usa il forno o..un phon...
Se è così,pur volendo,dovrei rinunciare ad acquistare fornelli di questo tipo.
Secondo voi, basterebbe un nuovo contratto di energia elettrica aumentando i KW?
E di quanto?
La mia esigenza è avere la libertà,almeno in teoria, di usare contemporaneamente tutte le zone del pc,il forno e,magari per distrazione,almeno un altro elettrodomestico tipo lavatrice o lavastoviglie senza che tutto vada in tilt.
Di quanto dovrei aumentare per ottenere tutto ciò?
 
 
 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 11 Ott 2011 alle 17:58
Le dimensioni delle zone di cottura sono adeguate, tuttavia il prodotto dispone di soli 9 livelli di cottura. Personalmente consiglio l'acquisto di prodotti dotati di 17 livelli di cottura + funzione booster, i quali permettono una cottura molto più precisa.
Quindi il mio consiglio è di cercare modelli analoghi al C6imx8 ma con 17+1 livelli di cottura.

Postato originariamente da gubbi gubbi Ha scritto:

 
L'azienda è la Smeg .Il primo modello che ho trovato è nel seguente link.
Non riesco a postare il link nel modo giusto per questo html Unhappy
 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 11 Ott 2011 alle 18:05
Non è vero.
Come già indicato nei post precedenti:

"Il piano cottura della bosch con cui è stato realizzato l'articolo, consente di utilizzare tutte e 4 le zone di cottura in contemporanea, anche avendo impostando un potenza limitata a 2,5 KW.
Naturalmente l'assorbimento complessivo delle 4 zone non deve superare i 2,5KW o il valore impostato"

Per cucinare senza problemi e usare allo stesso momento altri elettrodomestici, come il forno ventilato, va necessariamente attivato un contratto di fornitura elettrica da 6KW.

Le problematiche legate al contatore a 3KW / aumento a 6KW e relativi costi, sono già state trattate nel forum. L'invito a leggere i post precedenti.

Postato originariamente da gubbi gubbi Ha scritto:

Ho letto da qualche parte che per tutti i pc ad induzione non è possibile cucinare con tutte le zone contemporaneamente e neanche con qualcuna di esse mentre si usa il forno o..un phon...
Se è così,pur volendo,dovrei rinunciare ad acquistare fornelli di questo tipo.
Secondo voi, basterebbe un nuovo contratto di energia elettrica aumentando i KW?
E di quanto?
La mia esigenza è avere la libertà,almeno in teoria, di usare contemporaneamente tutte le zone del pc,il forno e,magari per distrazione,almeno un altro elettrodomestico tipo lavatrice o lavastoviglie senza che tutto vada in tilt.
Di quanto dovrei aumentare per ottenere tutto ciò?
 
 
 
Torna in cima
daniele View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota daniele Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 12 Ott 2011 alle 12:53
Postato originariamente da Cristiano Passeri Cristiano Passeri Ha scritto:

Le altri funzioni da prendere in esame sono:

- tipo di pannello touch di interfaccia: ce ne sono di molti tipi come ad esempio il classico touch o il più recente slider
- numero dei programmi di cottura (come già discusso nel forum i programmi devo essere 17)
- dimensione delle zone di cottura

Riguardo alla comparativa, sinceramente non conosco siti specifici che effettuano recensioni o prove comparative tra modelli di piani ad induzione.

Saluti
Cristiano Passeri

[QUOTE=daniele]a questo punto sarebbe importante capire quali siano le differenze sostanziali che distinguono i vari modelli (della stessa casa produttrice e non). a parte l'indispensabile funzione 'power management' e le dimensioni del piano, ci potrebbero essere altre considerazioni significative nella fase di acquisto?

un'ultima domanda; Big smile
dove potrei recuperare una comparativa o recensione dei produttori piu affidabili e testati? ho cercato molto in rete ma sembra che in italia l'interesse principale sia ancora capire se sia sempre piu conveniente il gas...
[/QUOTE

interessante, ignoravo completamente le alternative alla normale interfaccia touch!
ho cercato un po in rete e se ho capito bene l'interfaccia touch/slider permette di selezionare la potenza desiderata con un solo tocco sul pannello, scegliendo subito il giusto livello.
io sarei indirizzato verso il modello SI642D di smeg, con limitatore di potenza per contratti da 3,3 kw e interfaccia standard (se non sbaglio). Qualche parere a riguardo?

Torna in cima
Daniele View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 27 Set 2011
Stato: Offline
Points: 1
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Daniele Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 12 Ott 2011 alle 13:09
un'altro mio dubbio riguarda la possibilità di montaggio 'filotop', dipende forse dai bordi dritti o bisellati?  il top (come tutto il resto) della mia cucina sarà rivestito in gres, quindi sarei 'quasi obbligato' a inserire lavello e piano cottura filotop.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 12 Ott 2011 alle 14:13
Postato originariamente da Daniele Daniele Ha scritto:

interessante, ignoravo completamente le alternative alla normale interfaccia touch!
ho cercato un po in rete e se ho capito bene l'interfaccia touch/slider permette di selezionare la potenza desiderata con un solo tocco sul pannello, scegliendo subito il giusto livello.
io sarei indirizzato verso il modello SI642D di smeg, con limitatore di potenza per contratti da 3,3 kw e interfaccia standard (se non sbaglio). Qualche parere a riguardo?


Dalle specifiche il modello SI642D ha 9 livelli di cottura e come già detto nei precedenti post è preferibile l'acquisto di modelli con 17 livelli + booster.
Per il resto come modello mi sembra ottimo.

Postato originariamente da Daniele Daniele Ha scritto:

un'altro mio dubbio riguarda la possibilità di montaggio 'filotop', dipende forse dai bordi dritti o bisellati?  il top (come tutto il resto) della mia cucina sarà rivestito in gres, quindi sarei 'quasi obbligato' a inserire lavello e piano cottura filotop.


Purtroppo riguardo al 'filotop' non posso darle indicazioni. La mia esperienza è limitata esclusivamente alla recensione del modello Bosch PIE645Q14E.
Torna in cima
dario View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota dario Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 14 Ott 2011 alle 07:48
Ho letto il suo articolo sui piani di cottura e molto interessante e completo io però stavo cercando se esiste un boiler istantaneo a induzione lei magari a qualche informazione in più,la ringrazio a priori 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 14 Ott 2011 alle 10:18
La ringrazio per gli apprezzamenti.
Purtroppo non sono in grado di fornirle indicazione riguardo a boiler istantanei con tecnologia ad induzione. Sinceramente ad oggi non ne ho mai sentito parlare di tali prodotti.

Saluti
Cristiano

Postato originariamente da dario dario Ha scritto:

Ho letto il suo articolo sui piani di cottura e molto interessante e completo io però stavo cercando se esiste un boiler istantaneo a induzione lei magari a qualche informazione in più,la ringrazio a priori 
Torna in cima
kuoko View Drop Down
Newbie
Newbie


registrato: 14 Ott 2011
Stato: Offline
Points: 1
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota kuoko Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 14 Ott 2011 alle 13:37
Buongiorno a tutti e grazie per l'ottimo forum.

Io sto costruendo una casa clima di classe A, quindi dovrò usare il piano ad induzione legato al fotovoltaico. Il problema è che la cucina è piccola e dovrei installare il piano di cottura sopra la lavastoviglie: in alcune info in rete sembra che sconsiglino vicinanza con l'umidità (in una cucina? Confused) e assenza di vibrazioni... ci sono informazioni precise al riguardo?

Grazie 

K.
Torna in cima
dario View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota dario Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 15 Ott 2011 alle 08:12
Grazie per la per risposta io continuo a cercare se esistono.Io continuo a seguire questo forum e il piano di cottura a induzione sarà il mio prossimo acquisto non appena il mio impianto fotovoltaico sarà allacciato.

    Saluti
    Dario
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 15 Ott 2011 alle 09:00
Sinceramente le uniche informazioni reperite sono le stesse da lei citate:

"i piani cottura ad induzione non sopportano vibrazioni e l’aria satura di umidità"

Quindi non possono essere posizionati sopra elettrodomestici come lavastoviglie o lavatrici.

Probabilmente (le mie sono esclusivamente supposizioni) il vapore della lavastoviglie che fuoriesce all'apertura dello sportello al termine del ciclo di lavaggio, può intaccare le parti elettriche del piano ad induzione, causando nel tempo l'insorgere di ossidazioni.

Riguardo alle vibrazioni, sinceramente non saprei quali inconveniente possano arrecare...

Purtroppo non so dirle altro in merito.

Grazie per i complimenti.
Buon Weekend.
Cristiano

Postato originariamente da kuoko kuoko Ha scritto:

Buongiorno a tutti e grazie per l'ottimo forum.

Io sto costruendo una casa clima di classe A, quindi dovrò usare il piano ad induzione legato al fotovoltaico. Il problema è che la cucina è piccola e dovrei installare il piano di cottura sopra la lavastoviglie: in alcune info in rete sembra che sconsiglino vicinanza con l'umidità (in una cucina? Confused) e assenza di vibrazioni... ci sono informazioni precise al riguardo?

Grazie 

K.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 15 Ott 2011 alle 09:01
Nel caso riesca a trovare boiler ad induzione, ci tenga aggiornati.
Saluti e buon weekend.
Cristiano.

Postato originariamente da dario dario Ha scritto:

Grazie per la per risposta io continuo a cercare se esistono.Io continuo a seguire questo forum e il piano di cottura a induzione sarà il mio prossimo acquisto non appena il mio impianto fotovoltaico sarà allacciato.

    Saluti
    Dario
Torna in cima
Erika View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Erika Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 20 Ott 2011 alle 14:37
Ciao Daniele, il modello da te citato della smeg SI642D lo acquisterò in primavera. 
Vorrei solo capire perchè sono meglio 17 livelli di cottura anzichè 9? Della smeg mi pare che non ci siano modelli con i booster e potenza limitata per utilizzo con contatore da 3 KW.
Nessuno di voi ha questo modello?
Grazie
Torna in cima
marco View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota marco Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 20 Ott 2011 alle 22:32
Ho da 3 anni un'impianto fotovoltaico e di conseguenza ho eliminato il metano x riscaldamento, sanitari e cucina. Ho un piano cottura elettrico che consuma molto ma soprattutto mi ha creato moltissimi problemi di ""corti circuiti"" x l'acqua che spesso trabocca dalle pentole e manda in tilt alcune piastre x giorni , ora è una settimana che cucino con solo 2 piastre.
Sono venuto a conoscenza da poco del sistema ad induzione e ringrazio lei x i chiarimenti che riesce a dare,vorrei porgerle una domanda banale ma vista la mia esperienza x me importantissima,questa tecnologia comporta manutenzioni particolari,attenzioni specifiche e vista la sua esperienza diretta ha avuto problemi ?
La ringrazio x la cortesia della sua disponibilità.
Saluti da marco 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 21 Ott 2011 alle 07:09
Salve Marco,
utilizzo il piano cottura ad induzione da oltre 1 anno e non ho mai avuto alcun problema.
Qualche tempo fa, per effettuare una prova, abbiamo fatto "trasbordare" l'acqua dalla pentola per verificare se il piano cottura ad induzione attivasse la funzione di auto protezione.
Non appena l'acqua è fuoriuscita ed ha raggiunto il pannello comandi, il piano si è spento automaticamente.
E' bastato asciugare la superficie, riposizionare la pentola e tutto è tornato funzionante senza alcun problema.

"questa tecnologia comporta manutenzioni particolari"
Ad oggi non ho effettuato alcun tipo di manutenzione.

"attenzioni specifiche"
L'unica attenzione da rispettare è quella di utilizzare pentolame adatto all'induzione, quindi dotato di triplo fondo con diametro adatto alle zone di cottura e superficie liscia (in modo da non rigare la vetroceramica).

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da marco marco Ha scritto:

Ho da 3 anni un'impianto fotovoltaico e di conseguenza ho eliminato il metano x riscaldamento, sanitari e cucina. Ho un piano cottura elettrico che consuma molto ma soprattutto mi ha creato moltissimi problemi di ""corti circuiti"" x l'acqua che spesso trabocca dalle pentole e manda in tilt alcune piastre x giorni , ora è una settimana che cucino con solo 2 piastre.
Sono venuto a conoscenza da poco del sistema ad induzione e ringrazio lei x i chiarimenti che riesce a dare,vorrei porgerle una domanda banale ma vista la mia esperienza x me importantissima,questa tecnologia comporta manutenzioni particolari,attenzioni specifiche e vista la sua esperienza diretta ha avuto problemi ?
La ringrazio x la cortesia della sua disponibilità.
Saluti da marco 
Torna in cima
daniele View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota daniele Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 21 Ott 2011 alle 19:43
Ciao, inizio con il dirti che sei l'unica persona che mi abbia fatto capire qualcosa sull'induzione e percio ti ringrazio..
io vorrei provarci con l'induzione perchè credo sia una valida alternativa...al gas che non ho ancora allacciato...nella mia nuova abitazione da poco ristrutturata.

sto valutando di mantenere il contratto da 3,3 kw e come piani cottura ariston
http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIO_744_DD_Z/pid_52950IT.do - KIO 744 DD Z
http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIC_740_B_IT/pid_73568IT.do - KIC 740 B IT con limite massimo di 3000 w (che non ho ben capito cosa lo differenzia e come mi potrebbe limitarmi nell'utilizzo il valore massimo di 3000)

e il bosch

PIB672E14E

molto molto bello e l'unico bianco che sono riuscito a trovare..
potrei avere qualche consiglio su quale orientarmi perchè sono in totale confuzione..
grazie per la disponibilità.
daniele


Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 22 Ott 2011 alle 08:33
Salve Daniele,
il mio consiglio è di orientarti sul Bosch, in quanto dispone di 17 livelli di cottura + booster, a differenza dei modelli Ariston che dispongono di 9 livelli + booster.

Come indicato più volte nel forum, disporre di 17 livelli equivale ad avere una cottura molto più precisa, addirittura superiore a quella offerta dai piani a gas.

Ciao e buon week-end
Cristiano Passeri

Postato originariamente da daniele daniele Ha scritto:

Ciao, inizio con il dirti che sei l'unica persona che mi abbia fatto capire qualcosa sull'induzione e percio ti ringrazio..
io vorrei provarci con l'induzione perchè credo sia una valida alternativa...al gas che non ho ancora allacciato...nella mia nuova abitazione da poco ristrutturata.

sto valutando di mantenere il contratto da 3,3 kw e come piani cottura ariston
http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIO_744_DD_Z/pid_52950IT.do - KIO 744 DD Z
http://www.hotpoint-ariston.it/elettrodomestici_h/Piano_Cottura_KIC_740_B_IT/pid_73568IT.do - KIC 740 B IT con limite massimo di 3000 w (che non ho ben capito cosa lo differenzia e come mi potrebbe limitarmi nell'utilizzo il valore massimo di 3000)

e il bosch

PIB672E14E

molto molto bello e l'unico bianco che sono riuscito a trovare..
potrei avere qualche consiglio su quale orientarmi perchè sono in totale confuzione..
grazie per la disponibilità.
daniele


Torna in cima
daniele View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota daniele Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 22 Ott 2011 alle 19:55
grazie per la tempestiva e chiara risposta..volevo chiederti se posso rimanere con i 3 kw di fornitura. al max piu avanti se proprio non posso fare a meno, chiedero il passaggio a 4,5.
grazie ancora
daniele 
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 24 Ott 2011 alle 08:13
Come già discusso nei post precedenti con altri visitatori:

"Le consiglierei quindi di effettuare un periodo di prova con 3KW per valutarne l'effettiva validità.
Consideri che il passaggio a 4,5KW o 6KW avviene in tempi brevissimi.
Nel mio caso il passaggio a 6KW è stato necessario attendere 24 ore per l'attivazione."

Quindi prima le consiglio di provare e poi se mai di effettuare il passaggio.
Anche perché il passaggio a 3,3KW a 6KW non è gratuito,  se ben ricordo ha un costo di circa 320,00 Euro.

Postato originariamente da daniele daniele Ha scritto:

grazie per la tempestiva e chiara risposta..volevo chiederti se posso rimanere con i 3 kw di fornitura. al max piu avanti se proprio non posso fare a meno, chiedero il passaggio a 4,5.
grazie ancora
daniele 



Modificato da Cristiano Passeri - 24 Ott 2011 alle 08:14
Torna in cima
gio2gio View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota gio2gio Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 30 Ott 2011 alle 23:14

Ciao Cristiano.

Complimenti per l'articolo e per le pronte risposte ai vari quesiti.

E ne approfitto anch'io: mi stavo accingendo ad acquistare lo stesso tuo piano Bosch PIE 645 Q 14 E, ma da un giorno all'altro è sparito dal sito che avevo scelto (redcoon), dove invece ho trovato i modelli: PIB 645 E 14 E  oppure  PIB 651 N 14 E

che però NON sono presenti sul sito italiano della Bosch e solo il primo su quello tedesco: http://www.bosch-home.com/de/produkte/kochen-und-backen/kochfelder-zur-kombination-mit-herd/elektrokochfelder-mit-induktion/list.html?filter=60-cm~991039

Sapresti dirmi se ci sono delle limitazioni o differenze con i modelli disponibili in germania (tra l'altro ho visto che molti modelli sono  diversi tra i siti Bosch .it, .de .gb, .fr): per esempio, mi sembra non ci sia la Funzione "Energy Tutor" .

Grazie mille e ancora complimenti!

Giorgio

Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 07:32
Salve Giorgio,
in effetti nel manuale d'uso del prodotto NIB645E14E, scaricabile anche in lingua Italiana dal sito tedesco di Bosch, la funzione "Energy Tutor" non risulta presente.

Credo che a parte la funzione "Energy Tutor", non ci siano differenze con i prodotti destinati al mercato Italiano.

Nel sito Tedesco di Bosch, per scaricare i manuali d'uso dei prodotti, è sufficiente cliccare nella voce "Zusätzl. Dokumente" presente nella scheda del prodotto, dopodiché va cliccato il file PDF corrispondente alla lingua IT "Italiana", indicata nella colonna chiamata "Sprachen".

Saluti e grazie per i complimenti.
Cristiano Passeri

Postato originariamente da gio2gio gio2gio Ha scritto:

Ciao Cristiano.

Complimenti per l'articolo e per le pronte risposte ai vari quesiti.

E ne approfitto anch'io: mi stavo accingendo ad acquistare lo stesso tuo piano Bosch PIE 645 Q 14 E, ma da un giorno all'altro è sparito dal sito che avevo scelto (redcoon), dove invece ho trovato i modelli: PIB 645 E 14 E  oppure  PIB 651 N 14 E

che però NON sono presenti sul sito italiano della Bosch e solo il primo su quello tedesco: http://www.bosch-home.com/de/produkte/kochen-und-backen/kochfelder-zur-kombination-mit-herd/elektrokochfelder-mit-induktion/list.html?filter=60-cm~991039

Sapresti dirmi se ci sono delle limitazioni o differenze con i modelli disponibili in germania (tra l'altro ho visto che molti modelli sono  diversi tra i siti Bosch .it, .de .gb, .fr): per esempio, mi sembra non ci sia la Funzione "Energy Tutor" .

Grazie mille e ancora complimenti!

Giorgio

Torna in cima
Antonio View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Antonio Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 10:57
Ciao Cristiano!
Grazie delle informazioni precise e interessanti che condividi!
Allora, sono in preda al panico.
Nella nuova casa che ho affittato mi sono reso conto che mettere l'allaccio del gas sarebbe impossibile per cui ho cercato alternative e ho sposato l'idea dell'induzione.
La nuova cucina che sto approntando è ahimè Ikea, non riesco a trovare alternative altrettanto convenienti. Nella loro offerta posso integrare un piano a induzione basico, sui 350 euro, di cui non si capisce molto, ma che se ho ben inteso di quale modello si tratti dovrebbe avere 9 livelli di cottura e pochi altri "optional". Pensi sia cmq una opportunità decente?
Ho verificato esistere ottime occasioni su piani cottura Bosch, ma a quel punto mi si apre la voragine dell'installazione (che a Ikea pagherei cmq profumatamente).
Come devo procedere? C'è molto da fare? In prima istanza pensavo fosse sufficiente una presa, ma in alcuni siti ho trovato spaventosi orizzonti di ristrutturazione dell'impianto elettrico. Ti ringrazio sin da ora per la risposta, salvami da sto caos!!

A.

Torna in cima
Antonio View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Antonio Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 11:13
Ho visto che a marca CASO ci sono piastre di cottura stand alone, che farebbero al caso mio e che tu ne hai testata una molto economica. E se andassi su un prodotto tipo questo, Ppotrei evitarmi i contorcimenti dell'installazione a incasso ed eventualmente valutare solo se alzare la potenza a 4,5 Kw:
http://www.caso-shop.com/Caso-MASTER-P3-induction-cooker-with-3-zones/details_140_4038437021509.htm
GRAZIE ANCORA!

A.
Torna in cima
Francesco View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Francesco Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 12:38
Salve, vorrei sapere se si creano problemi usando il piano in maniera intermittente, ad esempio per spadellare la pasta,
grazie
Torna in cima
gio2gio View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota gio2gio Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 13:51
Grazie della veloce e precisa risposta!!
In effetti avrò un contratto da 6Kw e potrei fare anche a meno dell'Energy Tutor.
...o no?!
giorgio
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 16:22
Salve Antonio,

Come detto nei precedenti post, se possibile è preferibile acquistare piani con 17 livelli di cottura o comunque piani cottura di marche affermate nel settore. 

Riguardo all'istallazione, il mio consiglio è di far verificare da un elettricista qualificato i cablaggi elettrici presenti nell'abitazione, per accertarsi se siano o meno adeguati all'assorbimento dei piani cottura ad induzione, onde evitare il danneggiamento o (nei casi peggiori) la fusione degli stessi.
L'eventuale sostituzione dei cavi elettrici, non è un lavoro complesso e normalmente non comporta costi elevati, tuttavia il costo potrebbe "lievitare" se l'impianto dell'abitazione non è recente o se per la realizzazione è stato impiegato del materiale scadente.

L'istallazione del piano cottura all'interno della cucina è veramente semplice e può essere effettuato da qualsiasi elettricista o addirittura autonomamente se si ha l'adeguata esperienza in campo elettrico (tuttavia lo sconsiglio, perché come indicato nelle righe precedenti è bene far verificare l'impianto elettrico prima dell'installazione).

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Antonio Antonio Ha scritto:

Ciao Cristiano!
Grazie delle informazioni precise e interessanti che condividi!
Allora, sono in preda al panico.
Nella nuova casa che ho affittato mi sono reso conto che mettere l'allaccio del gas sarebbe impossibile per cui ho cercato alternative e ho sposato l'idea dell'induzione.
La nuova cucina che sto approntando è ahimè Ikea, non riesco a trovare alternative altrettanto convenienti. Nella loro offerta posso integrare un piano a induzione basico, sui 350 euro, di cui non si capisce molto, ma che se ho ben inteso di quale modello si tratti dovrebbe avere 9 livelli di cottura e pochi altri "optional". Pensi sia cmq una opportunità decente?
Ho verificato esistere ottime occasioni su piani cottura Bosch, ma a quel punto mi si apre la voragine dell'installazione (che a Ikea pagherei cmq profumatamente).
Come devo procedere? C'è molto da fare? In prima istanza pensavo fosse sufficiente una presa, ma in alcuni siti ho trovato spaventosi orizzonti di ristrutturazione dell'impianto elettrico. Ti ringrazio sin da ora per la risposta, salvami da sto caos!!

A.

Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 16:36
Personalmente dopo aver testato il modello base della Caso (il quale si è dimostrato molto impreciso nella cottura, rendendo molto difficoltosa la cottura di alcune pietanze, specialmente alle basse temperature), ti sconsiglio di orientarti su un prodotto come questo.
L'installazione ad incasso è piuttosto semplice, l'importante è far predisporre (nel tuo caso) dalla IKEA il pianale dove andrà installato il piano cottura ad induzione.

Il discorso dei 4,5KW è stato affrontato nei post precedenti..

Saluti
Cristiano Passeri

Postato originariamente da Antonio Antonio Ha scritto:

Ho visto che a marca CASO ci sono piastre di cottura stand alone, che farebbero al caso mio e che tu ne hai testata una molto economica. E se andassi su un prodotto tipo questo, Ppotrei evitarmi i contorcimenti dell'installazione a incasso ed eventualmente valutare solo se alzare la potenza a 4,5 Kw:
http://www.caso-shop.com/Caso-MASTER-P3-induction-cooker-with-3-zones/details_140_4038437021509.htm
GRAZIE ANCORA!

A.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 16:37
Personalmente non ho mai riscontrato problemi.

Postato originariamente da Francesco Francesco Ha scritto:

Salve, vorrei sapere se si creano problemi usando il piano in maniera intermittente, ad esempio per spadellare la pasta,
grazie
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 31 Ott 2011 alle 16:42
Disponendo di 6Kw la funzione Energy Tutor è superflua.

Postato originariamente da gio2gio gio2gio Ha scritto:

Grazie della veloce e precisa risposta!!
In effetti avrò un contratto da 6Kw e potrei fare anche a meno dell'Energy Tutor.
...o no?!
giorgio
Torna in cima
Antonio View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (1) Grazie(1)   Quota Antonio Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 02 Nov 2011 alle 11:06
Allora Cristiano mi son risolto così.
Ho acquistato questo piano cottura online: 

Bosch  PIA611T16E (in offerta a 497 euro spedizione inclusa).

Al montaggio della cucina me lo installano.
Ho impostato la potenza di corrente a 4,5 Kw (necessario aumento anche perchè in estate mi serviranno  i boyler per il riscaldamento dell'acqua, in inverno compresa nel riscaldamento centralizzato).
Che te ne pare come modello del PC e impostazione?

A.


Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 02 Nov 2011 alle 11:31
Il prodotto è veramente ottimo, specie in rapporto al prezzo/prestazioni.
L'unica "pecca" (se così possiamo definirla) è l'assenza di una zona cottura da 21cm, la quale potrebbe risultare utile con pentole/padelle di dimensioni generose.
Per il resto concordo con il fatto che 4,5Kw siano d'obbligo vista la tua necessità di riscaldare l'acqua con un boiler.

Saluti
Cristiano

Ps. tienici aggiornati sui costi di installazione del piano cottura o dell'eventuale costo relativo all'adeguamento dei cavi elettrici dell'impianto elettrico.

Postato originariamente da Antonio Antonio Ha scritto:

Allora Cristiano mi son risolto così.
Ho acquistato questo piano cottura online: 

Bosch  PIA611T16E (in offerta a 497 euro spedizione inclusa).

Al montaggio della cucina me lo installano.
Ho impostato la potenza di corrente a 4,5 Kw (necessario aumento anche perchè in estate mi serviranno  i boyler per il riscaldamento dell'acqua, in inverno compresa nel riscaldamento centralizzato).
Che te ne pare come modello del PC e impostazione?

A.


Torna in cima
Antonio View Drop Down
Guest
Guest
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Antonio Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 02 Nov 2011 alle 12:01
Sì mi sono reso conto che manca il piano cottura da 21. Ma leggendo il thread delle pentole ho visto che molti "fondi" di pentola sono sui 18-18,5 cm.  Spero di farcela, il prezzo era davvero appetibile, l'unica alternativa era il nutid hin4t dell'Ika a 385 euro ma mi fidavo poco dello sconosciuto modello whirlpool.
Domanda: nel caso in cui il fondo di pentola esorbitasse i 18 che conseguenze ci sono?

Per quanto riguarda i costi, se non ci sono grossi problemi dovrebbero essere di 65 euro per installazione di elettrodomestico non-Ikea +  155 euro per gli allacci complessivi degli elettrodomestici.
Spero che per i cavi non subentrino ulteriori problemi.. La cosa mi terrorizza un po'.


A.
Torna in cima
Cristiano Passeri View Drop Down
Admin Group
Admin Group
Avatar
Cristiano Passeri

registrato: 31 Dic 2006
Stato: Offline
Points: 581
Opzioni Post Opzioni Post   Grazie (0) Grazie(0)   Quota Cristiano Passeri Quota  RispondiRispondi Link diretto a questo post Postato: 02 Nov 2011 alle 12:23
Sicuramente non avrai alcun problema, perché (come da te indicato) una pentola da 24cm normalmente ha un fondo da 18/18,5cm.

Se la pentola non rientra nei 18cm non ci sono conseguenze gravi, se non quella di avere una cottura poco omogenea o un prolungamento dei tempi di cottura. Comunque è buona regola non superare il 10/12% del diametro della zona di cottura, in modo da mantenere una cottura ottimale.

Grazie per le informazioni sui prezzi.

Saluti
Cristiano

Postato originariamente da Antonio Antonio Ha scritto:

Sì mi sono reso conto che manca il piano cottura da 21. Ma leggendo il thread delle pentole ho visto che molti "fondi" di pentola sono sui 18-18,5 cm.  Spero di farcela, il prezzo era davvero appetibile, l'unica alternativa era il nutid hin4t dell'Ika a 385 euro ma mi fidavo poco dello sconosciuto modello whirlpool.
Domanda: nel caso in cui il fondo di pentola esorbitasse i 18 che conseguenze ci sono?

Per quanto riguarda i costi, se non ci sono grossi problemi dovrebbero essere di 65 euro per installazione di elettrodomestico non-Ikea +  155 euro per gli allacci complessivi degli elettrodomestici.
Spero che per i cavi non subentrino ulteriori problemi.. La cosa mi terrorizza un po'.


A.


Modificato da Cristiano Passeri - 02 Nov 2011 alle 12:29
Torna in cima
 Rispondi Rispondi Pagina  123 10>
  Condividi Topic   

Vai al Forum Permessi Forum View Drop Down

Forum Software by Web Wiz Forums® version 10.18
Copyright ©2001-2014 Web Wiz Ltd.

Questa pagina è stata generata in 0,359 secondi.